Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Europa League: Napoli-Villareal, Reina:”Gara complicata ma ci proveremo”

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Questa sera alle ore 21 il Napoli di Maurizio Sarri scenderà in campo allo stadio San Paolo contro gli spagnoli del Villarreal per andare a caccia della qualificazione agli ottavi di finale della Uefa Europa League. Il match può e deve essere quello della svolta per gli azzurri che sono reduci dalla sconfitta dell’andata per 1 a 0 ed in campionato non vincono da 3 incontri. Con la qualificazione l’ambiente potrebbe ritrovare l’entusiasmo e lo smalto che ha contraddistinto tutta la stagione partenopea sin ora disputata; l’eventuale sorteggio azzurro avverrà nella giornata di domani dall’ormai celeberrima urna di Nyon.

QUI CASTELVOLTURNO

Coach Sarri ha convocato 19 giocatori per l’impegno odierno:
PORTIERI: Reina, Gabriel, Rafael

DIFENSORI:Hysaj, Maggio, Strinic, Albiol, Koulibaly, Chiriches

CENTROCAMPISTI: Allan, David Lopez, Jorginho, Valdifiori, Hamsik

ATTACCANTI: Callejon, Mertens, Insigne, Gabbiadini, Higuain.

Saranno assenti Ghoulam, Chalobah ed El Kaddouri

L’estremo difensore azzurro, Pepe Reina, sulle frequenze dfell’emittente spagnola Onda Cero, è tornato a parlare della gara disputata la scorsa settimana a Villarreal e del calore e l’affetto dimostrato dai suoi connazionali: “Sono stato entusiasta di tornare a giocare a Villarreal, ho apprezzato tanto l’affetto della gente. L’accoglienza che ho ricevuto una settimana fa mi ha emozionato. Il camion? Sospettavo qualcosa, è stato un cugino di mia moglie e mi aspettava tutta la sua famiglia: è stato fantastico. Ci avviciniamo con grande rispetto alla gara di Europa League. Non sarà semplice ribaltare il risultato dell’andata, ma ci proveremo. Il Villarreal gioca molto bene in fase difensiva, sarà una partita molto complicata. Come club, il Villarreal è un esempio maiuscolo da seguire, per tutto il calcio europeo”.

Il direttore di gara dell’incontro sarà il tedesco Aytekin, coadiuvato dai connazionali Kleve, Lupp (assistenti) Welze e Brand (giudici di porta) e dal quarto uomo Foltyn.

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Midtjylland-Napoli, Sarri:”Reina titolare”

Il tecnico azzurro annuncia un turn over moderato

 

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Dopo le fatiche del match di campionato di Domenica scorsa contro la Fiorentina si poteva pensare ad un turn over massiccio in Europa League ed invece Maurizio Sarri nella conferenza stampa di ieri ha fatto intendere che non sarà così. Due le certezze del tecnico azzurro: Reina titolare se sta bene e tre cambi certi rispetto alla gara contro i viola. Il mister teme molto i danesi visto che hanno vinto lo scorso campionato nazionale, sono attualmente primi nella massima serie del proprio paese e hanno portato a casa il bottino pieno nelle prime due partire del girone di coppa; nonostante ciò vuole che il Napoli imponga il suo gioco. A ribadire questo ultimo concetto espresso da Sarri ci ha pensato anche Giuntoli che sedeva al suo fianco nella conferenza di ieri.

Reina a Villa Stuart per le visite mediche. Poi sarà il momento della firma del contratto

Bentornato Reina, ora da sciogliere il dubbio del secondo portiere

Manca ancora l’ufficialità ma in questi minuti Pepe Reina sta sostenendo le visite mediche a Villa Stuart per poi firmare il contratto che lo vedrà tornare protagonista in Serie A con la maglia del Napoli. Il portiere spagnolo, 33 anni ad agosto, tornerà così alle falde del Vesuvio dopo una stagione da non protagonista nel Bayern Monaco, dove il fuoriclasse dei pali Neuer gli ha concesso poche chance di mettersi in luce. Reina firmerà un contratto di tre anni a 2.5 milioni di euro a stagione, m

Reina a Villa Stuart per le visite mediche. Poi sarà il momento della firma del contratto

Reina a Villa Stuart per le visite mediche. Poi sarà il momento della firma del contratto

eno di quanto ha guadagnato nella prima stagione napoletana (2013/14) e meno di quanto chiedeva lo scorso anno prima di volare in Germania.

