d4357f45-206e-489b-82ee-aa9f285e7b0a

Lollo Caffè Napoli: pari e rimpianti. Gli azzurri pareggiano 3-3 con la Lazio. Gol regolare annullato a De Bail, poi espulso. Mister Cipolla: “Meritavamo di più, ma siamo stati poco maturi”.

d4357f45-206e-489b-82ee-aa9f285e7b0aSecondo pareggio di fila per gli azzurri, che fotocopiano il risultato di Dosson e impattano 3-3 con la Lazio. Sul risultato pesa una direzione di gara non all’altezza, con un gol regolarissimo annullato a Tiago De Bail, poi espulso per un’esultanza fuori dalle righe. Nel finale Fornari fallisce dai dieci metri la palla de match point.LA CRONACA Mister Cipolla preferisce Pasculli a Garcia Pereira tra i pali e lascia fuori dalle rotazioni Bocao. Crema non recupera dallo strappo muscolare, mentre Manfroi è regolarmente tra i dodici dopo aver scontato la squalifica. La Lazio, orfana di capitan Chilelli, prova subito ad avanzare Laion, sfruttando il gran calcio del portiere ex Futsal Isola per impensierire Pasculli. L’avvio degli azzurri, però, è decisamente migliore di quello degli avversari e al primo affondo ragionato Fornari libera col tacco Andrè Ferreira che sfrutta il corridoio per battere Laion sul suo palo. Per l’ex Kaos è la quarta rete nelle ultime tre gare. La Lazio accusa il colpo e al 6’ paga la “tattica-Laion”. Il portiere va a calciare ma trova la parata efficace del collega Pasculli che carica il destro e disegna un arcobaleno perfetto. La traiettoria del pallone prima accarezza il palo e poi termina in fondo al sacco per il gol capolavoro del 2-0. Il Napoli continua ad avere le occasioni migliori, con Manfroi e Pedotti che vanno vicini al tris nella stessa azione. Ci prova anche De Luca di tacco, ma Laion si salva sempre. Al 14’, nel migliore momento del Napoli, ecco la doccia fredda, con la conclusione di Giasson che, complice una deviazione di Botta, beffa Pasculli e riporta in gara la Lazio. Pasculli spegne subito l’impeto dei capitolini, poi sul finire di tempo ancora Laion argina una bella giocata di Fornari. Si va la riposo sul 2-1, col Napoli che avrebbe meritato un vantaggio più ampio. La ripresa inizia con una Lazio più convinta. Pasculli dice di no per due volte a Gedson, poi vola sulla conclusione dai venti metri di Laion. In mezzo, un tiro secco di Botta che soffia sulla traversa. De Bail e Manfroi vanno vicini al tris, ma poi gli azzurri rischiano di capitolare su due punizioni laziali da distanza ravvicinata. Su una di queste, Gedson scheggia il palo. All’11’ ci vuole un super intervento di Laion per murare Fornari, mentre nel duello a distanza tra portieri, è sempre Pasculli ad avere la meglio sulle bordate da lontano del numero 2 capitolino. Al 14’, però, la Lazio trova il pari su schema da angolo, con Ramirez che spinge in rete il cuoio appostato sul secondo palo. Un minuto dopo il primo episodio chiave della gara. De Bail, da pivot consumato, si gira e lascia partire un missile che non concede scampo a Laion. Il tiro di rara potenza passa proprio sotto la traversa ed emette un suono sordo, che è quello della sezione longitudinale di supporto della porta. Si muove anche la rete, nettamente. E’ gol, anzi no, perché gli arbitri, influenzati dalle proteste della panchina ospite, tornano sulla propria decisione e mettono in dubbio la segnatura della rete. Le panchine si animano, qualcuno corre a visionare i filmati televisivi alla ricerca del replay. Neppure la prova tv istantanea, con gli arbitri a pochi centimetri dagli schermi, induce i direttori di gara a far prevalere la prima sensazione, quella giusta. La rete è cancellata, per sempre. E allora De Bail decide di premere Ctrl C+Ctrl V, rifacendo praticamente lo stesso gol ma commettendo la leggerezza, imperdonabile, di esultare in modo plateale verso uno dei direttori di gara che tira fuori il secondo giallo e lo espelle. Oltre il danno, la beffa perché la Lazio concretizza la superiorità numerica all’ultimo secondo dei due minuti disponibili e trova il gol del 3-3 con Ramirez. Il finale è preso in prestito da una sceneggiatura hollywoodiana. Il Napoli vuole vincerla e gioca l’ultimo minuto col portiere di movimento. A 20’’ dalla sirena Laion vede lo spiraglio e ci prova. Manfroi percorre il campo a ritroso e la toglie dalla porta con la mossa dello scorpione. Cambio di campo, e non bastano i mille sospiri del PalaCercola per soffiare in rete un pallone che ballonzola quasi sulla linea di porta laziale. Poi, quando sembra finita, ad un secondo e quattro decimi dalla sirena, Fortini commette un’ingenuità pazzesca andando ad ostacolare Manfroi. E’ il sesto fallo. Il pallone pesa come un macigno. E’ quello del possibile 4-3. Dal dischetto Fornari si prende una responsabilità enorme. La sua battuta è potente ma imprecisa. Palla alta. Mani nei capelli. Finisce qui con Laion che fa scorrere gli ultimi sgoccioli di partita. 3-3, arrivano i titoli di coda. Venerdì 17. Quello di un gol fantasma. Quello di una vittoria mancata.

