boscagliatrapani2Seduta di rifinitura oggi pomeriggio a Varese per il Trapani che si appresta ad affrontare la gara di domani (ore 15.00) allo stadio “Franco Ossola”.

A presentare la partita, come di consueto, è mister Roberto Boscaglia.

“E’ una partita, anche dal punto di vista tattico, che nasconde tante insidie. Affrontiamo una squadra forte, che oltre a giocare bene, sta bene fisicamente ed è ben allenata”.

I moduli di gioco di Trapani e Varese appaiono speculari…

“Dipende cosa si intende per speculari. Il nostro modo di giocare non mi pare sia speculare rispetto a quello del Varese. Sono semmai due moduli di gioco che si contrappongono a specchio, ma il modo di giocare non è lo stesso. Per quel che ci riguarda, dobbiamo continuare sulla strada che abbiamo intrapreso, facendo il nostro gioco. I cambiamenti, se saranno necessari, avverranno in campo, sulla base di quello che ci dice la partita, a prescindere dal modulo tattico”.

Quali sono i punti di forza del Varese?

“Tutti quanti, un buon attacco, un buon centrocampo, la loro fisicità, la loro forza. Sarà una partita difficile, ma anche equilibrata. Si affrontano due squadre che stanno bene, anche fisicamente, che vengono loro da una sconfitta, noi da un pareggio, due squadre che hanno voglia di fare un campionato da protagoniste”.

Particolari contromisure per fermare Pavoletti, attuale capocannoniere del campionato?

“Sarebbe stupido da parte nostra pensare ad un solo giocatore e magari lasciare spazio per altri. Questo è probabilmente quello che loro s’aspettano. Noi dobbiamo preoccuparci di tutti. Pavoletti è un ottimo giocatore, ha tante qualità, staremo certamente attenti a lui, ma anche a tutti gli altri”.