Per il Napoli e per Sarri si tratta di un rinforzo importante, perché darà sicuramente sicurezza all’intero reparto difensivo, mettendo fine all’incertezza tra i pali dopo le stagioni non brillantissime di Mariano Andujar e Rafael. Proprio questi due, insieme a Luigi Sepe e Roberto Colombo, compongono l’ampia sezione dei portieri del club azzurro. Ben cinque numeri uno per un solo posto da titolare. L’agente di Sepe ha fatto sapere di un’offerta importante di un club della Serie A pervenutagli nelle ultime ore. Per Andujar sembra possibile possa fare ritorno in argentina, così come Rafael potrebbe tornare al Santos, società in cui è cresciuto. Colombo, 40 anni, vorrebbe ritirarsi la prossima stagione e potrebbe dunque rimanere ancora un anno per fare il terzo, alle spalle anche di Sepe o, a questo punto, Sportiello, le cui prestazioni hanno convinto sia De Laurentis che Giuntoli a fare un sacrificio per portarlo subito a Napoli e farlo crescere alle spalle di Pepe Reina. Il tutto condito però da un curioso dato di fatto: ad oggi il club non ha un preparatore dei portieri (si è fatto il nome di Gennaro Iezzo, ma è tutto ancora in alto mare).

Napoli-Bayern Monaco amichevole

De Laurentis vuole un Napoli italiano, ma intanto conferma l’arrivo di Reina…

Napoli-Bayern Monaco amichevoleDopo il biennio internazionale di Benitez, i tifosi del Napoli adesso devono aspettarsi una squadra sempre più… italiana. A dichiararlo è lo stesso Aurelio De Laurentis, presidente della società partenopea, che ai microfoni della radio ufficiale del club, Radio Kiss Kiss, ha così espresso questo concetto: “Il progetto tricolore mi piace molto, anche perché nella vita si cambia e si fa esperienza: mi darà modo di capire cosa c’è di migliore, cosa funziona meno e quindi di mettere a punto un progetto“. L’idea è quella di fare un Napoli sempre più formato da giocatori che abbiamo a cuore la maglia azzurra e che, quindi, prima ancora di essere calciatori, siano almeno legati alla patria, all’Italia, come Mirko Valdifiori, e come Sarri. “Con lui ci sentiamo, è in vacanza, si sta riposando. Diamogli il tempo di tonificarsi e riposarsi. Sta studiando le 60 partite del Napoli in tv, verificando come funzionano certi calciatori per il suo modo di giocare. Quindi fra poco lo presenterò in maniera idonea alla stampa, quando lui si sarà fatto un’idea. Mi ha dimostrato di essere quello che credevo fosse: un uomo di grande esperienza, profondamente attaccato al suo lavoro. Sarri viene da una grande annata e il suo calcio mi intriga moltissimo“.

Istigato sul mercato azzurro, ADL ha confermato che domani Pepe Reina sarà a Roma per sostenere le visite mediche e per firmare poi il contratto che lo legherà nuovamente al Napoli, questa volta a titolo definitivo, dopo il passaggio in prestito nel 2013/14. Mentre la chiusura è dedicata alla questione stadio: ”O facciamo i concerti e distruggiamo i campi di gioco o facciamo calcio. Sono pronto per il progetto del San Paolo, ho preso l’architetto dello Juventus Stadium, ma vale la pena incontrare il Comune o aspetto il sindaco del prossimo anno? Pare che il Comune remi contro Napoli e il Napoli. Lo scorso anno abbiamo eliminato dieci mila posti della Curva A, ma non l’hanno ancora aggiustata. Si preoccupano di fare i concerti, ma se succede qualcosa chi ce l’ha sulla coscienza? Un conto è ospitare i tifosi di una squadra, un conto è ballarci e saltarci dentro non avendone coscienza. Non esistono neanche i bagni“.

