tevezBentrovati con il punto settimanale che riguarda il campionato italiano di Serie A. In questa giornata che precede il turno di stop dovuto agli impegni delle Nazionali, è arrivata la conferma dello stato di forma attuale in cui riservano i club; ma partiamo con ordine andando ad analizzare i risultati degli anticipi di sabato: l’undicesimo turno si apre con la sfida terminata a reti bianche tra Sassuolo ed Atalanta, risultato che rispecchia anche l’andamento in campo delle due squadre. I bergamaschi continuano comunque a dare segnali di ripresa, il Sassuolo invece non riesce a tramutare con incisività l’impegno e la cattiveria agonistica messe in campo in risultati positivi, che hanno un andamento abbastanza altalenante.
Il sabato si conclude con la super sfida tra Samp e Milan, i padroni di casa favoriti sia per lo stato di forma ottimale sia per la posizione ricoperta in classifica. Il Milan in balia della confusione riesce comunque a tenere botta e ad uscire dal Ferraris con un punto prezioso. I blucerchiati trascinati da Gabbiadini continuano a non perdere, infatti assieme alla Juve, la Sampdoria è la squadra che ha subito una sola sconfitta dall’inizio della stagione, fattore che spiega inequivocabilmente lo splendido inizio di stagione della società ligure.

La domenica è la giornata del testa-coda, la Juventus capolista ospita e sbrana il Parma ultimo in classifica. Non c’è gara, non c’è partita, non c’è scampo per gli emiliani che escono dallo Juventus Stadium con una sonora sconfitta. Il risultato, familiare ai tifosi giallorossi, è di 7-0. Ritorna al gol Llorente, che firma una doppietta, stesso score per Carlitos Tevez ed Alvaro Morata. L’altro è siglato da un fenomenale, imprendibile ed inossidabile Lichtstainer che totalizza anche due assist. Se avevano accusato la squadra di Allegri d’aver perso l’arrembante agonismo trasmesso nell’era Conte, beh questa è una dimostrazione che la Juventus se vuole ti asfalta. Ora resta da capire perchè il Champions da lupo si trasforma in pecorella. Per il Parma è notte fonda e la classifica parla chiaro.
I due pareggi del sabato non sono però gli unici della giornata, infatti domenica ne arrivano altri tre, si dividono la posta in palio Cagliari e Genoa, terminata 1-1, poi Palermo ed Udinese col medesimo risultato e l’ennesimo sorprendente stop dell‘Inter che non va oltre il 2-2 con il Verona. Risultati che stanno abbastanza stretti a Palermo e Verona che hanno comunque mostrato una certa superiorità e potevano in più occasioni trovare il gol che gli avrebbe permesso di agguantare il bottino pieno. In classifica però non c’è tanta differenza, l’Udinese scivola al nono posto precedendo proprio Inter e Verona, distaccata di una posizione invece il Palermo che è preceduta dalla Fiorentina. Proprio i viola sconfitti ed annientati dal Napoli di Benitez, che continua la scalata al comando. I partenopei passano al Franchi per 1-0 grazie alla rete siglata da Gonzalo Higuain. Risultato stretto, vista la grandissima prestazione del Napoli, che ha rischiato di tramutarsi anche in pareggio se Koulibaly nel finale non avesse salvato sulla linea di porta un tiro destinato all’angolino. Con questo successo gli azzurri si portano in solitaria al terzo posto a 4 punti dalla Roma e 7 dalla Juventus, effettuando un energetico sorpasso su Samp e Lazio.

I biancocelesti ci hanno forse “regalato” la vera sorpresa della giornata perdendo per 2-1 sul campo dell’Empoli. La squadra di Sarri ha messo in campo tutta la tenacia, determinazione e forza per portare a casa questi tre punti importantissimi, complice però una prestazione appannata degli uomini di Pioli. Lazio che si ritrova da terza a quinta in classifica in compagnia dell’agguerrito Genoa a quota 19 punti.

L’undicesimo turno di Serie A si conclude con Roma-Torino, risultato che conferma l’attesa dei bookmakers. Giallorossi che vincono con un netto e rotondo 3-0, Torino arrembante ma sterile. In gol Torosidis, Keita e Ljajic.

La Serie A ritorna tra due settimane a causa degli impegni delle Nazionali, ed il prossimo turno sarà:

sab 22 nov
h18:00 Atalanta – Roma
h20:45 Lazio – Juventus

dom 23 nov
h12:30 Torino – Sassuolo
h15:00 Udinese – Chievo, Verona – Fiorentina, Cesena – Sampdoria, Napoli – Cagliari e Parma – Empoli
h20:45 Milan – Inter

lun 24 nov
h20:45 Genoa – Palermo