valerioverreIl protagonista della rubrica talent scout di oggi si può considerare, se non un predestinato, sicuramente uno più maturo di quanto dica la sua età. Stiamo parlando di Valerio Verre, romano che compierà vent’ anni il prossimo 11 gennaio. Verre è il classico centrocampista dai piedi buoni, i suoi ruoli ideali sono: mezzala in un 4-3-3, o trequartista in un 4-2-3-1, ma è stato impiegato con profitto anche da centrocampista centrale.
Oltre che per le qualità tecniche, il ragazzo sorprende per le sue doti caratteriali che ne fanno già un trascinatore, infatti Verre è stato capitano in quasi tutte le squadre in cui ha militato, ad eccezione di quelle in cui era sotto età. Nella sua breve carriera può già vantare, oltre ad 8 presenze in A col Siena, anche l’aver esordito nelle coppe europee, quando nel 2011 l’allora tecnico della Roma Luis Enrique lo fece entrare nella gara di ritorno del play-off di Europa League contro lo Slovan Bratislava. Verre ha giocato in tutte le nazionali giovanili, diventando anche capitano nell’under 19 e nel ottobre di quest’anno ha ricevuto la sua prima convocazione dal c.t. dell’under 21 Gigi Di Biagio.
La scorsa Verre è passato dalla Roma all’Udinese nell’ambito dell’operazione Benatia, ma il club friulano l’ha girato in prestito al Palermo negli ultimi giorni di mercato. Con i rosanero ha già totalizzato dieci presenze questa stagione, e in ben sei di queste occasioni Verre è stato schierato da totolare.