barano-savoia

ASD CASORIA CALCIO – BARANO CALCIO 2-0, seconda sconfitta consecutiva per gli isolani

barano-savoiaSeconda sconfitta consecutiva in campionato per il Barano Calcio, battuto ancora una volta con il risultato di 0 – 2. Se sette giorni fa fu il Savoia ad infliggere un dispiacere ai bianconeri, stavolta è il Casoria a conquistare l’intera posta in palio nel match con gli aquilotti. C’ è da dire subito che il Barano non ha affatto sfigurato al cospetto di un ottimo avversario. La squadra di Monti, nonostante le importanti defezioni (Accurso, Biondi ed Angelo Arcamone) ha giocato un ottimo primo tempo, rendendosi più volte pericolosa.

La partita. Si mette subito in salita la partita dei bianconeri. Al 9’ il Casoria approfitta di una disattenzione degli isolani per trovare la rete del vantaggio con Sperandeo. La reazione del Barano non si lascia attendere, con gli aquilotti pericolosi con Cuomo. E’ proprio il giovane attaccante bianconero, al 39’, a sfiorare la rete del pari con una bella conclusione, ma la traversa si oppone. Poco prima dell’intervallo, la retroguardia locale è costretta agli straordinari per annullare un pericoloso tentativo di Rizzo. Ad inizio ripresa, il Casoria raddoppia: Simonetti dal limite dell’area calcia in maniera vincente, portando a due le reti dei viola di La Manna. L’occasione per dimezzare lo svantaggio capita a Rizzo, al 55’ minuto, ma l’ex Procida Bardet si salva con un grande intervento. Sotto di due gol, gli isolani restano in dieci per via dell’espulsione rimediata da Kikko Arcamone. Finisce così 2 a 0 in favore del Casoria. Il Barano, però, rispetto alle scorse settimane ha mostrato dei progressi, costruendo diverse palle gol.

2°GIORNATA ECCELLENZA CAMPANA GIR. A

Il tabellino

Casoria: Bardet, Bottigliero, Franci, Puccinelli (75°min. Cafaro), Capogrosso (’90), Diana, D’Onofrio (59°min. Yaya), Foti (88°min. Mautone), Sperandeo, Gioielli (92°mn. Postiglione), Simonetti. A disp. Aquila, Capogrosso (’93), Rosbino. All. La Manna

Barano: Martucci, Di Costanzo, Migliaccio, Trani (32° Romano), Chiariello (32°min. Errichiello), Monti, Cuomo, Capone (85°min. Filosa), Rizzo, Arcamone, Ferrari. A disp. Di Chiara, Maniero, Scritturale, Biondi. All. Giuseppe Monti

Arbitro: Garofalo della Sez. di Torre del Greco

Assistenti: Gargiulo (Ercolano) – Avitabile (Castellammare di Stabia)

Reti: 9°min. Sperandeo (C.), 47°min. Simonetti (C.)

Ammoniti: Trani (B.), Chiariello (B.), Gioielli (C.)

Espulso: Arcamone (B.)

Spettatori: 600 circa

sorteggio_champions

Champions League, buon sorteggio per il Napoli

Manchester City, Shakhtar Donetsk e Feyenoord le avversarie degli azzurri

sorteggio_championsNAPOLI  - Ai sorteggi di Montecarlo per la costituzione dei gironi della prossima Champions League il Napoli pesca bene: Manchester City, Shakhtar Donetsk e Feyenoord. Un girone sicuramente alla portata degli azzurri che potranno giocarsi con ogni probabilità il primato con il City e che nella peggiore delle ipotesi dovrebbero qualificarsi alla fase successiva centrando la seconda posizione. E’ chiaro che le partite sono tutte da giocare e che nel calcio nulla è scontato ma se la squadra di Maurizio Sarri sarà quella vista nelle due sfide contro il Nizza non ci dovrebbero essere problemi per il passaggio del turno. Staremo a vedere!

