gregucciSi è archiviata la settima giornata del girone C del campionato di Lega Pro 2014\15. Tra le formazioni campane impegnate frena la coppia di testa formata, da Benevento e Salernitana, entrambe bloccate sul pari, mentre si avvicinano al vertice, grazie a due vittorie di misura, Casertana e Juve Stabia; tra le altre Ischia e Savioa si dividono un punto a testa nello scontro diretto continuando nel loro andamento al piccolo trotto; mentre le sconfitte contro Catanzaro e Juve Stabia non fanno altro che accentuare lo stato di crisi che affligge Aversa Normanna e Paganese da inizio stagione.
Catanzaro – Aversa Normanna 2-0:

Non basta il cuore alla squadra di Novelli per fare risultato sul campo del Catanzaro. I normanni partono bene e nel primo quarto d’ora sembrano poter mettere in difficoltà i calabresi, fino al minuto 18′ quando Russotto porta in vantaggio i locali con un bel sinistro a girare. La reazione dei campani è coraggiosa ma inefficace e a metà della ripresa arriva il gol di Barraco che chiude i conti in favore del Catanzaro, rendendo sempre più complicata la classifica del Aversa, e sempre più traballante la panchina di Novelli.
Melfi – Benevento 2-2:

Pecca forse di presunzione il Benevento, che spreca l’occasione di staccare la Salernitana, e portarsi in solitaria allatesta el campionato, facendosi rimontare due reti nel finale dal Melfi. La gara si era messa nel migliore dei modi per gli stregoni che, 24mo del primo tempo, erano in vantaggio di due reti grazie alle marcature di Marotta ed Eusepi. Il match cambia verso nel finale quando il Benevento resta in dieci uomini a seguito del espulsione di Agyei, con il vantaggio numerico il Melfi parte alla carica raggiungendo un inseperato pareggio con i gol di Fella e Caturano.
Savoia – Ischia 1-1:

Un gol ed un punto a testa nella sfida del Giroud di Torre Annunziata tra Savoia ed Ischia. Il primo tempo è di marca ischitana , con gli ospiti che sfiorano il vantaggio in ripetute occasioni; ma ad andare in vantaggio è il Savoia che passa con Di Piazza che sul finale di tempo concretizza la prima vera palla gol costruita dai padroni di casa. Nella ripresa i ragazzi di Porta non si perdono d’animo e raggiongono il pari dopo soli 8′ minuti con un colpo di testa di Ciotola. Gasati dal gol gli isolani vanno vicino al sorpasso con Sirignano, ma con il passare dei minuti il ritmo cala e è il Savoia a sfiorare la vittoria prima con Del Sorbo e poi con Di Nunzio, ma in zona Cesarini è ancora Sirignano a portare l’Ischia ad un passo dalla vittoria sugli sviluppi di un corner, ma sbarrargli la strada c’è il portiere biancoscudato Santurro.
Paganese – Juve Stabia 0-1:

Importante vittoria della Juve Stabia che espugnando il campo della Paganese raggiunge il quarto posto in classifica a quota 17 punti. La Paganese ci mette l’anima per regalare ai suoi tifosi la prima goia stagionale e staccarsi dalla zona rossa della classifica, ma la squadra di Pancaro da prova di grande cinismo e strappa i tre punti con una go, al 90′ di Osei, subentrato da appena due minuti a Vella.
Foggia – Salernitana 1-1:

Come l’altra capolista Benevento, anche la Salernitana sfiora il sucesso in trasferta facendosi raggiongere nel recupero dal Foggia. I granata passano in vantaggio con la rete di Calil dopo appena tre minuti dal fischio d’inizio; prosegue un match nervoso in cui si segnalano molti cartellini gialli e l’espulsione del tecnico dei pugliesi De Zerbi, ma nel finale arriva la zampata vincente di Iemmello che regala ai rossoneri il quinto pareggio in sette gare disputate.
Casertana – Matera 1-0:

Quarta vittoria di fila per la Casertana che adesso inizia a respirare l’aria di alta classifica. Per i rossoblù è sufficiente la rete di Cissé al 46mo, poi ci pensa la difesa a difendere il risultato dagli assalti ospiti. Con questa vittoria la squadra di Gregucci raggiunge quota 14 superando anvhe lo stesso Matera rimasto a 12.