Foto di MANUEL SCHEMBRI

Milleculure PalExtra – L’Agorà dello sport, le novità della terza edizione

Foto di MANUEL SCHEMBRI

Foto di MANUEL SCHEMBRI

Si tinge di Milleculure l’estate 2017. Non c’è due senza tre, come recita il celebre proverbio. Al via la terza edizione di PalExtra – L’Agorà dello Sport. Dopo il biennio 2015 e 2016 alla Mostra d’Oltremare, cambia la location ma non mutano i contenuti. L’area Collegio Ciano, all’interno dell’ex base Nato di Bagnoli, ospita il villaggio a cinque cerchi da giugno a settembre. Lo sport made in Naples sempre più griffato dai campioni Diego Occhiuzzi, Patrizio Oliva e degli altri Olimpionici di Milleculure. Prosegue ininterrottamente l’azione dei nostri campioni in favore dei ragazzi di Napoli, da anni ormai impegnati nella promozione e diffusione dell’idea sociale dello sport. La presenza e l’esempio degli sportivi di Milleculure permetterà a tantissimi giovani (circa 3000) di praticare innumerevoli discipline, crescere in modo adeguato, apprendendo e sperimentando insegnamenti pratici, utili nella vita quotidiana. Dalla pedana al ring, passando per il campo di tennis, calcando il parquet del basket, utilizzando il simulatore di Formula Uno, e poi sotto rete con la pallavolo e un tuffo refrigerante in piscina. Tanti bambini indicati da numerose Associazioni di volontariato, Onlus, Chiese, Municipalità che partecipano dalla genesi del progetto (anno 2015) con altre attori pubblici e privati: Regione Campania, Comune di Napoli, CONI Regionale, CIP, Miur Ufficio Scolastico Regionale, Ordine Commercialisti Napoli e Rotary Club Napoli Posillipo. “Sono davvero felice di regalare gratuitamente ore di sport ai bambini napoletani. Il mio vuole essere un contributo non solo affettivo in una città dalle grandi potenzialità. Cerchiamo di dare il buon esempio e fare sempre di più e meglio. Ringrazio la Fondazione con il Sud presediuta da Carlo Borgomeo per la vicinanza concreta e il sostegno effettivo e di tanti altri privati come il main sponsor Farvima di Mirko De Falco” dichiara lo schermidore partenopeo e presidente dell’associazione no profit Milleculure. “Napoli città che sorride alla vita per la sua bellezza e allegria dei cittadini, luogo ideale per ospitare le Universiadi del 2019. All’ombra del Vesuvio sport e cultura sono gli strumenti adatti per migliorare i giovani contro il degrado e la povertà educativa: proviamo ad infondere il rispetto delle regole e dell’avversario che si traducono nell’osservanza delle leggi e tutela dell’ambiente” spiega l’oro olimpico a Mosca nel 1980, Patrizio Oliva, che cita De Coubertin. “Tutti devono partecipare, nessuno escluso, senza dover vincere a qualunque costo”. Dalla mini olimpiade estiva prove generali in vista delle Universiadi 2019: la squadra Milleculure è pronta ad accogliere i giochi universitari, assegnati a Napoli e alla Campania dalla FISU (Federazione Internazionale Sport Universitari). Così Raimondo Pasquino, presidente ARU, intervenuto alla conferenza stampa. “Abbiamo i titoli, le competenze, gli atleti. Napoli e il Meridione possono e devono aspirare ad organizzare eventi internazionali”. Il territorio, con la X Municipalità e la Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza e l’Infanzia, sposano convintamente il progetto PalExtra Milleculure. “Sono questi momenti gioia e di crescita. Credibile e apprezzabile il messaggio pedagogico che i campioni dello sport trasferiscono ai ragazzi. L’ex area Nato dovrebbe tornare ad essere un luogo pulsante: bisogna riappropriarsi di questi spazi” sostiene Lucia Fortini, Assessore all’Istruzione e alle Politiche sociali della Regione Campania . “Può dirsi estate quando finalmente inizia PalExtra. Lo sport ha bisogno di attori autentici e prendiamo a modello virtuoso questo luogo: è da qui che si percorre insieme un pezzetto importante di strada a vantaggio dei bimbi napoletani” argomenta Ciro Borriello, assessore comunale allo sport. “Torni ad essere un patrimonio comune l’ex area Nato di Bagnoli. Con PalExtra si registra il primo passo di riappropriazione di quest’area alla cittadinanza” precisa Diego Civitillo, presidente della X Municipalità Fuorigrotta – Bagnoli. Paola Parente, Commissario della FBNAI, riconosce i meriti di un progetto fiore all’occhiello di Napoli. “Sport elemento di aggregazione, aiuto ai minori a rischio, si configura come attività di assistenza all’infanzia soprattutto per le fasce disagiate, nella piena mission della Fondazione”. Presenti alla conference press, tra gli altri, l’imprenditore Luciano Cimmino, patron di Carpisa Yamamay, la “farfalla del nuoto” di Milleculure Imma Cerasuolo, Mario Zaccaria, presidente USSI Campania, il delegato FIPAV in rappresentanza del presidente Ernesto Boccia, Italo Palmieri del Napoli Calcio Femminile, Dino Sangiorgio, presidente associazione Itaca, Carlo Palmieri, gm di Milleculure e tantissimi ospiti, sportivi e ragazzi a fungere non soltanto da splendida cornice. “Se diventano campioni bene, se maturano come uomini ancora meglio” l’auspicio conclusivo di Patrizio Oliva rivolto ai numerosissimi piccoli partecipanti.