Soccer: Europa League, Napoli - Midtjylland

Europa League: Napoli-Midtjylland 5-0, primato nel girone con due giornate d’anticipo

A segno El Kaddouri, Gabbiadini (2), Maggio e Callejon

 

Soccer: Europa League, Napoli - MidtjyllandIl Napoli asfalta il Midtjylland al San Paolo con un netto 5-0  e porta a casa il primato nel girone di Europa League con due giornate d’anticipo. La serata di ieri sostanzialmente ha confermato quello che ormai è sotto gli occhi di tutti ovvero che la squadra di Sarri subisce poco risultando quasi impenetrabile e che costruisce tante occasioni da goal grazie al pressing alto che consente di rubar palla sulla trequarti avversaria e trovare rapidamente la porta. La novità è che i meccanismi perfetti ideati dall’ex tecnico dell’Empoli trovano riscontro positivo pur quando qualche campione (vedi Higuain) siede in panchina e i cosiddetti titolari di seconda fascia, calciatori dal minutaggio inferiore rispetto agli undici che vanno in campo con maggiore frequenza, non fanno sentire minimamente la mancanza degli assenti, mettendo in pratica le soluzioni tattiche proposte da Sarri alla perfezione. L’altra novità positiva è che finalmente è arrivato un goal da azione da calcio d’angolo sulle quali si lavora molto in fase di allenamento ma che finora non avevano portato i risultati sperati. Chi in questo momento riesce a trovare un difetto al Napoli, o è un grande tecnico o qualcuno che non vuole il bene di questa squadra che al momento rasenta la perfezione. Bisogna continuare su questa strada ritornando già da Domenica prossima al successo in campionato contro l’Udinese.

Il tabellino

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Chiricheș, Koulibaly, Strinić (68′ Hysaj); López, Valdifiori, Hamšík (53′ Allan); El Kaddouri, Gabbiadini, Insigne (57′ Callejón). A disp.: Gabriel, Albiol, Jorginho, Higuaín. All.: Sarri

Midtjylland (4-2-3-1): Andersen; Rømer, Banggaard, Sviatchenko, Novák; Hansen (47′ Ureña), Sparv; Olsson (69′ Sisto), Poulsen, Royer; Onuachu (62′ Pušić). A disp.: Raahauge, Lauridsen, Duelund, Rasmussen. All.: Thorup.
Arbitro: Bastien (Francia).

Reti: 13′ El Kaddouri (N), 23′ e 38′ Gabbiadini (N), 55′ Maggio (N), 77′ Callejón (N).
Note – Ammoniti: López (N).

europal.

Europa League, il girone del Napoli e tutti gli altri abbinamenti

europal.Stamane, a partire dalle ore 13,00  a Monaco si è tenuta la consueta cerimonia di sorteggio dei gironi di Europa League; il Napoli è stato inserito nel girone I e questa volta le avversarie sono decisamente abbordabili dunque sembra terminata la maledizione delle urne per il club partenopeo. Questo il girone degli azzurri:

Group I

NapoliNapoli(ITA)
Sparta PrahaSparta Praha(CZE)
Young BoysYoung Boys(SUI)
Slovan BratislavaSlovan Bratislava(SVK)
Questi invece gli altri gironi di una competizione che da quest’anno consegnerà alla vincitrice la possibilità di accedere alla Champions League attraverso i play off  o addirittura l’accesso diretto ai gironi di Champions nel caso la vincitrice della UEFA Champions League dovesse qualificarsi automaticamente per la fase a gironi 2015/16 grazie al piazzamento in campionato:

Group A

VillarrealVillarreal(ESP)
MönchengladbachMönchengladbach(GER)
ZürichZürich(SUI)
ApollonApollon(CYP)

Group B

KøbenhavnKøbenhavn(DEN)
Club BruggeClub Brugge(BEL)
TorinoTorino(ITA)
HJKHJK(FIN)

Group C

TottenhamTottenham(ENG)
BeşiktaşBeşiktaş(TUR)
PartizanPartizan(SRB)
AsterasAsteras(GRE)

Group D

SalzburgSalzburg(AUT)
CelticCeltic(SCO)
Dinamo ZagrebDinamo Zagreb(CRO)
AstraAstra(ROU)

Group E

PSVPSV(NED)
PanathinaikosPanathinaikos(GRE)
EstorilEstoril(POR)
Dinamo MoskvaDinamo Moskva(RUS)

Group F

InternazionaleInternazionale(ITA)
DniproDnipro(UKR)
St-ÉtienneSt-Étienne(FRA)
QarabağQarabağ(AZE)

Group G

SevillaSevilla(ESP)
Standard LiègeStandard Liège(BEL)
FeyenoordFeyenoord(NED)
RijekaRijeka(CRO)

