stefano-sturaroBentornati sulla rubrica Talent scout de “Il calcio che conta”. In una settimana che ha visto i campionati europei fermarsi per dare spazio alle nazionali il nostro osservatore ha deciso di dedicare il suo spazio settimanale a Stefano Sturaro, centrocampista del Genoa di proprietà della Juventus, un ragazzo di 21 anni che a detta del nostro esperto ha tutte le carte in regola per diventare una delle sorprese più piacevoli di questo campionato che si appresta ora ad entrare nel vivo.
Quando in Italia, e questo blog non ha fatto eccezzione, si parla di giovani centrocampisti siamo spesso ossessionati nella ricerca di colui che potrà raccogliere la pesante eredità di Andrea Pirlo; Sturaro al contrario per caratteristiche sembra più adatto a ricalcare le orme di un altro degli eroi di Germania 2006, Gennaro Gattuso. Le caratteristiche principali di Sturaro sono esattamente quelle tipiche del mastino di centrocampo: aggressività, corsa, carattere, duttilità e con dei piedi che non saranno quelli sopraffini di un trequartista, ma gli consentono lo stesso di avere una buona visione di gioco.
La carriera di Sturaro, se pur agli inizi, può gia contare su una discreta esperienza nella massima serie grazie alle 16 presenze, condite da un gol, collezionate durante lo scorso torneo con la maglia del Genoa; con le sue prestazioni è riuscito ad attirarsi le attenzioni della Juventus che in estate ne ha acquistato il cartellino per la cifra di 5,5 milioni di euro, per poi lasciarlo ancora un anno in prestito al Grifone.
Già nella prima di campionato a Marassi, e nella gara con l’under 21 di questa settimana, il ragazzo ha fatto vedere ottime cose. La speranza e di vederlo maturare definitivamente già nel corso di quest’annata e che diventi da subito una risorsa per il nostro movimento calcistico che ha disperato bisogno di nuovi campioni.