SALA STAMPA Rammaricato, arrabbiato, stravolto, ma anche lucido nell’ammettere qualche leggerezza di troppo. Francesco Cipolla vede evaporare i tre punti che aveva inserito nella tabella di marcia: “E’ un momento particolare, nel quale purtroppo non riusciamo a raccogliere quanto creiamo. Anche stasera avremmo meritato di più, ma evidentemente abbiamo le nostre colpe per non aver portato a casa l’intera posta in palio. La prestazione c’è stata, Laion è stato il migliore in campo degli avversari per distacco, ma non siamo stati bravi a gestire alcuni momenti della partita. Gli errori degli arbitri, stasera sono oggettivi. Dispiace dirlo, sbagliano i giocatori, sbagliano i tecnici e possono sbagliare anche loro. Sul gol di Tiago, però, nessuno dei cinque si è preso la responsabilità di convalidare un gol che dal campo era palese. Poi, però, dopo essere comunque ripassati in vantaggio, non esiste che un giocatore d’esperienza commetta una simile leggerezza, costringendo la squadra all’inferiorità numerica, da cui poi è scaturito il 3-3. Nel finale avremmo avuto comunque l’opportunità di vincere ma, a certificare il momento no, è arrivato l’errore di Fornari dai dieci metri. Come ne usciamo? Col lavoro e con l’impegno. Pensando solo al campo. Purtroppo quando i risultati non arrivano subentra un po’ di sfiducia, ma resto convinto che questo gruppo, se ragiona da squadra, può tornare a vincere. Eravamo partiti con l’obiettivo di arrivare tra le prime otto. Ora siamo in lotta per entrare nelle prime quattro. Possiamo ancora farcela a patto di ritrovarci e di essere più maturi”.

 

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-LAZIO 3-3 (2-1 p.t.)
LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Pasculli, Pedotti, Manfroi, André, Fornari, Davì, Botta, Milucci, De Luca, De Bail, Molaro, Garcia Pereira. All. Cipolla

LAZIO: Laion, Giasson, Fortini, Gedson, Stoccada, Ramirez, Gastaldo, Escosteguy, Chiomenti, T. Chilelli, Spinola, Piermarini. All. Mannino (squalificato, in panchina Reali)

MARCATORI: 3’01’’ p.t. André (N), 6’48’’ Pasculli (N), 14’33’’ Giasson (L), 13’47’’ s.t. Ramirez (L), 14’48’’ De Bail (N), 16’54’’ Ramirez (L)

AMMONITI: De Luca (N), Giasson (L), De Bail (N), Botta (N), Gedson (L)

ESPULSI: De Bail (N) al 14’48’’ per somma di ammonizioni

ARBITRI: Leonardo Gaetani (San Benedetto del Tronto), Antonino Tupone (Lanciano), Antonio Sessa (Foggia) CRONO: Raffaele Ricci (Foggia)

yamamay-carpisa-calcio-femminile

IL NAPOLI CARPISA YAMAMAY SUPERA LA LAZIO DI LOTITO

volpeCome all’andata, è stato un gol di Volpe a regalare la vittoria contro la Lazio di Lotito (1-0) al Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile, nella seconda giornata di ritorno della serie B. Il gol è arrivato al 52’ con un tocco dell’attaccante che ha superato il portiere da centro area. Gli unici rischi sono arrivati a pochi minuti dalla fine, quando Iorio ha salvato sulla linea sugli sviluppi di un’azione nata da un intervento dubbio su Esposito al limite dell’area e con un colpo di testa di poco alto in pieno recupero.
“La squadra mi è piaciuta, siamo un gruppo giovanissimo e abbiamo tante ragazze alle prime esperienze – ha spiegato il tecnico, Marco Mazziotti -. Lottiamo sempre anche se manca ancora qualcosa in fase offensiva. Il risultato per noi è importante e ci permette di tornare a lottare nelle posizioni di vertice”.
Il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile tornerà in campo domenica 12 febbraio in casa contro il Grifone Gialloverde.

moraca

NAPOLI CARPISA YAMAMAY, 3-0 AL COLLANA CON LA LAZIO

Vittoria interna contro la squadra di Lotito

moraca Ancora una vittoria per il Napoli Carpisa Yamamay, che oggi allo stadio Collana ha superato 3-0 la Lazio, società assorbita dalla Lazio maschile del presidente Lotito. Gara complicata nel primo tempo, sbloccata solo poco prima dell’intervallo da Moraca (42’). Nella ripresa, invece, prima il capitano Valentina Esposito (54’), poi ancora Moraca nel finale (84’) hanno chiuso definitivamente la partita.

“Avevo chiesto di ripartire, sul piano mentale, dal secondo tempo di Messina di domenica scorsa – spiega il tecnico, Alessandro Riccio -. Quella rimonta ci ha dato consapevolezza e nonostante le condizioni difficili del campo legate alla pioggia abbiamo creato tanto e dopo aver sbloccato la partita non abbiamo avuto altre difficoltà. Dobbiamo solo recuperare alcune ragazze che non sono al meglio per proseguire la stagione nel modo migliore”.

Il Napoli Carpisa Yamamay tornerà in campo domenica 21 febbraio in trasferta contro il Salento.

Napoli Carpisa Yamamay-Lazio 3-0

Napoli Carpisa Yamamay: Kaselytè, Cuciniello, Giuliano, Russo, Di Marino, De Biase, Esposito V., Aresu (59’ Papillo), Esposito L., Moraca, Tagliaferri (46’ Vecchione). A disp.: Parnoffi, Musella, Lanzetta, Massa. All. Riccio

Lazio: Sarnataro, Santoro, Vaccari (40’ Schiavi), Lommi, Pezzotti, Casali (83’ Celli), Corradino, Lombardozzi, Cianci (68’ Olivieri), Berarducci, Sette. A disp.: Mari, Angelini, Autili, Spagnuolo. All. De Cosmi

Arbitro: Taricone (Perugia)

Marcatori: 42’ Moraca, 54’ Esposito V, 84’ Moraca

Espulsi: Santoro

esposito v

NAPOLI CARPISA YAMAMAY, AL COLLANA ARRIVA LA LAZIO DI LOTITO

Domani alle 14.30 l’incontro con la formazione assorbita dalla Lazio maschile

esposito vInteressante sfida domani allo stadio Collana per il Napoli Carpisa Yamamay. L’avversario della seconda giornata di ritorno della serie B, infatti, sarà la Lazio, una delle prime società femminili assorbite dalla società professionistica maschile. All’andata, a Roma, le napoletane si imposero con un ampio 0-4 e domani, dopo il successo in trasferta in Sicilia di domenica scorsa, proveranno a ripetersi. A disposizione del tecnico, Alessandro Riccio, non ci sarà solo Giulia Asta, per un problema alla caviglia non ancora risolto.

“Non dobbiamo guardare la classifica – spiega Riccio -. Sarà importante evitare l’errore commesso contro il Trani, quando non abbiamo affrontato con la giusta cattiveria agonistica le nostre avversarie, sbagliando l’approccio alla gara. Dovremo andare in campo per fare del nostro meglio per conquistare il risultato, ripartendo dal secondo tempo di domenica scorsa in Sicilia”.

