stefano-del-sante

Juve Stabia: ingaggiato l’attaccante Stefano Del Sante

stefano-del-santeS.S. Juve Stabia rende noto  di aver perfezionato l’accordo per l’acquisizione delle prestazioni sportive dell’attaccante Stefano Del Sante, classe ‘87.

 Il calciatore vanta quasi 300 presenze in Lega Pro e nella scorsa stagione ha segnato 10 reti con la maglia della Vigor Lamezia, disputando 31 partite. Per tre volte in doppia cifra, ha stabilito nelle stagioni 2008-09 e 2012-13 il proprio record di marcature, siglando 14 reti. Con la maglia del Mantova ha collezionato in tutto 67 presenze dal 2011 al 2013, segnando 23 gol. Molto positiva anche la sua esperienza a Varese, dal 2007 al 2009, con 24 reti realizzate. In carriera ha indossato inoltre le maglie di Pizzighettone, Lecco e Pavia, formazione con cui ha giocato nel 2010 e in questa prima parte di stagione.

L’attaccante, nativo di Perugia, ha commentato così il suo arrivo alla Juve Stabia: “Non vedo l’ora di giocare con le Vespe. Sono pronto per questa nuova avventura e so che i tifosi si aspettano che io dia un contributo importante alla squadra”.

Stefano Del Sante si aggregherà al gruppo a disposizione di mister Zavettieri questo pomeriggio  allo Stadio Comunale di Casola.

Allan è sbarcato a Dimaro questa notte. Si attende a momenti l'ufficialità

Allan è un calciatore del Napoli. Manca solo l’annuncio ufficiale

Allan vicinissimo al Napoli. All'Udinese 11 milioni di euro più Britos

Allan, un altro rinforzo a centrocampo per la squadra di Sarri

Allan  è  un calciatore del Napoli. Manca solo l’annuncio ufficiale del club partenopeo ma tutto è stato già definito. L’arrivo del centrocampista brasiliano va a completare un reparto che si presenta come uno dei migliori della prossima serie A. Con un attacco già stellare nel quale il vero acquisto è non cedere nessuno, un’abbondanza di portieri di qualità dei quali Reina è il re assoluto, una mediana da fare invidia, non resta che mettere in campo tutte le risorse possibili per portare a casa uno o due difensori che facciano migliorare anche il pacchetto arretrato. La trattativa Astori è in via di definizione ma nel contempo il club partenopeo si sta muovendo per portare a casa un giovane di grande prospettiva. Se andrà in porto almeno una delle due operazioni suddette, De Laurentiis e Giuntoli consegneranno a Maurizio Sarri un Napoli super.

scozzarella

Trapani, lesione al legamento del ginocchio per Scozzarella

scozzarellaIn casa Trapani, a seguito degli esami strumentali effettuati presso la Clinica Villa Stuart di Roma e della visita eseguita dal prof. Pierpaolo Mariani  è stata diagnostica a Matteo Scozzarella la lesione del legamento collatelare esterno del ginocchio destro, per la quale dovrà nei prossimi giorni essere sottoposto ad intervento chirurgico. Il centrocampista granata aveva accusato sabato scorso, al termine della seduta di rifinitura antecedente alla gara contro il Catania, a seguito di un contrasto di gioco, un violento dolore al ginocchio, che aveva indotto lo staff medico del Trapani Calcio a sottoporrlo ad una serie di accertamenti.

moraca giusy

Prosegue il momento d’oro del Napoli

Le napoletane vincono anche

sul campo dell’Audax (0-3)

 

moraca giusySi conferma anche in trasferta il Napoli Calcio Femminile, che nella settima giornata del girone D della serie B ha superato 0-3 l’Audax, in Abruzzo, conquistando la quarta vittoria consecutiva. Una partita non facile, contro una delle rivelazioni dell’inizio della stagione e su un campo molto caldo grazie allo splendido apporto del pubblico locale. La gara è stata sbloccata al 19’ da un rigore di Russo, al quarto centro consecutivo. La gara è proseguita in equilibrio nella prima fase, anche se è stato annullato un gol ad Ascolese per fuorigioco, mentre nella ripresa il Napoli è cresciuto mostrando un ottimo gioco e costruendo tante occasioni da rete. Nel finale le partenopee hanno chiuso i conti con il nono gol di Moraca in campionato, cui ha fatto seguito la rete di Azzurra Massa, figlia dell’ex calciatore del Napoli Peppe, che aveva già segnato alla prima giornata di campionato.

“Dobbiamo stare con i piedi per terra – spiega il tecnico, Alessandro Riccio -. Siamo consapevoli della nostra forza, soprattutto sul piano tecnico, ma c’è tanto lavoro da fare per crescere ancora, perché siamo un gruppo giovane che deve ancora pensare partita dopo partita. Abbiamo affrontato una squadra esperta e qualitativa, una delle migliori avversarie viste finora”.