Group H

LOSCLOSC(FRA)
WolfsburgWolfsburg(GER)
EvertonEverton(ENG)
KrasnodarKrasnodar(RUS)

Group J

Dynamo KyivDynamo Kyiv(UKR)
SteauaSteaua(ROU)
Rio AveRio Ave(POR)
AaBAaB(DEN)

Group K

FiorentinaFiorentina(ITA)
PAOKPAOK(GRE)
GuingampGuingamp(FRA)
Dinamo MinskDinamo Minsk(BLR)
pallone-lega-pro

Arzanese, il doppio pareggio contro il Tuttocuoio non basta. Lega Pro a girone unico solo in caso di ripescaggio

pallone-lega-proArriva al capolinea il sogno dell’Arzanese di accedere al girone unico di Lega Pro. I ragazzi di Marra, dopo una rincorsa partita ad inizio 2014, devono arrendersi ai toscani del Tuttocuoio nella doppia sfida del play-out. L’amarezza è doppia considerando che l’Arzanese è retrocessa senza essere sconfitta nei due match contro il Tuttocuoio, infatti a favorire i neroverdi di Massimiliano Alvini è la migliore posizione di classifica in campionato maturata dalla squadra di San Minato.
L’Arzanese, dopo lo 0-0 dell’andata, partiva con lo svantaggio di dover centrare la vittoria ad ogni costo con in aggiunta l’handicap di non poter schierare dal primo minuto il bomber Ripa, costretto in panchina per un problema all’adduttore e sostituito da Perna. Nonostante tutto i ragazzi di Marra entrano in campo determinati a fare l’impresa e già dopo 14’ passano in vantaggio grazie ad una rete del difensore Polverino e disputando un primo tempo di grande spessore.
Ad inizio rispesa il Tuttocuoio inizia ad alzare il ritmo di gioco, anche se la prima occasione buona è ancora per i campani con Auselio che viene fermato dall’intervento del portiere Bacci. Con il passare dei minuti i toscani, grazie al fantasista Salzano, prendono in mano le redini del match; al 21’ arriva il gol del 1-1 grazie al nuovo entrato Cherillo bravo a sfruttare di testa una punzione calciata al centro del area sempre da Salzano.
Nel finale di partita Marra tenta il tutto per tutto lanciando nella mischia anche Ripa, ed è proprio il bomber a creare l’ultima palla gol della partita servendo ad Auselio un assist perfetto che il centrocampista spreca calciando centralmente. Per i biancocelesti è l’epilogo do un sogno; l’unica possibilità di accedere comunque in Lega Pro è ora legata alla speranza di un ripescaggio per il quale il patron Serrao si è già attivato.

festaischia

Ischia promossa in Lega Pro a girone unico. Benevento ai play off, delude la Salernitana. L’Arzanese vince e resta agganciata al treno dei play out

Prima divisione

foggiasalernitanaLa notizia principale che ci arriva dalle squadre campane impegnate nella terzultima giornata del girone B della prima divisione di Lega Pro è la clamorosa sconfitta della Salernitana per 3-2 sul campo del Prato. La squadra di Gregucci era arrivata in Toscana per fare la partita della vita, ma invece si esibisce in una delle peggiori performance della stagione trovandosi sotto di tre gol già ad inizio ripresa ed entrando in partita quando ormai il risultato era ampiamente compromesso, e mettendo così a serio rischio le ambizioni dei granata per il finale di stagione.
Negli altri campi il Benevento si impone nettamente sul campo dell’Ascoli con il risultato di 0-3; mentre la Paganese e Gubbio, impegnati in una sfida con poco valore in ottica classifica, regalano comunque un bello spettacolo per i presenti grazie ad un emozionante 2-2.

