foto 1Antonio Daì, Giacomo Filippi, Giuseppe Manuguerra e Gaspare Paladino sono stati i giocatori del Trapani Calcio che hanno partecipato al quadrangolare tra le squadre dell’Azienda Sanitaria di Trapani, la Polizia di Stato, la Magistratura ed i Carabinieri, tenutosi ieri presso l’impianto sportivo Forese nell’ambito dell’  XI edizione del  Summer Meeting Festival: Lo sport contro la droga 2013”,  promosso dall’ASP di Trapani in collaborazione con il Trapani Calcio, enti ed istituzioni.

La giornata ha rispecchiato in pieno gli obiettivi del progetto di prevenzione per la lotta alle tossicodipendenze, portato avanti da anni dall’Azienda Sanitaria di Trapani, che pone, tra l’altro, lo sport come veicolo di messaggi positivi e sani valori.

“Una buona occasione per fare rete e per riflettere sui temi della prevenzione” ha detto il direttore generale del Trapani Calcio Anne Marie Morace.

Al progetto hanno aderito, oltre al Trapani Calcio, Prefettura, Questura, FIGC, FIV, l’Internazionale F.C. – Interclub Palermo, l’Associazione Armatori Barche Pantesche, la Lega Navale di Trapani e Pantelleria.

I risultati del torneo. Vincitrice è stata la formazione della Polizia di Stato, seguita dai Carabinieri. Terza posizione in classifica per l’Azienda Sanitaria di Trapani e quarto posto per la Magistratura.

Quattro gli arbitri delle gare, tutti della Sezione Arbitri di Trapani, coordinati da Michele Cavarretta.

Dopo le gare, la premiazione, cui hanno partecipato Anne Marie Morace, direttore generale del Trapani Calcio, Giovanna Mendolia, direttore del Dipartimento Salute Mentale dell’ASP di Trapani, Salvatore Hernandez, delegato provinciale FIGC, Alessio Cacciato, presidente dell’Inter Club Palermo.