Kamil Glik, il difensore "bomber" del Torino

Kamil Glik, il difensore “bomber” del Torino

Il campionato italiano di Serie A arriva alla pausa natalizia dopo 16 giornate. Il Napoli e la Juventus impegnate ieri nella sfida di SuperCoppa vinta poi dai partenopei ai calci di rigore, hanno disputato le rispettive gare di campionato di giovedì. Entrambe sono riuscite a portare a casa il bottino pieno, la capolista bianconera ha espugnato Cagliari per 3-1 provocando tra l’altro l’esonero del tecnico boemo Zeman. I partenopei invece, impegnati in casa contro l’inerte Parma hanno trionfato per 2-0 grazie alle reti di Zapata e Mertens, la squadra di Benitez, grazie ai risultati del week-end, si riprende così il terzo posto in classifica in compagnia di Lazio e Sampdoria.
Proprio i biancocelesti nel posticipo serale di domenica hanno gettato al vento la grande occasione per stabilirsi in solitaria sul podio, sprecando cosi  il doppio vantaggio contro l’Inter e facendosi rimontare grazie alle reti di Kovacic e Palacio. La Sampdoria invece in evidente difficoltà è riuscita a limitare i danni rimontando lo svantaggio maturato con l’Udinese grazie alla rete dell’oramai partente Gabbiadini, promesso sposo al Napoli di Aurelio De Laurentiis.

Si è disputato sabato sera quello che può essere definito il big match della sedicesima giornata dove allo stadio Olimpico di Roma si sono affrontate Roma e Milan. Se gli scommettitori hanno puntato forte su un successo giallorosso, le aspettative non erano cosi poi tanto scontate. I rossoneri, reduci in campionato dal successo sul Napoli per 2-0 sono arrivati a Roma con la leggerezza psicologica di aver comunque fatto un’impresa e quindi con la spensieratezza di non aver nulla da perdere. Complice una Roma confusionaria è uscito fuori un match poco emozionante ed equilibrato dove però a farla da padrone è stata proprio la squadra di casa ma i ripetuti attacchi sono risultati inefficaci e sterili, è terminato così a reti bianche quello che si aspettava uno scoppiettante incontro di calcio.
Sabato pomeriggio si è disputata Sassuolo-Cesena terminata 1-1, la squadra di casa sta conquistando preziosi punti salvezza anche se il Cesena si è dimostrata poco arrendevole conquistando comunque un punto importante in ottica salvezza, anche se per i tifosi del Cesena guardare la classifica provoca non pochi brividi.

Chiudiamo il punto sulla Serie A andando ad analizzare quelle che sono state le partite ed i risultati di domenica pomeriggio. Particolare attenzione al lunch match dove è andato di scena il derby veronese terminato inaspettatamente 1-0 in favore del Chievo. L’Hellas conferma così di avere scarsa continuità ed il quindicesimo posto in classifica dimostra che le grandissime prestazioni della passata stagione sono un vago ricordo. Stesso discorso valido anche per la Fiorentina fermata in casa dall’Empoli per 1-1. La squadra di Sarri continua a macinare bel gioco e punti su campi importanti. I viola gettano così l’occasione per ritornare prepotentemente in corsa per un posto in europa e se possono tirare un mezzo sospiro di sollievo è solo grazie ai tanti pareggi usciti in questa giornata. Un altro, il più roboante, emozionante e calcisticamente affascinante è stato proprio quello tra Atalanta e Palermo, i rosanero mettono subito in chiaro le intenzioni passando in doppio vantaggio dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco grazie al devastante Vazquez che firma assist e gol. Denis accorcia le distanze grazie ad un calcio di rigore  ma nel finale di secondo tempo arriva il secondo gol di Vazquez. Nella ripresa esce dal tunnel degli spogliatoi un’Atalanta pirotecnica che raggiunge il pareggio grazie alle reti di German Denis e Maxi Moralez.
Un’altra squadra ad approfittare dei tanti stop in classifica è il Torino di Ventura, i granata riportano sulla terra il Genoa di Gasperini vincendo in rimonta per 2 reti ad 1. Protagonista assoluto della gara il capitano Kamil Glik autore di una fantastica doppietta. Il momentaneo vantaggio rossoblu porta la firma di Iago Falque che al 42′ insacca grazie ad un bellissimo rasoterra. Il Genoa si ferma e scivola al sesto posto in classifica, il Toro invece prende una boccata d’ossigeno conquistando tre punti importanti per la corsa alla salvezza e per cercare di riportarsi al ridosso della zona europea.

Andiamo infine ad analizzare la classifica
1. Juventus 39
2. Roma 36
3. Lazio 27
4. Napoli 27
5. Sampdoria 27
6. Genoa 26
7. Milan 25
8. Fiorentina 24
9. Udinese 22
10. Palermo 22
11. Inter 21
12. Sassuolo 20
13. Empoli 17
14. Torino 17
15. Verona 17
16. Chievo 16
17. Atalanta 15
18. Cagliari 12
19. Cesena 9
20. Parma 6

La redazione de ilcalciocheconta.com vi augura Buon Natale e felice anno nuovo e vi da appuntamento alla 17esima giornata di campionato con la rubrica settimanale “il punto sulla Serie A”.