Il Napoli Calcio Femminile tornerà in campo sabato 22 novembre, alle ore 14.30, in casa contro il Salento.

Audax,Napoli Calcio Femminile 0,3

Audax: Altieri, Mancini, Pelliccia, Pastò, Montella, Pasciarello, Dimimi, D’Angelo, Bolognese, Marino M.P., Cravero. A disp.: Ossowska, Marino M., Ricci, Favelli, Angelone, Cicala, Farrelli. All. Di Santo.

Napoli Calcio Femminile: Parnoffi, Schioppo, Cuciniello, Russo, Sabatino, Strisciante, Arcuro (76’ Massa), Aresu, Ascolese (80’ Cuomo), Moraca, Vecchione (88’ Longobardo). A disp.: Iannone, Asta, Reale, Sautto. All. Riccio

Arbitro: Zuffada (Sulmona)

Marcatori: 19’ Russo (rig.), 84’ Moraca, 85’ Massa

Ammoniti: Strisciante, Schioppo

Napoli sogna il ritorno del pocho

I movimenti di mercato del Napoli dopo l’infortunio di Insigne

Dopo llavezzi‘infortunio di Lorenzo Insigne, il Napoli dovrà ricorrere al mercato di Gennaio per coprire il posto lasciato dal gioiellino di Frattamaggiore visto che Mertens non potrebbe rendere al massimo in tutte le partite considerato che gli azzurri sono impegnati in tre competizioni, campionato, Europa League e Coppa Italia. In questi giorni si fanno tanti nomi, Giovinco, Lavezzi, Giaccherini ma sono ipotesi al momento che non trovano riscontro effettivo in quanto il club partenopeo non si è ancora mosso in tal senso. Certamente di queste tre ipotesi quella da scartare a priori è un ritorno del Pocho mentre Giovinco pur avendo un fisico simile a Lorenzo sarebbe troppo adattato per quel ruolo. Giaccherini invece per caratteristiche farebbe proprio al caso della squadra di Benitez, ma verrebbe in prestito fino a fine stagione? In caso contrario il Napoli dovrebbe comprarlo e poi si ritroverebbe con tre giocatori nel ruolo di ala sinistra per la prossima stagione? Come spesso accade, l’ipotesi più probabile è che il calciatore che arriverà all’ombra del Vesuvio non è tra quelli di cui si è fatto fin qui il nome. Probabile che Rafa Benitez riuscirà ad individuare il giocatore che fa al caso del team che guida; non è da escludere l’arrivo di uno svincolato a parametro zero come accadde l’anno scorso con Reveillere a seguito dell’infortunio di Mesto che seguì a quello di Zuniga.

insigneinfortunio

Insigne, rottura del crociato. Resterà fuori dai 4 ai 6 mesi

insigneinfortunioQuesta mattina la gioia del popolo azzurro per la vittoria di ieri a Firenze è stata spazzata via dalla notizia del grave infortunio capitato a
Lorenzo Insigne. Inizialmente si pensava che l’attaccante azzurro aveva rimediato una forte contusione o una distorsione ma in realtà dopo esami più approfonditi si è appreso che l’infortunio era molto grave in quanto si trattava di una rottura del crociato anteriore del ginocchio destro. Nel pomeriggio l’attaccante partenopeo è stato operato a Roma; l’intervento effettuato dal Professor Mariani a Villa Stuart è durato un’ora e un quarto ed è perfettamente riuscito. Il gioiellino di Frattamaggiore dovrà stare fermo ai box dai quattro ai sei mesi. Un vero peccato visto che Insigne stava attraversando un grande periodo di forma. Molto probabilmente il Napoli cercherà un sostituto da ingaggiare a Gennaio per non lasciare al solo Mertens l’impegno di giocare sulla trequarti a sinistra visto che le competizioni sono tante e tutti i calciatori hanno bisogno ogni tanto di rifiatare. Non resta che fare un grande in bocca al lupo ed un augurio di celere ritorno in campo a Lorenzo!