Napoli Carpisa Yamamay-Lazio, valida per la tredicesima giornata del girone D della serie B, si giocheràdomani alle 14.30 allo stadio Collana.

 

Koulibaly torna titolare contro la Fiorentina nella difesa del Napoli

Lazio-Napoli 0-2, azzurri inarrestabili

Cori razzisti della curva laziale ai danni di Koulibaly

Koulibaly torna titolare contro la Fiorentina nella difesa del Napoli

Inarrestabili; non ci sono altri aggettivi per definire i ragazzi di Sarri, che in formato trasferta battono per 2 reti a 0 la Lazio di Stefano Pioli, e continuano a volare in vetta alla classifica in attesa del big match che il 13 febbraio li vedrà opposti alla Juventus. I partenopei iniziano anche ad acciuffare i primi record: settima vittoria consecutiva come il Napoli di Maradona, targato Bianchi, della stagione 1987-88.
IL MATCH
I padroni di casa devono fare i conti con le molteplici assenze: tra i nove assenti, anche gli squalificati Cataldi, Milinkovic e Matri; in difesa entra Mauricio e a metà campo, viene inserito Onazi e torna Lulic; novità anche in avanti, con Klose dal primo minuto si rivede pure Felipe Anderson. I partenopei schierano il classico 4-3-3 con Maggio e David Lopez in sostituzione degli squalificati Hysaj e Allan; tridente con Insigne e Callejon a supporto di Gonzalo Higuain. Proprio quest’ultimo, tanto per cambiare, sblocca l’incontro al minuto 24: assist di Callejon, il Pipita riceve in area di rigore e, favorito da un rimpallo, con un tocco sotto supera l’estremo difensore biancoceleste. Passano 3 minuti ed il Napoli ammazza la partita con Callejon che innescato da un superbo lancio di Insigne supera Marchetti con un lob delicato che si insacca. Al minuto 38 piove sul bagnato in casa Lazio: Candreva si ferma per problemi muscolari, al suo posto Keita Balde; il Napoli fa comunque buona guardia e riduce al lumicino le offensive dei padroni di casa con un Reina quasi mai impegnato. Dopo l’intervallo la Lazio ci prova in tutti i modi ha ha due buone occasioni con Klose che spara alto da posizione favorevole e con Lulic, atterrato in area facendo reclamare un penalty ai suoi. Al 24′ il direttore di gara, Irrati prende la giusta decisione di sospendere la gara per qualche minuto a causa dei soliti cori razzisti che partono dalla curva laziale ai danni di Koulibaly e del popolo napoletano.La gara riprende dopo qualche minuto e con l’annuncio dal altoparlante di evitare altri cori del genere pena la sospensione; il match non più molto da raccontare ed il Napoli si proietta al prossimo incontro che lo vederà opposto al Carpi di mister Castori, prima del match scudetto allo Juventus Stadium.

Candreva festeggia il suo gol del momentaneo 2-0 della Lazio sul Napoli a fine primo tempo

Lazio-Napoli, le probabili formazioni

Candreva festeggia il suo gol del momentaneo 2-0 della Lazio sul Napoli a fine primo tempo

E’ già tempo di campionato in casa Napoli, dopo la bella e convincente prestazione con l’Empoli, gli azzurri di mister Sarri torneranno in campo domani sera allo stadio Olimpico di Roma per affrontare la Lazio di Stefano Pioli. Nel match di andata non ci fu storia: i partenopei misero a segno la prima vittoria stagionale rifilando cinque reti ai biancocelesti, grazie alla doppietta di Higuain e le reti di Allan, Insigne e Gabbiadini. Ora il momento di forma del Napoli appare straripante mentre laziali sono reduci da uno scialbo 0 a 0 rimediato in Friuli contro l’Udinese; nonstante ciò la squadra romana ha dimostrato più volte in questa stagione di poter dare filo da torcere a chuinque grazie a solide prestazioni. Maurizio Sarri domani sera non potrà contare sugli ssqualificati Hysaj e Allan chje dovrebbero essere sostituiti rispettivamente da Maggio e David Lopez; ma andiamo a vedere nel dettaglio le formazioni che scenderanno in campo all’Olimpico:
Lazio(4-3-3) : Berisha, Basta, Mauricio, Hoedt, Konko, Parolo, Onazi, Lulic, Candreva, Klose, Keita. All.Pioli
Napoli(4-3-3): Reina, Maggio, Abiol, Koulibaly, Ghoulam, David Lopez, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain, Insigne. All.Sarri

Sul fronte mercato è intanto da registrare l’arrivo che avevamo già anticipato la scorsa settimana di Vasco Regini, difensore proveniente dalla Sampdoria.

napolicalcio-femminile-620x400

NAPOLI CARPISA YAMAMAY, AMPIA VITTORIA CONTRO LA LAZIO DI LOTITO

A Roma le napoletane si impongono 0-4

giulianoSeconda vittoria consecutiva in campionato per il Napoli Carpisa Yamamay. La squadra allenata da Alessandro Riccio ha conquistato i primi tre punti in trasferta battendo la Lazio con un ampio 0-4. La squadra romana è l’unica, insieme alla Fiorentina, ad essere stata assorbita dal club maschile e questo dà ulteriore prestigio al successo conquistato dalle partenopee. La gara dopo una prima mezz’ora di equilibrio è stata sbloccata dal 33’ da Giuliano su punizione. Nella ripresa in due minuti il Napoli ha chiuso la partita con i gol di Moraca (53’) e Cafiero (55’), prima del definitivo poker messo a segno da Russo.

“La partita nel primo tempo è stata molto combattuta – spiega Riccio -, abbiamo affrontato una buona squadra che merita di più della classifica attuale. Non abbiamo subìto quasi mai, siamo riusciti a fare il nostro gioco, anche se nel primo tempo abbiamo avuto più difficoltà. Siamo riusciti a creare tante occasioni, questa è la strada giusta per la nostra crescita, anche se non dobbiamo mai rilassarci”.

Il Napoli Calcio Femminile tornerà in campo l’8 novembre in casa contro il Salento Women per la terza giornata del campionato di serie B.