sport recco

Anche alcuni delegati dello Spezia per seguire la Pro Recco

sport reccoLa sfida di Champions League tra la Pro Recco Waterpolo 1913 e gli
ungheresi del Szolnok VSC, in programma mercoledì sera, alle 20:30,
presso la piscina di Sori, sarà l’occasione in cui il Collare d’Oro,
massima onorificenza sportiva italiana, attribuita lo scorso dicembre al
sodalizio biancoceleste, fresco di ‘Triplete’ (in bacheca 29 Scudetti,
10 Coppe Italia, 8 Champions League e 5 Supercoppe Europee), verrà
portato in trionfo.

Il Direttore Generale recchelino Maurizio Felugo ha voluto che a
festeggiare l’importante riconoscimento, ci fosse tutto il mondo Social
Sport Foundation. Mercoledì a Sori sarà presente, oltre ai vertici della
Fondazione, una delegazione della Prima Squadra dello Spezia Calcio e
gli oltre 250 giovani del Settore Giovanile bianco per una autentica
festa di sport.
Virtù, eccellenza, contributo sociale, questo è il mondo dello sport dei
valori, questo è il mondo Social Sport Foundation.

il presidente lello carlino con monica sarnelli e laura tresa

NAPOLI CARPISA YAMAMAY, GRANDE SUCCESSO PER IL PREMIO “AMICHE DELLO SPORT”

Consegnato il riconoscimento speciale nel corso della festa di Natale del club

la prima squadra del napoli carpisa yamamay con dirigenti e tecniciLa festa di Natale del Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile, come ogni anno, è stato un grande successo. Oltre trecento persone hanno affollato il nuovo cinema Hart per scambiarsi gli auguri di Natale e assistere alla consegna del premio, ideato dal dg della società, Italo Palmieri, e dal giornalista Lorenzo Crea, “Le amiche dello Sport”, a donne che hanno reso lustro nel corso degli anni alla città di Napoli in diversi settori. Lo hanno ritirato la giornalista Cecilia Donadio, la cantante Monica Sarnelli, la calciatrice Valeria Pirone, il portavoce del presidente della Regione Campania, Emilio Di Marzio, a nome dell’assessore Sonia Palmeri, Alessandra Clemente, assessore ai giovani del Comune di Napoli, l’imprenditrice Susanna Moccia e la modella Laura Tresa. Con loro anche il nuovo console francese, Jean Paul Seytre, premiato per dimostrare la vicinanza della società alla cultura francese, già sancita con il gemellaggio del 2012 con il Paris Saint Germain e dopo i tragici fatti di Parigi delle scorse settimane.