 

vidanov

Il difensore bulgaro Pavel Vidanov e’ un giocatore del Trapani

vidanovTrapani – Il difensore bulgaro Pavel Vidanov è un giocatore del Trapani. Il suo arrivo per un periodo di prova era stato annunciato un paio di settimane fa dal direttore sportivo Daniele Faggiano. Aggregato alla squadra, Vidanov ha convinto lo staff tecnico granata e, completato l’iter per il trasferimento, è ora un calciatore del Trapani a titolo definitivo con un contratto di un anno più opzione,
Cresciuto nelle giovanili del Cska Sofia Pavel Vidanov, nato a Sofia l’1 agosto 1988, ha debuttato nella serie A bulgara nel 2007. Dopo una parentesi di sei mesi al Vihren Sandaski (serie B bulgara), in cui ha collezionato 14 presenze e due reti, fa ritorno al Cska Sofia dove rimane fino al 2011 vincendo anche Coppa e Supercoppa di Bulgaria. Nello stesso anno raccoglie 6 gettoni in Romania con la maglia del Rapid Bucarest. Dal 2011 emigra in Polonia al Zaglebie Lubin dove gioca per tre stagioni fino al 2014. Con la nazionale bulgara Under 21 Vidanov colleziona 16 presenze e 2 gol; 4 invece le presenze con la maglia della nazionale maggiore.

tifosi-juve-stabia1

Cosenza-Juve Stabia, il prezzo del biglietto per il Settore Ospiti

tifosi-juve-stabia1S.S. Juve Stabia rende noto che sono disponibili, come da vigente normativa, ESCLUSIVAMENTE per i possessori della Tessera del Tifoso, i tagliandi di ingresso del Settore Ospiti dello Stadio “San Vito” di Cosenza per assistere all’incontro di calcio Cosenza-Juve Stabia, in programma sabato 25 ottobre alle ore 14,30 e valevole per la 10a giornata del Girone C della Lega Pro Divisione Unica 2014/15.

La società Cosenza Calcio HA ADERITO al progetto “Porta un amico allo stadio”, per cui un possessore di Tessera del Tifoso può acquistare un titolo di accesso allo stadio per un proprio conoscente non fidelizzato, previa presentazione della Tessera del Tifoso e di fotocopia del documento di identità del titolare del secondo tagliando. L’acquisto dei due titoli di accesso e l’ingresso allo stadio dei due utilizzatori deve avvenire contestualmente. Al momento dell’accesso allo stadio “San Vito” di Cosenza, la Tessera del Tifoso dovrà essere esibita, unitamente al biglietto e al documento di riconoscimento.

 

I biglietti sono in vendita al prezzo di € 12 fino alle ore 19,00 di venerdì 24 ottobre presso i punti vendita Bookingshow:

Europoste Vico Equense, Corso Filangieri 145, Vico Equense

Cartolibreria Panù, Via A. De Gasperi 31, Torre del Greco

Gennaro Illiano, tecnico del Monte di Procida

Monte di Procida-Casalnuovo 1-1, continua la maledizione del pareggio per i cavallucci marini

illiano-2Continua la maledizione pareggio per il Monte di Procida. Nella gara valida per la sesta giornata del campionato i flegrei impattano per 1 a 1 in casa contro il Casalnuovo. Mister Illiano schiera Costagliola tra i pali; Rotta, D’Oriano e Borrino centrali di difesa; Brusco e capitan De Luca esterni; centrocampo formato da Caputo, Massa e Costagliola; Sabatino e Lucignano a formare la coppia d’attacco. Nei primi 45 minuti di gioco bisogna segnalare solo un incursione ospite ben difesa da Costagliola e un tiro dai 30 metri di Brusco che termina poco alto sopra la traversa. Le due squadre si studiano a vicenda per cercare la giocata vincente che sblocchi il risultato. Finisce sullo 0 a 0 il primo tempo con i montesi ben messi in campo. La ripresa si vivacizza di più con i padroni di casa che mantengono le redini del gioco in mano e al 55° minuto di gioco arriva il meritato vantaggio con Sabatino che con un tiro rasoterra trafigge l’estremo difensore ospite. Acquisito il vantaggio i cavallucci marini cercano di trovare il raddoppio ma alla prima occasione gli ospiti pareggiano: calcio di punizione laterale, la palla non viene deviata da nessuno e Costagliola può solo vedere la palla che termina oltre la linea della porta. A 5 minuti dalla fine c’è il forcing giallo blu e allo scadere Borrino ha sui piedi il pallone del 2 a 1 ma la sfera termina alta sopra la traversa. Dopo il triplice fischio il risultato non cambia, Monte di Procida Casalnuovo finisce 1 a 1. Da questa partita si sono visti segnali positivi dal gioco offerto dalla squadra, rimane il rammarico del quarto pareggio consecutivo. Ora la testa è già alla trasferta contro il Vitulazio.

squadra

I giovani al centro del progetto Napoli

La squadra riparte da un gruppo di grande prospettiva

Al Collana il nuovo Centro diretto da Riccardo De Lella

 

squadraSono sempre i giovani il fulcro del progetto del Napoli Calcio Femminile, che da quest’anno si amplia. Lo stadio Collana, che ospiterà le partite interne della squadra anche per la stagione 2014\15, sarà anche la base del Centro Formazione Calcio Maschile e Femminile, diretto da Riccardo De Lella, in attesa della definizione del bando indetto dalla Regione Campania per l’assegnazione della struttura. Un’idea nuova, che punta sulla cura dei dettagli tecnici troppo spesso dimenticati negli ultimi anni nelle scuole calcio, e sui valori di un tempo che possono permettere ai giovani calciatori di trovare le basi per affermarsi nel mondo del calcio nel futuro. Il centro, la cui direzione è stata affidata a uno dei tecnici napoletani più esperti e affermati, si affianca alle attività del Napoli Calcio Femminile, che quest’anno disputa il campionato di serie B.