Lazio-Napoli Carpisa Yamamay 0-4

Lazio: Sarnataro, Schiavi, Vaccari, Lommi, Aurilia, Pezzetti, Celli, Setti, Colletta, Berarducci, Musella I. A disp.: Mari, Angelina, Fanelli, Olivieri, Casali.

Napoli Carpisa Yamamay: Parnoffi, Schioppo, Esposito V., Di Marino (77’ Musella), Russo (83’ Marino), Giuliano, Cafiero, Aresu, Vecchione, Moraca, Esposito L. (65’ Massa). A disp.: Tagliaferri, Sabatino. All. Riccio

Arbitro: Tisco (Pescara)

Marcatori: 33′ Giuliano 53’ Moraca  55’ Cafiero 70’ Russo

 

Napoli, 1° novembre 2015

 

napolicalcio-femminile-620x400

NAPOLI CARPISA YAMAMAY, DOMANI TRASFERTA CONTRO LA LAZIO DI LOTITO

Prima gara fuori casa in campionato per la squadra di Alessandro Riccio

moraca2Dopo una settimana di pausa torna il campionato di serie B di calcio femminile. Il Napoli Carpisa Yamamay, dopo lo splendido esordio casalingo contro il Nebrodi, sarà impegnato domani in trasferta sul campo della Lazio, unica squadra, insieme alla Fiorentina, ad essere stata assorbita dal club maschile. Sarà, quindi, la prima sfida delle partenopee contro la nuova Lazio targata Lotito, al centro sportivo Gentili, una delle strutture dedicate al settore giovanile del club capitolino. A disposizione non ci sarà Rossella Cuomo, che ha ripreso da poco gli allenamenti dopo un problema muscolare che dura da tempo, mentre sono in forse Giulia Asta e Paola Cuciniello, che hanno accusato dei risentimenti in settimana.

“Non dobbiamo pensare agli ultimi risultati – spiega il tecnico, Alessandro Riccio -, perché ogni gara è una storia a sé. Non dobbiamo porci limiti e fare la nostra partita dando il meglio per provare a conquistare un risultato positivo. L’obiettivo, però, dev’essere giocare come sappiamo e non avere la pressione del risultato”.

Lazio-Napoli Carpisa Yamamay, valida per la seconda giornata del campionato di serie B, si giocheràdomani alle 14.30 a Roma.

Benatia, obiettivo di mercato della Juventus

Calciomercato Serie A: Juve suggestione Benatia, Roma quasi fatta per Dzeko

Benatia, obiettivo di mercato della Juventus

Benatia, obiettivo di mercato della Juventus

Ore frenetiche per il mercato del Napoli, che piano piano sta completando la rosa in vista della prossima stagione. Dopo Chiriches, anche Hysaj, che ha lasciato il ritiro dell’Empoli e a breve sarà ufficialmente un giocatore azzurro: ai toscani andranno circa 5 milioni, mentre il ragazzo firmerà un quinquennale da 600 mila euro a stagione. Risolti dunque i problemi legati ai diritti d’immagine, gli stessi problemi che hanno impedito ad Astori di giocare al San Paolo. Difesa rivoluzionata ed ora De Laurentiis, insieme a Giuntoli, sta preparando l’assalto finale per Vrsaljko. C’è ancora distanza tra l’offerta ( 8 – 10 milioni circa) e la domanda (14 milioni), ma nelle prossime ore è previsto un incontro con il Sassuolo per cercare di arrivare ad un compromesso. L’alternativa numero uno al croato è Sala del Verona, in procinto di lasciare la società gialloblu. Un altro nome che si è fatto per la difesa è quello di D’Ambrosio, ex Torino attualmente all’Inter, che in questa primissima parte di stagione non ha assolutamente convinto Mancini e potrebbe essere sacrificato. In uscita, invece, scongiurata la partenza di Callejon, che tramite il suo agente ha detto di essere felice al Napoli e che non ha nessuna intenzione di cambiare aria. Chi invece ha le valigie pronte è Ghoulam, che ha ricevuto diverse offerte, soprattutto dalla Premier, ma lo stesso Sarri ha così parlato di lui: “Ghoulam è un giocatore importante per noi. Su quella fascia abbiamo solo lui e Strinic, se dovesse andare via sarebbe veramente un peccato”. Sirene turche invece per Inler. Infatti, il Besiktas, dopo aver ufficializzato Mario Gomez, avrebbe individuato nello svizzero il centrocampista ideale per gli equilibri della squadra. Gokhan Inler, prima di prendere una decisione definitiva, vorrebbe attendere e capire se Sarri punta ancora su di lui. La sua priorità è quella di rimanere al Napoli. Infine, altro nome sulla lista della spesa è quello di Maksimovic del Torino. Urbano Cairo ha sparato alto, affermando che il giocatore andrà via solo per un’offerta irrinunciabile, che tradotto in cifre di mercato si parla di circa 16 – 18 milioni. Anche il Milan ed il Tottenham sono sulle tracce del difensore serbo.

Non solo i partenopei sono al lavoro in questi ultimi giorni di luglio, infatti anche per Marotta e Paratici vacanze rimandate e straordinari in vista. Ė più complicata del previsto la trattativa per portare alla Juventus Julian Draxler. Il club tedesco è fermo alla sua richiesta iniziale di 30 milioni, mentre i bianconeri, forti del sì del giocatore, non vogliono andare oltre i 15. Per il momento affare in stand-by. In alternativa al 21enne tedesco si parla di Nasri del City. Ma qui siamo solo a delle suggestioni e nessuna trattativa in essere. Inoltre, dopo lo stop di Barzagli, che salterà la Supercoppa dell’8 agosto contro la Lazio in Cina (fischio d’inizio alle 14.00 ora italiana), anche Chiellini si ferma e non ci sarà contro i biancocelesti. Allora la dirigenza sta pensando di sondare il terreno per Benatia. Il marocchino più volte ha ribadito di stare bene a Monaco di Baviera, ma allo stesso tempo ha anche affermato di essere contento dell’interesse di una grande squadra come la Juventus. Trattativa certamente non facile, visto che il club tedesco ha pagato il difensore ex Roma circa 45 milioni e Guardiola non ha nessuna intenzione di svenderlo. Il Bayern Monaco fa sapere che per meno di 25 milioni il giocatore non si muoverà. Sempre in difesa, Marotta ha praticamente chiuso per Siqueira. Con l’Atletico il discorso va avanti da un paio di settimane e da tutte e tre le parti c’è la volontà di definire l’affare il prima possibile. Infine, per quanto riguarda le entrate, nel pomeriggio ci sarà un incontro a Milano con la dirigenza del Cagliari per parlare di Donsah. Sul piede di partenza c’è sempre Llorente, che prima di prendere la scelta finale, sta aspettando che arrivino offerte ufficiali importanti da parte dello United, Arsenal e Real Madrid. Intanto, ieri il suo agente è volato a Londra per capire le intenzioni reali dei Gunners, anche se la priorità per il Re Leone è il Real Madrid.