Seconda divisione

festaischiaLa giornata delle campane nel girone B della seconda divisione del campionato di Lega Pro vedeva come evento principale il derby tra Aversa Normanna e Casertana, il match ha visto i falchetti imporsi sui cugini con il risultato di 1-2, concludendo così nel migliore dei modi la settimana di festeggiamenti per la promozione raggiunta nel turno precedente.
Anche l’Ischia si aggiunge, nonostante la sconfitta a Melfi, al gruppetto delle neo-promosse, grazie al nuovo regolamento dei campionati di Lega Pro che entrerà in vigore a partire dalla prossima stagione. Sconfitta di misura per il Sorrento sul campo del Messina, risultato che certifica la promozione per i siciliani. Vittoria importante per l’Arzanese nello spettacolare 3-2 contro il Foggia, anche lui neo-promosso, che consente ai ragazzi di mister Marra di rimanere ancora agganciati al treno per i play-out.

casertana

Casertana promossa nella Lega Pro a girone unico. Salernitana, tre punti d’oro. Il punto

Prima Divisione

 

gregucci

La 31ma giornata della prima divisione del

 campionato di Lega Pro girone B prevedeva

, per le squadre campane, lo scontro

diretto dell’Arechi in chiave play-off

tra Salernitana e Pisa.

Gli amaranto di Gregucci, davanti ad

un pubblico di diecimila spettatori,

hanno conquistato 3 punti d’oro

che gli permettono di tenere ancora

viva la fiamma della speranza per il

raggiungimento della promozione in

serie B. In una gara nervosa e priva

di grandi sussulti alla Salernitana è

bastato un gol all’ottavo minuto

del primo tempo siglato da Volpe

grazie ad un sinistro al volo.

I padroni di casa hanno mantenuto

un atteggiamento abbastanza

propositivo per tutto il primo tempo

per poi chiudersi maggiormente in

difesa a protezione del vantaggio

nella seconda parte di gara.

Negli altri campi pareggio a reti

bianche del Benevento nella sfida

casalinga contro il Catanzaro, mentre

è stato vinto a tavolino col risultato

di 0-3 il derby tra Nocerina e Paganese a

causa della squalifica dal campionato

della formazione rossonera.

 

Seconda Divisione

casertana

Giornata positiva per le squadre campane

impegnate nel girone B della seconda

divisione del campionato di Lega Pro.

Alla Casertana è sufficiente il pari senza

reti ottenuto in casa contro il Melfi per

festeggiare il ritorno nella Lega Pro unica.

L’Ischia ottiene una bella vittoria per

2-0 contro la capolista (e già promossa)

Cosenza, mentre il Sorrento si impone,

con lo stesso risultato degli isolani, sul

Tuttocuoio raggiungendo così il club

toscano in classifica a quota 39 punti.

In chiave salvezza continua il digiuno

da vittorie del Aversa, che nello scontro

diretto contro il Martina, si salva solo

nel finale grazie alla rete messa a segno

da Orlando; vittoria importante invece

per l’Arzanese, che imponendosi per

1-2 sul campo del Teramo (comunque

neopromosso)   guadagna due posizioni

in classifica ai danni di Poggibonsi  e

Castel Rigone e andando così  ad insidiare

la 14ma posizione della

classifica, occupata proprio

dai cugini dell’Aversa.

Rudi Garcia, tecnico della Roma

Il bilancio dopo la chiusura del girone d’andata

garciaCon i due posticipi che si sono giocati nella giornata di ieri si è ufficialmente concluso il girone d’andata del campionato di serie A 2013\2014. Facendo un bilancio di queste prime 19 giornate possiamo considerare come accantonata la speranza di vedere un torneo livellato e con più attori a contendersi il titolo; infatti il cammino delle prime tre della classe è stato impressionante, visto che alla spalle di una Juve che si appresta a battere tutti i record dei campionati precedenti abbiamo la sorprendente Roma di Garcia, rimasta imbattuta fino allo scontro diretto di Torino, e il Napoli che pur terzo ha comunque battuto il suo record storico di punti nel girone d’andata. A fare da contraltare allo straordinario cammino del trio di testa c’è la pochezza delle altre squadre partecipanti: tra le big si salva solo la Fiorentina che, pur penalizzata dagli infortuni, ha sempre espresso un buon gioco ed è stata l’unica formazione a battere la Juve di Conte mentre sembrano relegate a ruoli da comprimarie le due milanesi dove oltre alle mancanze tecniche stanno soffrendo i traumi dovuti ai rispettivi avvicendamenti societari, e anche formazioni come Lazio e Udinese (e possiamo aggiungere anche il Catania), che erano state sempre ai vertici nelle ultime stagioni, stanno ora vivendo momenti molto complicati e navigano nelle zone basse della classifica. Uniche novità positive arrivano da due neopromosse: la prima è senza dubbio l’ Hellas Verona di Mandorlini che a sorpresa si ritrova quinta a pari punti con l’Inter e a mio parere merita una citazione la cenerentola Sassuolo che, pur trovandosi nelle ultime posizioni, è stata comunque capace di fermare Napoli e Roma in trasferta e di battere il Milan in casa proponendo sempre un gioco votato all’attacco con una rosa formata principalmente da giovanissimi alla prima esperienza in serie A. Adesso c’è un girone di ritorno da giocare e una storia tutta da scrivere nella speranza che sorprese e capovolgimenti vadano a smentire quanto ho appena scritto, il tutto sempre a favore dello spettacolo e delle emozioni che il nostro campionato ci ha sempre offerto.

