uefa2Con il seguente comunicato ufficiale, la Uefa ha reso noto i criteri di ammissione alle prossime coppe europee anche in caso di stop anticipato dei campionati, ribadendo che comunque la priorità è la conclusione regolare delle leghe compatibilmente con la sicurezza per la salute di tutti gli addetti ai lavori:

 

“Il Comitato Esecutivo UEFA si è riunito oggi tramite videoconferenza. Ha ricevuto aggiornamenti sui gruppi di lavoro istituiti in collaborazione con la European Club Association (ECA), European Leagues (EL) e FIFPRO Europe. Dei due scenari esaminati dal gruppo di lavoro del calendario, entrambi prevedono che il calcio domestico inizi prima delle competizioni UEFA per club, con uno che cerca di condurre le competizioni in parallelo e l’altro per completare le partite nazionali prima di ricominciare le partite UEFA in agosto.

Il Comitato ha sentito parlare del lavoro del nuovo sottogruppo medico, presieduto dal professor Tim Meyer, che ha esaminato le questioni sanitarie relative al ritorno al calcio, che sta lavorando a fianco dell’ECA e dell’EL per collegare il lavoro già svolto da leghe e club produrre una serie di linee guida che si allineeranno con i migliori protocolli sanitari disponibili. Il Comitato ha valutato l’unità mostrata nel calcio europeo e l’enfasi posta sulla priorità della salute nel tentativo di stabilire una strada per il ritorno del calcio.

A seguito delle dichiarazioni presentate dalle autorità calcistiche in Belgio e Scozia, il Comitato riconosce le questioni sollevate e ha approvato le Linee guida sui principi di ammissibilità per le competizioni UEFA per club 2020/21. Le Linee guida riflettono il principio secondo cui l’ammissione alle competizioni UEFA per club si basa sempre sul merito sportivo.

Pertanto, la UEFA esorta le federazioni e le leghe nazionali a esplorare tutte le possibili opzioni per giocare a tutte le migliori competizioni nazionali dando accesso alle competizioni UEFA per club alla loro naturale conclusione. Tuttavia, la UEFA sottolinea che la salute dei giocatori, degli spettatori e di tutti coloro che sono coinvolti nel calcio e nel pubblico in generale deve rimanere la preoccupazione principale in questo momento.

Lo scenario ideale, qualora la situazione pandemica lo consenta, è di completare le competizioni nazionali attualmente sospese, consentendo alle squadre di calcio di qualificarsi per le competizioni UEFA per club sul merito sportivo nel loro formato originale. Se questo risultato non fosse possibile, in particolare a causa di problemi di calendario, sarebbe preferibile che le competizioni nazionali sospese riprendessero con un formato diverso in modo da facilitare le squadre a qualificarsi per merito sportivo.

Pur facendo tutto il possibile per completare le competizioni nazionali, le Associazioni nazionali e / o le leghe potrebbero avere motivi legittimi per terminare prematuramente le loro competizioni nazionali, in particolare nei seguenti casi:

• esistenza di un ordine ufficiale che vieti gli eventi sportivi in ​​modo tale che le competizioni nazionali non possano essere completate prima di una data che consentirebbe di completare la stagione in corso in tempo utile prima che inizi la stagione successiva.

• problemi economici insormontabili che rendono impossibile terminare la stagione perché metterebbe a rischio la stabilità finanziaria a lungo termine della competizione nazionale e / o dei club.

Se una competizione nazionale viene anticipatamente interrotta per motivi legittimi in conformità con le condizioni di cui sopra, la UEFA richiederebbe all’Associazione Nazionale interessata di selezionare le squadre per le competizioni UEFA per club 2020/21 in base al merito sportivo nelle competizioni nazionali 2019/20:

• la procedura per la selezione dei club dovrebbe basarsi su principi obiettivi, trasparenti e non discriminatori. Le associazioni e le leghe nazionali dovrebbero altrimenti avere la possibilità di decidere le posizioni finali nelle loro competizioni nazionali, tenendo conto delle circostanze specifiche di ciascuna competizione;

• la determinazione finale dei posti idonei per le competizioni UEFA per club dovrebbe essere confermata dagli organi competenti competenti a livello nazionale.

La UEFA si riserva il diritto di rifiutare o valutare l’ammissione a qualsiasi club proposto da una federazione nazionale da una competizione nazionale anticipatamente interrotta, in particolare laddove

• le competizioni nazionali non sono state terminate prematuramente in base ai motivi indicati nelle presenti linee guida UEFA o sulla base di altri motivi legittimi di salute pubblica;

• i club sono stati selezionati secondo una procedura non obiettiva, trasparente e non discriminatoria, in modo che i club selezionati non potessero essere considerati qualificati per merito sportivo;

• esiste una percezione pubblica dell’ingiustizia nella qualificazione del club.

UEFA EURO 2020

Dopo il rinvio di UEFA EURO 2020 all’estate del 2021 e dopo un’attenta revisione interna e diverse discussioni con i partner, il Comitato Esecutivo ha deciso che il torneo sarà ancora noto come UEFA EURO 2020.

Questa decisione consente alla UEFA di mantenere la visione originale del torneo per celebrare il 60 ° anniversario dei Campionati europei di calcio (1960-2020).

Servirà inoltre a ricordare come l’intera famiglia del calcio si sia riunita per rispondere alle circostanze straordinarie della pandemia di COVID-19 e ai tempi difficili che l’Europa e il mondo hanno dovuto affrontare nel 2020.

Questa scelta è in linea con l’impegno della UEFA a rendere sostenibile UEFA EURO 2020 e a non generare ulteriori quantità di rifiuti. Un sacco di materiale di marca era già stato prodotto al momento del rinvio del torneo. Una modifica al nome dell’evento avrebbe comportato la distruzione e la riproduzione di tali oggetti.

Campionati Europei UEFA Under 21

Il Comitato ha ascoltato che le opzioni per il riassetto o il rinvio del torneo saranno presentate e analizzate dal Comitato per le competizioni delle squadre nazionali l’11 maggio, con una decisione finale presa dal Comitato esecutivo il 27 maggio 2020.

La prossima riunione del Comitato Esecutivo UEFA è prevista per il 27 maggio 2020.”