grandolfotritium

 

Una Tritium dal grande cuore sfiora la vittoria a Treviso, ma ottiene comunque un ottimo pareggio: in classifica i veneti rimangono dietro di quattro punti. I locali partono con più incisività, poi la Tritium si sveglia e al 42’ passa in vantaggio con Grandolfo (bravo a ribadire in rete una respinta del portiere su tiro di Calvi). Nella ripresa gli ospiti controllano, poi all’86’ Piccioni pesca il jolly con un bolide da fuori area e firma la rete dell’1-1.

 

DALLA SALA STAMPA

 

Per Romano Cazzaniga il pari va comunque bene. <Considerando i novanta minuti l’1-1 è il risultato più giusto – dice il mister – a un certo punto pensavamo di avere vinto, prendere gol alla fine scoccia, ma noi siamo venuti a Treviso per fare risultato e lo abbiamo ottenuto. Nel primo tempo loro hanno avuto alcune occasioni, ma nella ripresa buttavano la palla: per noi era importante per lo meno mantenere il vantaggio di quattro punti, non possiamo ancora sentirci al sicuro ma comunque va bene cosi. Sul gol Nodari non ha colpe, era coperto e non poteva fare nulla. Inserire Cogliati prima? Con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Ora pensiamo alla Cremonese: sarà importante non perdere, mancano poche gare e a questo punto dipende tutto da noi>.
Allo stadio Tenni Francesco Grandolfo ha trovato il suo primo gol con la maglia della Tritium. <Finalmente, sapevo che prima o poi sarebbe arrivato: quando non giochi da tanto tempo è dura ritrovare la condizione. Questa è stata la mia gara più bella da quando sono qui, sono contento della mia prestazione. Siamo contenti di questo pareggio e di aver tenuto a distanza il Treviso: nel secondo tempo ci siamo abbassati troppo, dovevamo far girare di più la palla ma non ci siamo riusciti. Loro ci hanno provato in ogni modo, in occasione del gol eravamo tutti in area. Il palo di Cogliati? Peccato, potevamo anche vincere, cercheremo di farlo contro la Cremonese. I playout? Noi ci crediamo, ci abbiamo sempre messo il cuore per cui ci proveremo>.

 

TREVISO: Tonozzi, Cernuto, Piccioni, Musso, Zammuto, Stendardo, Esposito (dal 65’ Kyeremateng), Fortunato (dall’82’ Allegretti), Strizzolo, Tarantino (dal 57’ Spinosa), Madiotto. In panchina Merlano, Brunetti, Beccia, Burato. All. Bosi.

 

TRITIUM: Nodari, Martinelli, Riva, Arrigoni, Teso (dal 52’ Cusaro), Calvi, E.Bortolotto, Corti, Grandolfo (dall’87’ Cogliati), R.Bortolotto (dal 70’ Spampatti), Casiraghi. In panchina Paleari, Chinellato, Cremaschi, Brandi. All. Cazzaniga.

 

Arbitro: Saia di Palermo (Bonafede di Bologna – Colatriano di Pescara).

 

Reti: Grandolfo (Tri) al 42’, Piccioni (Tre) all’86’.

 

Note: espulsi il mister del Treviso Bosi al 78’ per proteste e Riva (Tri) al 92’ per gioco scorretto. Ammoniti Piccioni, Madiotto (Tre), Teso, E.Bortolotto, Casiraghi (Tri). Angoli 7-0 per il Treviso. Recuperi 1’+4’.