boskov1Si è appena conclusa una settimana nera in termini di lutti nel mondo del calcio; infatti dopo la morte di Tito Vilanova ieri si è spento a 82 anni anche Vujadin Boskov, allenatore noto per le simpatiche dichiarazioni che rilasciava nelle interviste, una su tutte “rigore è quando arbitro fischia”. Tra le sue qualità non si ricorda di certo solo la simpatia ma anche una grande competenza calcistica che lo ha portato a conquistare una promozione in serie A alla guida dell’Ascoli, uno scudetto (1990-91), due Coppe Italia, una Supercoppa italiana, una Coppa delle Coppe (1989-90) e una finale di Coppa dei Campioni nel 1992 persa ai supplementari col Barcellona alla guida della Sampdoria. In Italia ha allenato anche Roma, Napoli e Perugia.