reina

Napoli, il prossimo rinforzo è Pepe Reina

reinaDopo l’ufficializzazione dell’ingaggio di Mirko Valdifiori, primo rinforzo dell’era Sarri, il Napoli ora è vicino a chiudere per Pepe Reina. Per l’estremo difensore spagnolo, al club azzurro già nel 2013/14, si tratta di un ritorno in una città che l’ha stregato, tanto da indurlo a rinunciare al Bayern Monaco (anche se secondo di Neuer) pur di ritornare. Sono previste tra martedì e mercoledì le visite mediche nel centro di Castelvolturno per l’ex Liverpool, che poi firmerà il contratto che lo legherà al Napoli per i prossimi tre anni. Le cifre dell’ingaggio sono note ormai da tempo: 2,5 milioni a stagione. Per il 32enne portiere di Madrid significa tornare ad essere protagonista, seppur in una squadra con diverse ambizioni da quella tedesca, dopo una stagione passata più in panchina e nello spogliatoio a fare gruppo che in campo per essere determinante.

Con il suo acquisto, il Napoli risolverà il problema portiere nei prossimi anni, dopo le incerte esperienze di Rafael e Andujar, entrambi destinare a lasciare la Campania. Per il brasiliano possibile un prestito in Brasile, per l’argentino al momento c’è molta incertezza, soprattutto perché difficilmente farà il terzo alle spalle di Reina e Sepe (anche lui tornerà alla base dopo l’esperienza a Empoli), e anche perché sembra impossibile che il Napoli decida di tenerlo come riserva considerando il suo ingaggio. Inoltre, Giuntoli ha già mostrato interesse anche per l’atalantino e Nazionale U21 Marco Sportiello, quindi è possibile che ci sia una rivoluzione totale tre i pali del club azzurro.

De Laurentis scherza o fa sul serio sul futuro di Higuain?

Napoli, ADL: “Higuain via? Ha un contratto…”

Higuain sarà l'attaccante del Napoli anche il prossimo anno

Higuain sarà l’attaccante del Napoli anche il prossimo anno

Higuain via? Ha un contratto e va rispettato. Poi se un pazzo offre la clausola rescissoria…“. Così si è espresso in giornata il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentis, a Ginevra, ieri, in occasione dell’amichevole tra Italia e Portogallo. Il numero uno del club azzurro, punzecchiato dai giornalisti di Sky, ha quindi confermato l’interesse dei partenopei di contare ancora sul Pipita. A 27 anni l’argentino è nel massimo della maturazione fisica e tecnica e, sebbene il finale della stagione abbia contribuito ad incrinare un po’ i rapporti tra Higuain e la tifoseria e l’ambiente tutto, pare difficile che Sarri scelga volutamente di privarsi delle sue prestazioni e soprattutto che ADL trovi un compratore disposto a mettere sul piatto almeno 50/60 milioni di euro (pare che la clausola rescisoria si aggiri intorno ai 100mln). L’ex punta del Real Madrid piace molto, mezza Europa è sulle sue tracce, ma le richieste del presidente del Napoli stanno spaventando le contendenti: Arsenal, Chelsea, Juventus in primis.

Intanto è terminato l’incontro tra il Napoli e l’Empoli per parlare di Valdifiori. Secondo indiscrezioni, l’offerta azzurra sarebbe di 5 milioni di euro, che patron Corsi avrebbe accettato per il 29enne regista della Nazionale. Ora il club partenopeo può parlare con l’entourage del calciatore, e l’ingaggio dovrebbe essere un quadriennale da 800mila euro circa a stagione, più bonus. Il playmaker dell’Empoli si è già detto entusiasta dell’eventuale destinazione e il suo procuratore ha dichiarato che entro venerdì il futuro del suo assistito sarà chiaro, dunque tutto lascia pensare che si sia vicini alla conclusione della trattativa. Con Valdifiori, da Empoli potrebbero arrivare anche Hysaj e Saponara, per i quali, complessivamente, ADL avrebbe messo sul piatto ben 20 milioni. Un Napoli giovane, all’italiana, come vuole Sarri, e come vuole lo stesso presidente, che però non rinuncia a colpi di maggiore medianità, come Reina (ormai prossimo a firmare) e Allan (l’Udinese si è ormai convinta di accettare la proposta azzurra).

Quale sarà il primo colpo di mercato del Napoli targato Maurizio Sarri?