La Roma, dopo aver messo in cassaforte il contratto di Salah (per lui si attende solo il sì ufficiale da parte della Fifa) e di Szczesny, presentato alla stampa ieri, sta completando anche l’acquisto di Dzeko. Infatti, è lo stesso attaccante classe ’86 ad aver dichiarato: “presto andrò via dal City” ed a confermare le parole del bosniaco c’ha pensato direttamente Pallotta: “Per quanto riguarda Dzeko, state tranquilli”. Sembra che il City si sia rassegnato (anche dietro la forte pressione dell’agente dell’attaccante) a cedere il suo cartellino per circa 20 milioni di euro. Sempre per la fase offensiva, la suggestione dell’ultima ora porta a Gerson, inseguito anche dalla Juve ed in ottica Barça. Il padre del ragazzo, nonché procuratore, ha ribadito la volontà di accettare solo il trasferimento al Barcellona, mentre il club brasiliano, il Fluminense, ha detto che è aperto ad ogni tipo di offerta. Intanto Sabatini ha messo sul piatto circa 15 milioni. Nelle prossime settimane si attendono sviluppi. In uscita, sembra che Romagnoli sia sempre più vicino al Milan, anche se Galliani ha più volte dichiarato che i rossoneri non andranno oltre ai 25 milioni offerti due settimane fa.

Il Milan, appunto, che prima di concentrarsi sul mercato, deve risolvere la questione della cessione del 48%. Ieri, Mr Taechaubol ha pranzato ad Arcore insieme a Silvio Berlusconi e la figlia Barbara per definire gli ultimi dettagli. A breve la firma e Galliani ripartirà da lì. I nomi sono i soliti, piace tantissimo Romagnoli, si spera per Zlatan Ibrahimovic e si monitora la situazione Witsel, dove il club russo lo ha valutato 100 milioni. Dall’altra sponda di Milano, l’Inter ha praticamente chiuso con il mercato in entrata. Perisic è ormai prossimo a vestire la maglia nerazzurra, l’unico nodo è legato alla cessione di Shaqiri allo Shalke, che in questo momento è bloccata. Dopo Jovetic e Melo, che è atteso a Milano nelle prossime ore, si tratta solamente per un terzino sinistro. In pole ci sono Clichy del City (vecchia conoscenza di Mancini) e Domenico Criscito. Con le valigie pronte in teoria dovrebbero essere in tanti, ma nessuno, vedi Nagatomo o Santon, sono seriamente intenzionati a lasciare la società nerazzurra.

Infine la Lazio, che dopo aver acquistato Kishna dall’Ajax, è prossima a mettere sotto contratto anche Milinkovic. Per lui, Lotito sborserà ben 9 milioni e la firma è prossima. Intanto, Raiola, dopo aver definito l’affare con l’ex Ajax, ha proposto ai biancocelesti un acquisto shock: Mario Balotelli. Per l’attaccante italiano la formula prevede prestito di 2 milioni e riscatto fissato a 18. Lotito ci sta pensando.

Per le altre squadre, Okaka saluta la Sampdoria e andrà a giocare nell’Andrelecht. Il Palermo ha ceduto in prestito Maele allo Sporting Lisbona, ha ufficializzato Brugman, mentre il Toro, oltre a Hernandez, è sulle tracce di Borini, ex Roma ed attualmente al Liverpool. Super asta per Defrel, su di lui c’è l’interesse di Palermo, Torino, Atalanta, Bologna, Genoa, Everton e Saint Etienne, vedremo chi alla fine la spunterà. Il Genoa, intanto, sarebbe interessato a Denis dell’Atalanta e Suso del Milan.

