bonucciLa 18ma giornata di campionato, che apre il 2014, ci lascia con l’amara sensazione che i giochi per lo scudetto possano essere considerati chiusi, certo davanti c’è un intero girone di ritorno da disputare ma ad oggi più che il distacco di 8 punti sulla seconda, con il quale la Juve si è laureata campione d’inverno, ad impressionare è la facilità con cui i bianconeri si sono sbarazzati della Roma, che era rimasta imbattuta fino al match di Torino. Classifica alla mano suscita maggiore interesse la lotta per il secondo e terzo posto, infatti il primo stop dei giallorossi ha permesso a Napoli e Fiorentina di riavvicinarsi, e ad una giornata dal giro di boa queste 3 squadre, raccolte in 5 punti, sembrano già poter dare il via alla volata per la Champions.
È quasi calma piatta nella parte centrale della classifica dove l’Inter, sconfitta dalla Lazio del secondo ciclo di Reja, perde un’altra occasione di agganciarsi alla vetta e il Milan da timidi segnali di ripresa vincendo contro l’Atalanta mentre è sempre da sottolineare il sorprendente Verona di Mandorlini che con la vittoria sull’ Udinese si posiziona alle spalle del gruppo di testa.
Molto combattuta si prospetta la lotta per non retrocedere; qui lo scontro diretto tra Chievo e Cagliari si è concluso con un pari che cambia poco per entrambe e il Catania ha ritrovato la vittoria raggiungendo il Livorno a 13 punti.
In questo mese di gennaio le società avranno la possibilità di intervenire sul mercato e di modificare i rapporti di forza tra le squadre di serie A, nella speranza che questo campionato rimanga aperto e avvincente fino alla fine.