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Napoli, Reina sarà il primo rinforzo del prossimo anno. Il punto del emrcato

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Mentre continua la telenovelas Benitez sì Benitez no, con il tecnico spagnolo che ora è dato vicino al Real Madrid, club che libererebbe Carlo Ancelotti (che a sua volta potrebbe tornare in Italia, al Milan), la società partenopea inizia a muoversi sul mercato. Sono tanti i nomi che vengono accostati agli azzurri, ma in pole position c’è sicuramente Pepe Reina. Il portiere del Bayern Monaco, secondo di Neuer, dopo una stagione all’ombra del fuoriclasse tedesco, avrebbe infatti deciso di fare ritorno sotto le pendici del Vesuvio, dopo un anno fa, in prestito dal Liverpool, fu protagonista di una grande stagione. L’amore tra Reina e Napoli non è mai stato in discussione e la voglia di continuare questo matrimonio è sempre stata sotto gli occhi di tutti. Poi, qualche settimana fa, le prime indicazioni che facevano pensare ad un suo ritorno: l’iscrizione della figlia ad una scuola di Napoli. Ora pare proprio che il portiere spagnolo si sia deciso a dire definitivamente sì a De Laurentis, che per lui ha pronto un triennale da 3mln netti a stagione. Il suo arrivo dovrebbe confermare la non permanenza di Andujar, che ritornerà al Catania, mentre resta il dubbio su Sepe: il numero uno dell’Empoli potrebbe ritornare a vestire la casacca azzurra e fare il secondo di Reina, o potrebbe essere ancora girato in prestito con Rafael che farebbe il secondo dell’ex Liverpool.

Reina sarà dunque il primo colpo di mercato del Napoli per la stagione 2015/16. Ma non sarà, evidentemente, il solo. In attesa di capire se sarà davvero Mihajlovic il sostituto di Benitez, e cosa farà Bigon (conteso dal Verona), il presidente azzurro ha dato mandato ai suoi uomini fidati di sondare diverse piste per rafforzare soprattutto la difesa e il centrocampo, visto che ieri il papà di Higuain ha confermato che il Pipità rimarrà al Napoli. I nomi che circolano con più insistenza per il reparto arretrato sono quelli di Darmian o Arbeloa per la fascia destra (con Zuniga ormai certo di dire addio) e di Skrtel al centro della difesa. In mediana si continua a seguire Valdifiori, che anche nelle ultime ore ha strizzato l’occhio al club azzurro, l’alternativa sarebbe Stambouli del Totthenam.

Il calciomercato è solo agli inizi, staremo a vedere.

de-laurentiis-e-benitez

Benitez: “Prima vinco, poi il futuro”. Reina apre ad un ritorno

de-laurentiis-e-benitezLe settimane passano e si avvicina sempre di più la data indicata da Benitez per capire e conoscere il suo futuro, se sarà ancora sulla panchina del Napoli o meno. Sembra improbabile però che De Laurentis aspetti ancora la decisione del tecnico di Madrid, e non è un caso che il numero uno azzurro e i suoi uomini abbiano sondato più piste per il dopo Benitez. Tra tutti i nomi che si sono fatti, i più concreti portano a Luciano Spalletti, ex Roma e Zenit San Pietroburgo, al momento senza squadra, e a Vincenzo Montella, sotto contratto con la Fiorentina e che negli ultimi giorni sembra però abbia deciso di restare con la Viola. L’alternativa c’è e si chiama Sinisa Mihajlovic, ma se la Sampdoria dovesse arrivare in Champions League sarà difficile muoverlo da Genova.

Intanto il ct spagnolo, intervistato dal Mirror, ha rilasciato nelle scorse ore queste dichiarazioni: “Voglio concentrarmi sul presente, possiamo ancora vincere dei trofei e non voglio alcun tipo di distrazione“. In sintesi, prima vince e poi decide. E, si sa, è sempre più facile lasciare una piazza importante, come quella di Napoli, con un trofeo, che farlo a mani vuote, da perdente. “Col presidente parleremo tra qualche settimana e insieme analizzeremo la situazione, ma lui sa che io farò del mio meglio per vincere trofei e chiudere il campionato il più in alto possibile“. Insomma, tutto lascia intendere che Benitez abbia già deciso e che, al 90%, le strade dello spagnolo e della società partenopea si dividano a giugno, quando scadrà il contratto.

