Comunicato stampa

legapro

La Tritium perde in casa contro il Lecce e, complice il successo del Treviso, scende all’ultimo posto in classifica. Gli ospiti passano in vantaggio con Giacomazzi, poi la Tritium ha la grande opportunità di pareggiare su calcio di rigore ma Grandolfo si fa ipnotizzare dal dischetto: sul ribaltamento di fronte è il Lecce a guadagnarsi un penalty e Chevanton fa centro. Nel finale di gara De Rose arrotonda il punteggio sfruttando un contropiede.

TRITIUM: Paleari, Cusaro (dall’86’ Cogliati), Teoldi, Calvi, Teso, Bossa, E.Bortolotto, Arrigoni, Grandolfo (dal 60’ Chinellato), R.Bortolotto, Monacizzo (dal 46’ Casiraghi). In panchina Nodari, Spampatti, Spagnoli, Magni. All. Cazzaniga (squalificato, in panchina Romualdi).

LECCE: Petrachi, Vanin (dal 16’ D’Ambrosio), Tomi, Vinicius, Esposito, Giacomazzi, Chiricò, Memushaj, Chevanton (dal 70’ Jeda), Bogliacino, Inacio Pià (dal 52’ De Rose). In panchina Bleve, Falco, Dramè, Martinez. All. Toma.

Arbitro: Intagliata di Siracusa (Galetto di Rovigo – Baccini di Conegliano).

Reti: Giacomazzi (L) al 23’, Chevanton (L) su rigore al 27’, De Rose (L) al 91’.

Note: ammoniti Cusaro, Calvi (T). Angoli 6-3 per la Tritium. Recuperi 3’+3’. Spettatori 650.