trapani-calcio2

Trapani, Luned’ 16 parte la campagna abbonamenti per il girone di ritorno

trapani-calcio2Parte lunedì 16 dicembre la campagna abbonamenti per assistere alle gare casalinghe del Trapani del girone di ritorno del campionato di serie B – Eurobet.

Questi i prezzi:

ABBONAMENTO TRIBUNA GRADINATA CURVA
INTERO € 245,00 € 125,00 € 75,00
RIDOTTO € 200,00 € 105,00 € 60,00
FAMILY 1 € 375,00 € 190,00 € 115,00
FAMILY 2 € 400,00 € 210,00 € 135,00
UNDER 16 € 150,00 € 75,00 € 45,00
UNDER 10 € 22,00 € 22,00 € 22,00

Una idea regalo granata per le prossime festività natalizie può essere anche il carnet per l’acquisto di tre tagliandi per tre partite consecutive casalinghe del Trapani.

I prezzi sono i seguenti:

Curva 27 euro

Gradinata 37,50 euro

Tribuna 69 euro

(sono inclusi i diritti di prevendita).

Il carnet può essere acquistato esclusivamente presso la biglietteria del Trapani Calcio, è nominativo e non è necessaria la tessera del tifoso.

Higuain dovrebbe essere titolare con Zapata ancora in panchina

Napoli-Marsiglia 3-2, azzurri ad un passo dalla qualificazione

2-NAPOLI-BENFICA--HIGUAIN-ESULTA-FOTOCUOMO-1Il Napoli è ad un passo dalla qualificazione o meglio ad un punto se quel punto sarà conquistato sul campo del Borussia Dortmund. Stesso discorso chiaramente vale se gli azzurri dovessero addirittura vincere in Germania. In caso contrario ovvero in caso di sconfitta, la qualificazione agli ottavi di Champions si complicherebbe notevolmente. Ma se la squadra di Benitez può andare a giocare con la squadra di Klopp con due risultati a disposizione su tre lo deve anche al successo di ieri sera ottenuto al San Paolo contro un Marsiglia orgoglioso che ha tentato in tutti i modi di conquistare i primi punti in Champions League. Francesi subito avanti con A. Ayew, poi un gran goal di Inler con uno splendido tiro da fuori riapre il match; Higuain ribalta il risultato. Nella ripresa gran sofferenza con il Marsiglia che spinge  e crea diverse occasioni da rete fino a trovare il goal del momentaneo pareggio con Tauvin che sfrutta una clamorosa indecisione di Armero su un cross facilmente controllabile da parte del difensore colombiano. A quel punto il tecnico spagnolo capisce che è il momento di buttare nella mischia Hamsik, tenuto inizialmente in panchina insieme a Behrami, e gli azzurri ricominciano a giocare come sanno. Un lancio di Fernandez mette un Mertens scattato sul filo del fuorigioco in condizioni di servire a Higuain una palla da spingere solo in porta; l’attaccante argentino non si fa pregare e deposita il pallone in fondo al sacco facendo esplodere ancora una volta il “San Paolo”. Nel finale entra anche Insigne che colpisce un palo dopo una splendida giocata, una delle sue, un tiro a giro rientrando da sinistra verso il centro, diretto sul secondo palo. Che dire di questo Napoli, fin qui Benitez ed i calciatori hanno compiuto un capolavoro sia per quanto concerne il campionato che per quanto riguarda la coppa europea per club più prestigiosa. Non resta che augurarsi che si continui a lavorare così e che si riesca a gestire al meglio l’emergenza di difensori almeno fino all’apertura del mercato di Gennaio, dove la società dovrà farsi trovare pronta per rinforzare un reparto composto da calciatori che sono costretti ad affrontare un vero e proprio tour de force.


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35