Da oggi ricomincia la Champions League e le big sono pronte a darsi battaglia per salire sul tetto d’Europa. Stasera s’inizia con Real Madrid-Shalke 04 (che è anche derby tra tecnici italiani) e Porto-Basilea. Domani invece, sarà di scena il Bayern di Guardiola contro lo Shakthar e la super sfida tra Chelsea e Paris Saint Germain.

Ancelotti sfida Di Matteo per il passaggio del turno

Ancelotti sfida Di Matteo per il passaggio del turno

Per il Real si tratterà solo di una formalità, considerando che all’andata in Germania ha vinto per due a zero. Nonostante ciò, il tecnico italiano Carlo Ancelotti non si fida dello Shalke e chiede ai suoi massima concentrazione: ”dobbiamo giocare con grande attenzione e non dobbiamo sbagliare l’approccio iniziale. Il risultato dell’andata sicuramente è molto positivo, ma la qualificazione non è ancora certa. Inoltre, lo Shalke gioca un buon calcio e può metterci in difficoltà”. Parole di circostanza, certo, ma Ancelotti fa sicuramente bene a tenere alta la concentrazione, considerando anche quest’ultimo periodo assolutamente negativo. Infatti, in Liga i blancos sono reduci dalla sconfitta contro l’Athletic Bilbao e dal conseguente sorpasso in vetta da parte del Barça. Momento delicato dunque, ma i tifosi hanno da sorridere, infatti sono prossimi i rientri in squadra di Modric, Khedira e Sergio Ramos. Dall’altra parte lo Shalke sta vivendo un momento caratterizzato da alti e bassi e la condizione fisica non sembra essere delle migliori. In Bundesliga attualmente sono quinti a 38 punti e l’obiettivo concreto è il terzo posto. In Champions ci vorrà un’impresa per fare almeno tre goal al Bernabeu, ma Roberto Di Matteo ci crede: ”Contro il Real sarà una partita difficilissima, loro naturalmente partono come favoriti, ma noi faremo di tutto per metterli in difficoltà. All’andata siamo stati sfortunati e forse perdere con due goal di scarto è stato ingiusto, ma adesso pensiamo al ritorno. Qualora riuscissimo a segnare subito, beh, ci sarà da divertirsi”. Shalke al completo ed attacco affidato alla coppia Huntelaar e Choupo-Moting.

Nell’altra gara di stasera, il Porto ospiterà il Basilea. Sfida equilibrata tra due squadre che si equivalgono tecnicamente e mettono in mostra un calcio propositivo e votato all’attacco. All’andata in Svizzera finì 1 a 1, con le reti di Gonzalez per il Basilea e Casemiro per i portoghesi. Paulo Sosa, ex stella della Juventus ed attuale tecnico degli svizzeri, nella consueta conferenza stampa pre-gara si è così espresso: ”In Portogallo andremo con lo spirito giusto. Mentalmente siamo tranquilli, arrivare fin qui per noi è già motivo di grande orgoglio. Ovviamente, per quanto riguarda il match, il Porto parte favorito, visto che gioca in casa e visto il risultato dell’andata. Proveremo in tutti i modi a fermare le loro offensive e ripartire con lucidità e cinismo. Sono convinto che vedremo una bella sfida”. Il tecnico in difesa si affiderà all’esperienza di Walter Samuel, mentre davanti spazio alla tecnica di Frei e la velocità di Gonzalez. Dall’altra parte, brutte notizie per il tecnico spagnolo Julen Lopetegui, che dovrà fare a meno del fuoriclasse Jackson Martinez. Ed allora spazio al tridente Brahimi, Tello ed Aboubakar. Julen predica calma e ricorda ai suoi l’importanza di prenotare un posto nei quarti di Champions: ”Per noi questa sarà una partita importantissima. Le due squadre si equivalgono ed il Basilea in fase difensiva è un’ottima squadra. Il Porto giocherà all’attacco come sempre e proveremo in tutti i modi a passare il turno. Arrivare ai quarti di finale sarebbe un traguardo importantissimo, nonché storico”.
Entrambe le sfide si giocheranno alle 20.45.

PROBABILI FORMAZIONI:
REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Varane, Marcelo; Lucas Silva, Kroos, Isco; Bale, Benzema, Ronaldo.
SHALKE04 (5-3-2): Wellenreuther; Uchida, Howedes, Matip, Nastasic, Fuchs; Hoger, Neustadter, Barnetta; Huntelaar, Choupo-Moting.

PROBABILI FORMAZIONI:
PORTO (4-3-3): Fabiano; Alexsandro, Maicon, Marcano, Danilo; Casemiro, Herrera, Evandro; Brahimi,Tello,Aboubakar.
BASILEA (4-2-3-1): Vaclik; Xhaka, Schar, Samuel, Safari; Frei, Elneny; Gonzalez, Zuffi, Gashi; Streller.