ATALANTA:
Ufficiali: De Luca, Richmond Boakye, Kurtic, De Roon
Trattative in entrata: Raimondi (rinnovo) Belotti, Rossettini, De Jesus Pereira
Trattative in uscita: Benalouane, Denis, Rosseti, Bianchi, Cigarini
Cessioni: Baselli, Zappacosta
BOLOGNA:
Ufficiali: Djokovic, Mirante, Brienza
Trattative in entrata: Pasalic, De Ceglie, Coman, Pellè, Fossati, Parades, Sanabria, Defrel
Trattative in uscita: Mancosu
CARPI:
Trattative in entrata: Melchiorri, Gavazzi, Brkic
Trattative in uscita: Mbakogu
CHIEVO:
Ufficiale: Gobbi, Birsa, M’Poku,
Trattative in entrata: Paloschi (rinnovo), Schelotto
Trattative in uscita: Mattiello (fine prestito), Zukanovic
EMPOLI:
Trattative in entrata: Skorupski, Krunic, Bittante
Trattative in uscita: Mario Rui, Saponara
Cessioni: Valdifiori, Tavano, Hysaj
FIORENTINA:
Acquisti: Sepe, Gilberto, Babacar (rinnovo), Mario Suarez
Trattative in entrata: Gilardino (rinnovo), Salah, Inler, Wallace, Destro
Trattative in uscita: Gomez
Cessioni: Neto, Roncaglia, Richards, Savic
GENOA:
Ufficiale: Doigo Figueiras
Trattative in entrata: Cikalleshi, Rincon (rinnovo), Edenilson, Pandev, Fossati, Defrel, Suso, Denis, Benalouane
Trattative in uscita: Roncaglia, Perotti, Niang, Perotti,
Cessioni: Bertloacci, Falquè
SAMPDORIA:
Ufficiale: Fernando, Silvestre, Zukanovic
Trattative in entrata:
Trattative in uscita: Eder, Soriano
Cessioni: Obiang, Eto’o, Romero, Okaka
FROSINONE:
Acquisti: Leali, Rosi
Trattative in entrata: Duje Cop, Leali, Bernardini, Verde, Rossettini,
Trattative in uscita: Soddimo
INTER:
Acquisti: Kondogbia, Murillo, Miranda, Montoya, Biabany, Jovetic
Trattative in entrata: Eder, Hernandez,Kolarov, Tourè,Felipe Melo, Cuadrado, Perisic, Rudiger, Abdennour, Keita, Zukanovic , Lucas Leiva, Salah, Perisic, Criscito, Clichy
Trattative in uscita: Shaqiri, Kovacic, Taider, Ranocchia, Schelotto
Cessioni: Obi, Kuzmanovic, Podolski, Campagnaro
MILAN:
Acquisti: De Jong (rinnovo), Bertolacci, Luiz Adriano, Bacca
Trattative in entrata: Matri, Abate (rinnovo), Ibrahimovic, Brahimi, Arda Turan, Hummels, Pjaca, Abdennour, Witsel, Romagnoli
Trattative in uscita: Abbiati (scadenza contratto), Bocchetti, Mexès, Antonelli, Muntari, Suso, Cerci, Pazzini, Muntari, Essien,
JUVENTUS:
Acquisti ufficiali: Dybala, Khedira, Mandzukic, Rugani, Vadalà, Lanini, Zaza, Neto
Trattative in entrata: Donsah, Cavani, Witsel, Lamela, Van Persie, Oscar, De Bruyne, Benatia, Higuain, Saponara, Abdennour, Draxler, Goetze, Siqueira, Alex Sandro, Nasri
Trattative in uscita: De Ceglie, Llorente, Marrone, Pogba
Cessioni: Berardi, Tevez, Pirlo, Storari, Ogbonna, Pepe, Vidal
TORINO:
Acquisti: Benassi, Avelar, Obi, Acquah, Zappacosta, Baselli
Trattative in entrata: Cikalleshi, Amauri (rinnovo), Cerci, Ekdal, Zapata, Cigarini, Jorginho, Hernandez, Belotti, Defrel, Matri, Borini
Trattative in uscita: Bruno Peres, Barreto, Amauri, Maksimović, Maxi Lopez
Cessioni: Darmian
LAZIO:
Acquisti: Morrison, Kishna
Trattative in entrata:, Borini, Huntelaar, Milinkovic
Trattative in uscita: Ledesma, Klose, Keita
Cessioni: Cavanda
ROMA:
Acquisti: Bertolacci, Iago Falquè, Nainggolan, Ibarbo (rinnovo prestito), Szczesny, Salah
Trattative in entrata: Benalouane, Karnezis, Casillas, Ayew, Malcom, Cuadrado, Perin, Van der Wiel, Sirigu, Dzeko
Trattative in uscita: Maicon, Balzaretti, Pjanic (?), Gervinho, Lobont, Spolli, Ucan, Paredes, Sanabria, Destro, Doumbia
Cessioni: Skorupski, Bertolacci
NAPOLI:
Acquisti: Valdifiori, Sepe, Reina, Gabriel, Allan, Hysaj, Chiriches
Trattative in entrata: Mario Rui, Saponara, Immobile, Sportiello, Maksimović, Acerbi
Trattative in uscita: Inler, Zuniga, Michu, Ghoulam, Albiol, Callejon, Rafael
Cessioni: Gargano, Britos, Zapata, Sepe
PALERMO:
Acquisti: Goldaniga, Cassini, Hiljemark, El Kaoutari, Brugman
Trattative in entrata: Albertengo, Trajkovoski, Araujo, Defrel
Trattative in uscita: Belotti, Daprelà, Ujkani, Barreto, Terzi, Maresca
Cessioni: Dybala
SASSUOLO:
Acquisti: Berardi
Trattative in entrata: Ariaudo, Felcinelli, Politano
Trattative in uscita: Taider, Vrsalijko
Cessioni: Zaza
VERONA:
Acquisti: Romulo (non riscattato dalla Juventus), Viviani, Pazzini
Trattative in entrata: Bocchetti, Juanito Gomez (rinnovo), Jankovic (rinnovo)
Trattative in uscita: Saviola, Sala,
UDINESE:
Ufficiale: Kelava, Douglas, Torje, Nico Lopez, Zapata, Britos (Watford)
Trattative in entrata: Rodriguez Jr,
Trattative in uscita:Karnezis, Scuffet, Edenilson, Nico Lopez, Hertaux, Di Natale
Cessioni: Allan

Jovetic è il nuovo rinforzo in casa Inter

Calciomercato Serie A: Jovetic ufficiale all’Inter, il Napoli tra Chiriches e il rinnovo del Pipita

Jovetic è il nuovo rinforzo in casa Inter

Jovetic è il nuovo rinforzo in casa Inter

Tempo di presentazioni di calendari in Serie A, ma tempo anche di calciomercato. Jovetic, con due giorni di anticipo, è atterrato a Milano per sottoporsi alle consuete visite mediche, prima di mettere la firma sul contratto che lo legherà all’Inter per i prossimi 4 anni. Intanto, Perisic è in tournèe con il suo Wolfsburg, anche se già dalla prossima settimana potrebbe essere ufficialmente un attaccante nerazzurro. Stessa sorte per Felipe Melo, al quale Ausilio ha strappato una mezza promessa: “entro il 5 agosto sarai un nostro giocatore”, anche se i tifosi hanno iniziato a storcere il naso. Nella tournèe in Cina, con l’ultima sfida persa 3 a 0 contro il Real Madrid, Roberto Mancini ha potuto valutare l’intera rosa, per capire chi si è meritato la conferma e chi non ha convinto. Sula lista nera sarebbe finito anche Ranocchia, il quale potrebbe rientrare nell’affare Perisic. Nessuna novità invece per i soliti noti che dovrebbero lasciare Milano, tra cui Shaqiri, che ancora non ha sciolto le riserve sul suo futuro. Infatti, sembra che, oltre allo Shalke, anche il Borussia si sia fatto vivo e lo svizzero, prima di prendere una decisione definitiva, vuole aspettare l’evolversi della situazione.