caruso

Esclusiva il CCC – Ciro Caruso: “Omicidio Ciro Esposito? Nulla a che vedere con lo sport”

caruso

Napoli – E’ un Ciro Caruso molto arrabbiato ed amareggiato per quanto accaduto a Ciro Esposito quello che abbiamo raggiunto telefonicamente in mattinata, consapevole del momento difficile che vive il calcio italiano e che vorrebbe calciatori di altissimo livello nel Napoli della prossima stagione.

Buongiorno Ciro, ieri si è spento Ciro Esposito. Cosa ti senti di dire di fronte ad una tragedia del genere?

“Queste sono cose che non devono proprio esistere nella vita e che non hanno nulla a che vedere con quelli che sono i valori dello sport. Sono molto vicino ai genitori di Ciro e so cosa stanno provando . Gli mando un forte abbraccio.”

Nazionale fuori dopo il girone ai Mondiali in Brasile. Che idea ti sei fatto in merito a questa precoce eliminazione?

Rispecchia esattamente l’andamento del calcio italiano negli ultimi tempi.”

Balotelli accusato da De Rossi e Buffon per atteggiamenti troppo individualisti e poco spirito di gruppo. Giusto secondo te far emergere queste cose che dovrebbero essere private all’interno di uno spogliatoio?

“Giuste le parole di Buffon e De Rossi ma andavano dette prima.”

Come deve muoversi il Napoli sul mercato per competere con la Juventus in campionato ed andare avanti in Champions League?

“Ci vogliono acquisti mirati e calciatori di spessore internazionale. Nomi da fare ne avrei ma sarebbe fantascienza accostarli al Napoli.”

Nel panorama calcistico italiano, ci sono secondo te difensori giovani di un certo spessore che potrebbero emergere nel breve e lungo periodo?

“Se parliamo di giovani difensori in generale secondo me Darmian e De Sciglio sono destinati a ottime carriere mentre come difensori centrali siamo molto indietro. Non  ci sono più i Fabio Cannavaro, i Materazzi e i Nesta.”

Lina De Cesare Presidente Meridies

Le donne e gli sport da combattimento – Sabato allo Stadio Collana

Lina De Cesare Presidente Meridies“Le donne e gli sport da combattimento”. È questo il tema della giornata di studio ed esibizioni sportive ideata e promossa dall’Associazione Sportiva dilettantistica e di promozione sociale “Meridies”, che si svolgerà Sabato 10 Maggio a partire dalle ore 9 allo Stadio Collana di Napoli.

“È’ una manifestazione che abbiamo voluto per focalizzare l’attenzione sul rapporto tra gli sport da combattimento e le donne – spiega Lina De Cesare, presidente dell’Associazione Meridies – un binomio apparentemente difficile, ma in realtà naturale per il genere femminile, che in quanto a carica ed energia ha molto da dare e che, dalla pratica di queste discipline, può accrescere l’autostima e la sicurezza spesso necessarie a reagire anche alla violenza di genere aumentata nella nostra società”.

La manifestazione, organizzata con il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Napoli e dell’ASL Napoli 1, partirà con una serie di relazioni sugli sport da combattimento tenute, con la collaborazione della Federazione Medici Sportivi Campana, da medici sportivi, maestri e campioni della boxe e delle arti marziali, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni sportive del settore.

Alla discussione prenderanno parte, tra gli altri, il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, Luciano Schifone, delegato allo Sport della Regione Campania, Simona Marino, delegato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Vitale Monte, rappresentante della Federazione Medici Sportivi Italiani, Ferdinando Di Lauro, responsabile Medico della Federazione Pugilistica Campana, il nutrizionista Giovanni Moscarella, il ginecologo Antonio Conte e lo psicologo Aldo Alberti.

