bortolottotritum

 

La Tritium può finalmente pronunciare la parola “playout”: a Bolzano i biancoazzurri strappano un pareggio a reti bianche e difendono il penultimo posto in classifica dagli attacchi del Treviso. Contro il Sudtirol esce una partita tesa e con poche occasioni, ma la Tritium regge e si qualifica per gli spareggi salvezza, dove se la vedrà con il Portogruaro.

 

DALLA SALA STAMPA

 

Romano Cazzaniga entra in sala stampa e inizia a parlare prima ancora delle domande dei cronisti. <Chi si è permesso in settimana di parlare di Stefano Vecchi dovrebbe prima conoscerne la responsabilità: ai tempi della serie D abbiamo vinto insieme il campionato con più di 20 punti di vantaggio sulla seconda, ma nelle ultime giornate non abbiamo fatto regali a nessuno. E poi cosa dovremmo dire allora degli altri risultati di oggi? Noi siamo stati intelligenti e non abbiamo fatto polemiche: sulle parole di Zocchi dico che un buon tacere non fu mai scritto. La Tritium ha fatto la sua gara, più di cosi i ragazzi non potevano fare: io e Romualdi abbiamo preso la squadra in ultima posizione, abbiamo fatto più del nostro dovere. Troveremo il Portogruaro nei playout: difficile dire chi sarebbe stato meglio affrontare, in due gare può accadere di tutto. Di certo, a livello mentale, siamo in ascesa: nelle ultime partite abbiamo perso per errori individuali ma non abbiamo giocato male, oggi ci siamo presi un ottimo punto su un campo molto difficile>.
Anche Enrico Bortolotto tira un sospiro di sollievo. <Siamo contenti, prima della gara c’era tensione. E’ stato un match brutto, con poche occasioni, noi sapevamo che sarebbe stata dura vincere qui per cui ci siamo difesi bene. Il Portogruaro? Vi dirò il 2 giugno se è l’avversario migliore per noi: comunque dobbiamo prendere positivamente questi playout. Sulle parole dette in settimana c’è poco da dire: sono alla Tritium da sei anni, nessuno ci ha mai regalato niente e con Vecchi, in serie D, abbiamo vinto il campionato con tanti punti di vantaggio sulla seconda, senza mai mollare nulla. Tutto ciò che ho letto mi è sembrato assurdo>.

 

 

SUDTIROL: Marcone, Iacoponi, Bassoli (dal 58’ Tagliani), Bertoni, Cappelletti, Kiem, Campo, Furlan, Maritato, Branca (dal 46’ Uliano), Turchetta (dall’87’ Panzeri). In panchina Grandi, Fink, Pasi, Testardi. All. Vecchi.

 

TRITIUM: Nodari, Martinelli, Riva, Calvi (dal 72’ Monacizzo), Teso, Cusaro, E.Bortolotto, Arrigoni, Spampatti (dal 76’ Chinellato), R.Bortolotto (dal 62’ Casiraghi), Corti. In panchina Paleari, Cogliati, Teoldi, Bossa. All. Cazzaniga.

 

Arbitro: Maresca di Napoli (Serpilli di Ancona – Croce di Fermo).

 

Note: Angoli 1-1. Recuperi 1’+4’. Spettatori totale 900 circa.