Il Napoli, che a Dimaro sta completando la preparazione atletica, ha abbracciato il Pipita Higuain, che terminate le sue vacanze dopo la Coppa America si è messo a disposizione di Sarri per iniziare la nuova stagione al meglio. Intanto, il suo procuratore nonché fratello, Nicolas, ha incontrato De Laurentiis per parlare del rinnovo del contratto in scadenza nel 2018. Lo stesso presidente ha confermato la volontà di rinnovare il contratto al numero 9 argentino, parlando con dei tifosi presenti al ritiro: “Cosa pensate, che sono venuto qui a prendere del fresco? Con Higuain il rinnovo è praticamente cosa fatta, prolungheremo almeno di un anno o forse due e probabilmente gli aumenteremo anche lo stipendio”. Oltre all’attacco, gli azzurri stanno lavorando anche per la difesa. Il nome nuovo, dopo che Astori sembra sia saltato definitivamente, è quello di Vlad Chiriches, centrale romeno del Tottenham. Su di lui anche la Fiorentina, ma il Napoli sembra in vantaggio, tanto che il rumeno è già in ritiro a Dimaro. Agli Spurs dovrebbero arrivare circa 6 milioni, mentre il procuratore del romeno è atteso nelle prossime in Italia per incontrare Giuntoli e parlare del contratto. Al 90% il trasferimento si farà. Oltre a lui, è quasi fatta per Hysaj, terzino dell’Empoli che Sarri conosce molto bene. In uscita, occhio a Callejon, che è corteggiato dal Chelsea. Ancora nessuna trattativa ufficiale, anche se il Napoli ha fatto sapere che lo spagnolo ha una valutazione intorno ai 20 milioni di euro.

Nel frattempo in casa Juventus a tenere banco è l’infortunio di Andrea Barzagli, per lui stop di 20 giorni. Salterà sicuramente la Supercoppa contro la Lazio dell’8 agosto e i dubbi sulle sue condizioni fisiche preoccupano e non poco Allegri. Così Marotta starebbe pensando ad Astori, che con il Napoli ha definitivamente rotto e potrebbe essere un utile acquisto low-cost. Sul difensore del Cagliari c’è anche la Fiorentina. Per la trequarti in stand-by la questione Draxler. Il d.s bianconero, presente alla presentazione dei calendari di Serie A, intervistato da Sky ha così risposto: “Draxel è un ottimo profilo che seguiamo con attenzione. Abbiamo fatto pervenire alla sede dello Shalke un’ottima offerta, vedremo quale sarà la volontà del club tedesco”. Neanche il tempo di rispondere, che lo Shalke ha così twittato: “abbiamo ricevuto l’offerta della Juventus e l’abbiamo rifiutata. Vorremmo far presente ai bianconeri che non abbiamo nessuna intenzione di continuare con la trattativa”. Per la fascia, invece, Siqueira è sempre più vicino. Con l’entourage del giocatore è stato trovato un accordo sulla base di 2 milioni all’anno per i prossimi 2 con l’opzione per il terzo, ora serve trovare l’accordo con l’Atletico. Gli spagnoli valutano Siqueira circa 10 milioni. Le possibilità che l’affare possa andare in porto sono alte, ma attenzione al Psg, che si è prepotentemente inserito nella trattativa.

Proprio nelle ultime ore, la Fiorentina ha praticamente trovato l’accordo definitivo con il Besiktas per la cessione di Mario Gomez. Il tedesco già da domani potrebbe volare in Turchia per effettuare le visite mediche. In entrata invece, Pradè lavora per Astori conteso anche dalla Juventus. Mentre sfuma definitivamente Milinkovic, quando ormai la firma era pura formalità. Wallace piace moltissimo ai viola, che nella giornata di ieri hanno fatto pervenire un’offerta di 10 milioni al Gremio. Il brasiliano classe ’95 potrebbe presto atterrare a Firenze, a patto che la società brasiliana oltre ai 10 milioni non pretenda altre entrate legate ad esempio a cessioni future o valorizzazione del centrocampista stesso.

I giallorossi, che il 30 agosto affronteranno la Juventus in campionato, sta pian piano completando la rosa. Wojciech Szczesny sarà il nuovo portiere della Roma, per lui solo prestito secco. Da valutare, infatti, non tanto le sue qualità, ma il carattere, che a detta di tanti non è facile da gestire. Per Salah mancano da risolvere solamente le questioni burocratiche e poi sarà a tutti gli effetti anche lui un giocatore giallorosso. Intanto, l’agente dell’egiziano ha postato su twitter il logo della Roma. In stand-by, invece, Dzeko, dove il City è assolutamente fermo alle sue richieste e cioè chiede circa 30 milioni di euro, mentre Sabatini vorrebbe uno sconto, forte anche della volontà del bosniaco di vestire la maglia giallorossa.

Intanto a Fiumicino un gruppo di supporters della Lazio ha dato il benvenuto a Ricardo Kishna, che ha raggiunto la capitale per sottoporsi alle visite mediche e per firmare il suo nuovo contratto con la Lazio. Biancocelesti che a questo punto potrebbero mettere sotto contratto anche Milinkovic, che sembrava destinato alla Fiorentina.

Tutte le società al lavoro dunque per rinforzare le rose, ma da registrare il mercato del Milan che al momento è congelato. In attesa di capire l’evolversi della situazione Romagnoli, le intenzioni di Ibrahimovic e la vicenda Witsel, Galliani attende sornione. Per quanto riguarda le altre squadre, molto attivo il Palermo che ha praticamente concluso con il Montpellier il trasferimento di El Kaoutari difensore franco-marocchino classe 90‘. Al club francese andranno circa 2 milioni di euro, mentre al giocatore contratto da 4 anni a 700 mila euro a stagione a salire. Con il Genoa, Zamparini ha intrapreso una vera e propria guerra per Defrel, che fa sorridere il Cesena che così spera in un’asta che possa far lievitare il costo del cartellino. Intanto il Torino, dopo la cessione di Darmian, ha un buon tesoretto da investire. Nella lista della spesa di Urbano Cairo ci sono i nomi di Defrel (conteso anche da altre squadre), Belotti (indeciso se lasciare Palermo o rimanere) ed Abel Hernandez, che però ha un ingaggio piuttosto alto. In uscita sa segnalare la possibile partenza di Maxi Lopez destinazione Betis Siviglia e Maksimovic, per il quale il Napoli ha offerto ben 15 milioni.