Le esibizioni sportive

Dopo la tavola rotonda spazio alle esibizioni sportive con le campionesse
delle arti marziali e della boxe, coordinate dal Maestro Salvatore Izzi. Per la boxe ci saranno Irma Testa, campionessa mondiale di pugilato, Nunzia Testa campionesse youth 2013 di boxe, Beatrice Giannatasio campionessa europea di Kick boxing, Gennifer Falso campionessa internazionale speranze Kick Boxing e Dalila Fabbricatore campionessa italiana JuJitsu. Per il Taekwondo saranno presenti la campionessa regionale Manuela Giannetti e Anna Ianniello campionessa italiana senior cinture nere 2012. Per il Karate si esibiranno: Vania Coppola, Jessica Ferrario, Angela Caliendo e Serena Caldo, vincitrici del Campionato Italiano Senior a squadre.

La mattinata si chiuderà con una dimostrazione di difesa personale a cura della Golden Fighter e dei Bad Boys di Roma, alla presenza di un gruppo di associazioni regionali femminili locali attive contro la violenza di genere

 

Associazione Sportiva Meridies

È nata nel 1996 con l’obiettivo di promuovere iniziative sportive a carattere sociale, organizzando attività ed eventi relativi a diverse discipline, partecipando alla diffusione di attività sportive con particolare attenzione alle pratiche che contribuiscono alla prevenzione ed al recupero dei ragazzi emarginati o in disagio sociale, soprattutto attraverso la pratica sportiva delle Arti Marziali, della Kick Boxing e del Pugilato.

papafrancesco

Napoli in udienza dal Papa Francesco. Il Pontefice ha invitato i calciatori a far emergere i veri valori dello sport

papafrancescoIl fattore economico non schiacci la dimensione di “festa” propria del calcio e i giocatori si comportino sempre da “sportivi”, coscienti della “grande responsabilità” che la fama comporta. Sono i due auspici che Papa Francesco ha rivolto ai dirigenti della Federazione italiana gioco calcio e alle squadre di Fiorentina e Napoli, ricevute in udienza alla vigilia della finale di Coppa Italia che le vedrà protagoniste allo Stadio Olimpico di Roma.

Qualche volta il mondo diventa grande come un campo di calcio, con centinaia di milioni di occhi carichi di passione puntati sul rettangolo verde. Ma non sempre ciò si vede che sul campo, e più spesso non si vede attorno ad esso, è qualcosa di bello e pulito, mentre la sua vera dimensione dovrebbe essere principalmente quella della “festa”. Papa Francesco, che di calcio ne sa, parla con competenza e consueta schiettezza ai giocatori di Fiorentina e Napoli che domani sera si sfideranno nella finale di Coppa Italia. La sua analisi parte da un’ovvia constatazione: il calcio in Italia, come in Argentina e altrove – dice – “è un fatto sociale e richiede una responsabilità sociale, da parte dei calciatori, sul campo e fuori dal campo, e da parte dei dirigenti nazionali e locali”:

“Da ragazzo sono andato parecchie volte allo stadio e ho dei bei ricordi. Sono andato solo e con la mia famiglia. Momenti gioiosi, di domenica, insieme con i miei familiari. Vorrei augurare che il calcio e ogni altro sport molto popolare recuperi la dimensione della festa. Oggi anche il calcio si muove in un grande giro di affari, per la pubblicità, le televisioni, eccetera. Ma il fattore economico non deve prevalere su quello sportivo, perché rischia di inquinare tutto, sia a livello internazionale e nazionale sia a livello locale”.

Si tratta allora di “reagire positivamente”, afferma Papa Francesco, e reagire “dall’alto”, “restituendo dignità sportiva agli eventi”. Parole che arrivano direttamente ai vertici della Figc presenti all’udienza, responsabili della “macchina” del calcio italiana. Ma un richiamo alla responsabilità il Papa lo rivolge anche ai calciatori, gli eroi della domenica e non solo, i cui comportamenti sono amplificati su scala planetaria:

“Siete al centro dell’attenzione e tanti vostri ammiratori sono giovani e giovanissimi; tenete conto di questo, pensate che il vostro modo di comportarvi ha una risonanza, in bene e in male. Siate sempre veri sportivi!”.