Certo, il Napoli prova a rilanciare e le indiscrezioni parlano di un’offerta di rinnovo sulla base di un triennale, quando invece Benitez al massimo vorrebbe il rinnovo di un anno. Ma le sirene inglese suonano forte per don Rafa, e più che da Liverpool vengono da Manchester, sponda City, dove la panchina presto sarà libera e lì, si sa, altro che limite di budget: il sogno di ogni allenatore, specie di uno come Benitez, che vuole sempre vincere.

reinaIntanto per la porta azzurra si ricandida Pepe Reina: “Ho sempre detto che avrei lasciato la porta di Napoli aperta perché abbiamo fatto benissimo e perché quella piazza e quella società le stimo tanto” ha dichiarato l’ex portiere azzurro a Radio Crc ”Ho tanti amici a Napoli, ogni volta che posso torno in questa città e penso che anche la squadra stia facendo bene. Questo è il momento della verità, ora ci si gioca il tutto per tutto ed il mio in bocca al lupo va a tutta la squadra“. E su Benitez? “Mi auguro possa restare in azzurro, ma sono certo che deciderà cosa fare solo al termine di questo mese, in cui si giocherà il tutto per tutto”. E forse anche dalla permanenza del tecnico spagnolo dipenderà la decisione di Reina.

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Napoli, nuova apertura per un ritorno di Reina

koulibalyGiornata abbastanza movimentata sul fronte mercato quella di ieri per il Napoli. In primis è stato ufficializzato l’acquisto di Kalidou Koulibaly che sul sito ufficiale del club partenopeo ha rilasciato le prime sensazioni da nuovo calciatore azzurro:

Sono felicissimo di poter giocare con il Napoli, un Club importante che ha un grande progetto. Sono pronto per questa avventura, non vedo l’ora di poter cominciare il lavoro con i miei nuovi compagni in ritiro e di poter vivere l’emozione del San Paolo

 

 

Olympique Lyonnais v AC Ajaccio  - Ligue 1Sul portale del Lione invece è apparso un comunicato che chiude definitivamente le porte su un possibile arrivo di Gonalons all”ombra del Vesuvio.

 

 

 

 

 

ElKaddouriCuriosa invece la vicenda El Kaddouri che prima era stato riscattato dal Napoli che  aveva avuto la meglio sul Torino ed invece ieri è stato prestato nuovamente proprio ai granata, con i piemontesi che potranno godere anche del diritto di riscatto del cartellino.

 

 

 

 

reinaSul fronte portieri sembrerebbe riavvicinarsi Reina che avrebbe accettato di spalmare l’oneroso ingaggio in più stagioni pur di rivestire la casacca azzurra. Con il ritorno del portiere spagnolo non ci sarà spazio per Luigi Sepe, che Bigon vuole veder giocare in serie A in questa stagione, visto che con Reina, Rafael ed Andujar il pacchetto degli estremi difensori sarebbe più che assortito. La destinazione più probabile per il giovane portiere partenopeo sembra essere Empoli, la neopromossa in massima serie infatti sarebbe molto interessata al calciatore e già sarebbe fissato un incontro tra i due club per chiudere l’accordo sulla base di un prestito secco.

Reina dovrebbe essere il primo rinforzo del Napoli 2015/16. Per lo spagnolo sarebbe un ritorno dopo un solo anno di distacco

Benitez allontana Reina dal Napoli

FBL-ITA-CUP-AS ROMA-NAPOLI ”Pepe ha due anni di contratto con il Liverpool e credo che rimarrà lì e lotterà per una maglia da titolare. Non possiamo permetterci il suo stipendio.  La Premier League è un grande campionato dove si pagano stipendi molto più alti che in Serie A”.

Ha parlato così Rafa Benitez ai microfoni di Talksport facendo intendere che con ogni probabilità Reina non vestirà la maglia azzurra nella prossima stagione a meno che non decida di ridursi notevolmente l’ingaggio pur di giocare nel Napoli. Nessun dramma, nel caso l’estremo difensore spagnolo come pare non sarà all’ombra del Vesuvio, il timoniere azzurro avrà comunque un trio di portieri di buon livello; un ipotesi potrebbe essere quella di considerare Rafael il titolare, e tenere come secondo e terzo rispettivamente Andujar e Sepe o viceversa. Un ulteriore esborso economico per acquistare un altro portiere è da evitare, meglio investire in altri ruoli per alzare il tasso tecnico della squadra e creare una rosa in cui ci sia competizione tra calciatori in ogni ruolo come desidera Rafa Benitez.

 

 

 


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35