ATALANTA:
Ufficiali: De Luca, Richmond Boakye, Kurtic, De Roon
Trattative in entrata: Raimondi (rinnovo) Belotti, Rossettini, De Jesus Pereira
Trattative in uscita: Benalouane, Denis, Rosseti, Bianchi, Cigarini
Cessioni: Baselli, Zappacosta
BOLOGNA:
Ufficiali: Djokovic, Mirante, Brienza
Trattative in entrata: Pasalic, De Ceglie, Coman, Pellè, Fossati, Parades, Sanabria
Trattative in uscita: Mancosu
CARPI:
Trattative in entrata: Melchiorri, Gavazzi, Brkic
Trattative in uscita: Mbakogu
CHIEVO:
Ufficiale: Gobbi, Birsa, M’Poku,
Trattative in entrata: Paloschi (rinnovo), Schelotto
Trattative in uscita: Mattiello (fine prestito), Zukanovic
EMPOLI:
Trattative in entrata: Skorupski, Krunic, Bittante
Trattative in uscita: Mario Rui, Hysaj Saponara
Cessioni: Valdifiori, Tavano
FIORENTINA:
Acquisti: Sepe, Gilberto, Babacar (rinnovo), Mario Suarez
Trattative in entrata:, Gilardino (rinnovo), Salah, Inler, Chiriches, Wallace
Trattative in uscita: Gomez
Cessioni: Neto, Roncaglia, Richards, Savic
GENOA:
Ufficiale: Doigo Figueiras
Trattative in entrata: Cikalleshi, Rincon (rinnovo), Edenilson, Pandev, Fossati, Defrel
Trattative in uscita: Roncaglia, Perotti, Niang, Perotti,
Cessioni: Bertloacci, Falquè
SAMPDORIA:
Ufficiale: Fernando, Silvestre, Zukanovic
Trattative in entrata:
Trattative in uscita: Eder, Okaka,
Cessioni: Obiang, Eto’o, Romero
FROSINONE:
Acquisti: Leali, Rosi
Trattative in entrata: Duje Cop, Leali, Bernardini, Verde, Rossettini,
Trattative in uscita: Soddimo
INTER:
Acquisti: Kondogbia, Murillo, Miranda, Montoya, Biabany, Jovetic
Trattative in entrata: Eder, Hernandez,Kolarov, Tourè,Felipe Melo, Cuadrado, Perisic, Rudiger, Abdennour, Keita, Zukanovic , Lucas Leiva, Salah, Perisic
Trattative in uscita: Shaqiri, Kovacic, Taider, Ranocchia, Schelotto
Cessioni: Obi, Kuzmanovic, Podolski, Campagnaro
MILAN:
Acquisti: De Jong (rinnovo), Bertolacci, Luiz Adriano, Bacca
Trattative in entrata: Matri, Abate (rinnovo), Ibrahimovic, Brahimi, Arda Turan, Hummels, Pjaca, Dzeko, Abdennour, Witsel, Romagnoli
Trattative in uscita: Abbiati (scadenza contratto), Bocchetti, Mexès, Antonelli, Muntari, Suso, Cerci, Pazzini, Muntari, Essien,
JUVENTUS:
Acquisti ufficiali: Dybala, Khedira, Mandzukic, Rugani, Vadalà, Lanini, Zaza, Neto
Trattative in entrata: Donsah, Cavani, Witsel, Lamela, Van Persie, Oscar, De Bruyne, Benatia, Higuain, Saponara, Abdennour, Draxler, Goetze, Siqueira, Alex Sandro
Trattative in uscita: De Ceglie, Llorente, Marrone, Pogba
Cessioni: Berardi, Tevez, Pirlo, Storari, Ogbonna, Pepe, Vidal
TORINO:
Acquisti: Benassi, Avelar, Obi, Acquah, Zappacosta, Baselli
Trattative in entrata: Cikalleshi, Amauri (rinnovo), Cerci, Ekdal, Zapata, Cigarini, Jorginho, Hernandez, Belotti, Defrel
Trattative in uscita: Bruno Peres, Barreto, Amauri, Maksimović, Maxi Lopez
Cessioni: Darmian
LAZIO:
Acquisti: Morrison, Kishna
Trattative in entrata:, Borini, Huntelaar,
Trattative in uscita: Ledesma, Klose, Keita
Cessioni: Cavanda
ROMA:
Acquisti: Bertolacci, Iago Falquè, Nainggolan, Ibarbo (rinnovo prestito), Szczesny
Trattative in entrata: Benalouane, Karnezis, Casillas, Ayew, Malcom, Cuadrado, Perin, Van der Wiel, Sirigu, Salah, Dzeko
Trattative in uscita: Maicon, Balzaretti, Pjanic (?), Gervinho, Lobont, Spolli, Ucan, Paredes, Sanabria, Destro, Doumbia
Cessioni: Skorupski, Bertolacci
NAPOLI:
Acquisti: Valdifiori, Sepe, Reina, Gabriel, Allan
Trattative in entrata: Allan, Mario Rui, Hysaj, Saponara, Immobile, Sportiello, Astori, Maksimović, Acerbi
Trattative in uscita: Inler, Zuniga, Michu, Ghoulam, Albiol, Callejon, Rafael
Cessioni: Gargano, Britos, Zapata, Sepe
PALERMO:
Acquisti: Goldaniga, Cassini, Hiljemark, El Kaoutari
Trattative in entrata: Albertengo, Trajkovoski, Araujo, Defrel
Trattative in uscita: Belotti, Daprelà, Ujkani, Barreto, Terzi, Maresca
Cessioni: Dybala
SASSUOLO:
Acquisti: Berardi
Trattative in entrata: Ariaudo, Felcinelli, Politano
Trattative in uscita: Taider, Vrsalijko
Cessioni: Zaza
VERONA:
Acquisti: Romulo (non riscattato dalla Juventus), Viviani, Pazzini
Trattative in entrata: Bocchetti, Juanito Gomez (rinnovo), Jankovic (rinnovo)
Trattative in uscita: Saviola, Sala,
UDINESE:
Ufficiale: Kelava, Douglas, Torje, Nico Lopez, Zapata, Britos (Watford)
Trattative in entrata: Rodriguez Jr,
Trattative in uscita:Karnezis, Scuffet, Edenilson, Nico Lopez, Hertaux, Di Natale
Cessioni: Allan


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35