L’ultima considerazione è per lo sport in generale, che – ribadisce Papa Francesco – “contiene in sé una forte valenza educativa, per la crescita della persona”:

“Crescita personale, nell’armonia di corpo e di spirito, e crescita sociale, nella solidarietà, nella lealtà, nel rispetto. Che il calcio possa sempre sviluppare questa potenzialità! Buon lavoro a tutti voi e che domani sera sia una bella festa sportiva! Questo vi auguro”.

Fonte: Radio Vaticana

aggressionelambertiantonio

Nuovo episodio di aggressione ad un arbitro. Serve cultura dello sport e ulteriore inasprimento pene

aggressionelambertiantonioNapoli – Ci risiamo! Domenica scorsa, in occasione della gara di II Categoria tra Real Fac Marano e Sanità Calcio, si è consumata l’ennesima violenza su un arbitro. Il giovane direttore di gara Antonio Lamberti, è stato aggredito con un pugno alla testa dal calciatore della squadra locale Di Francia, in seguito all’assegnazione di un calcio di rigore per gli ospiti sul punteggio di 2-2 ed espulsione dell’aggressore. Al novantesimo mancavano soltanto due minuti. Lamberti in seguito al colpo subito è crollato a terra per poi rialzarsi successivamente e decretare la sospensione della gara. E’ inconcepibile che in un paese evoluto come l’Italia ancora non si riesca ad avere persone che abbiano la cultura dello sport. Il calcio è un gioco e va vissuto come tale, in una partita c’è una squadra più forte che probabilmente avrà la meglio, una più debole che perderà o due team che si equivarranno ma comunque vada bisogna essere sportivi e non vivere questo fantastico gioco con accanimento. Inoltre bisogna capire che le decisioni dell’arbitro vanno rispettate sempre e comunque anche se si hanno vedute diverse; c’ è un direttore di gara in campo ed è lui l’unico autorizzato a decidere. Rispetto ad un decennio fa, negli ultimi anni gli episodi di violenza sugli arbitri in Campania sono diminuiti soprattutto per l’inasprimento delle pene introdotte sia dalla Giustizia Sportiva che da quella Ordinaria. Si è fatto tanto ma se questi episodi continuano ad accadere vuol dire che c’è ancora molto da fare.

locandina-acqua

Napoli, domani al “Collana” arriva la Res Roma.

locandina-acquaDecima giornata del campionato di serie A domani allo stadio Collana. Il Napoli Calcio Femminile, alle 14.30, ospiterà la Res Roma, una delle sorprese di questo campionato, per provare a conquistare un risultato positivo dopo la difficile trasferta contro il Riviera di Romagna dello scorso sabato. A disposizione del tecnico, Corrado Sorrentino, ci sarà l’intera rosa, quindi le scelte saranno fatte solo poco prima dell’incontro. Nei minuti che precederanno la partita si svolgerà anche la piccola cerimonia “Bevi al Collana e poi… fai sport”, con le ragazze della squadra che berranno dalla fontanina degli spogliatoi, insieme ai rappresentanti delle altre società che utilizzano la struttura e ai rappresentanti del Comune e della Municipalità, dopo le analisi realizzate dal Laboratorio Ambiente e Salute di Napoli, accreditato ad effettuare analisi di acque potabili erogate da pubblici acquedotti. Nel corso della partita, invece, su iniziativa del nuovo presidente, Paola Pisano, agli spettatori presenti sugli spalti sarà offerto il caffè, per rendere ancora più piacevole il pomeriggio passato a sostenere la formazione partenopea. Napoli Calcio Femminile-Res Roma si giocherà domani (ore 14.30) allo stadio Collana del Vomero (ingresso gratuito).


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35