La squadra è inserita nel girone D ed è formata, quasi interamente, dal gruppo che lo scorso anno ha conquistato, per la seconda stagione consecutiva, le semifinali del campionato nazionale Primavera. Un risultato storico per un gruppo che, tecnicamente, ha dimostrato grandi qualità e che deve solo crescere sul piano dell’esperienza. Alla guida è stato chiamato Alessandro Riccio, l’allenatore che ha portato il gruppo a ottenere questi storici risultati nelle scorse stagioni e che conosce nel dettaglio le qualità delle ragazze. L’esperienza sarà portata da tre colonne della squadra che fino allo scorso anno ha disputato il campionato di serie A, Emanuela Schioppo, Paola Di Marino e Manuela Rapuano, e dal nuovo portiere, Imma Iannone, che affianca le giovanissime Sorbino e Parnoffi nel ruolo più delicato. Il Napoli Calcio Femminile sarà in campo domenica 19 ottobre, alle ore 15, in trasferta contro la Lazio per la terza giornata del campionato di serie B.

“In questi anni la nostra società, insieme agli sponsor principali Carpisa e Yamamay, ha fatto tanti sacrifici per portare avanti un modello nuovo di calcio e ridare alla città uno stadio storico per la nostra disciplina – spiega il dg, Italo Palmieri -. Il calcio, maschile o femminile che sia, non può prescindere dall’utilizzo dell’unico stadio nel cuore della città insieme al San Paolo. Nella mia veste di consigliere federale del Dipartimento Calcio Femminile so il calcio femminile è ormai a una svolta. Tavecchio, con cui abbiamo lavorato a stretto contatto per due anni, vuole che le società di calcio maschile, come nel resto d’Europa, abbiano l’obbligo di avere un comparto femminile. È l’UEFA che glielo impone. Lotito sta lavorando alla riforma dei campionati maschili e femminili e a breve sarà ufficializzata questa obbligatorietà. Quindi, il Napoli Calcio Femminile potrà diventare  una costola di quello maschile. Abbiamo un settore giovanile importante e con numeri impressionanti, che oggi stiamo curando con tanta attenzione. Senza ombra di dubbio le giovani calciatrici napoletane saranno le protagoniste di questo sport negli anni futuri. Per quello che riguarda il maschile, invece, aver preso come direttore tecnico Riccardo De Lella è una garanzia. Vogliamo proporre un modello nuovo di far calcio nel settore giovanile. Nuovo, ma con basi solide nel calcio di un tempo. Grande cura alla parte tecnica nei primi anni, per permettere di far crescere tanti giovani con una tecnica di base che oggi sembra non esistere più. L’esperienza, l’organizzazione e la passione, che è molla principale, ci sono. Per completare il puzzle manca solo la certezza di avere a disposizione la struttura giusta. Ed è quello che vorremmo con l’affidamento del Collana all’ATI di cui facciamo parte”.

Nel corso della conferenza stampa è intervenuto, come portavoce dell’ATI, Nando Pellegrino: “L’affidamento della struttura comporterebbe, solo per i canoni, oltre tre milioni e mezzo di spesa in dieci anni, a cui va aggiunta una grande spesa per la ristrutturazione. La Regione Campania sembra voglia sospendere il bando a pochi giorni dalla scadenza, pur essendo stato emanato dopo l’approvazione del Consiglio Regionale, collegandolo alla finanziaria e al patto di stabilità, inserendolo nel bilancio preventivo 2014 e in quello triennale 2014-2016. La modifica del bando porterebbe a un’apertura verso investimenti privati, mentre alle attuali condizioni sono le società sportive riconosciute dal Coni a poter gestire la struttura. Siamo disponibili a un dibattito pubblico con gli amministratori per chiarire le posizioni, altrimenti siamo pronti a intraprendere le vie legali per tutelarci qualora il bando fosse ritirato”.


Fatal error: Call to undefined function the_posts_pagination() in /web/htdocs/www.ilcalciocheconta.com/home/wp-content/themes/bhost/index.php on line 35