casertanaLa seconda giornata del girone C di Lega Pro si chiude, così come la prima, con un bilancio non certo esaltante per le otto formazioni campane che vi partecipano. Ad eccezione della Salernitana che va a vincere sul campo del Martina Franca, negli altri sei match si registrano quattro pareggi e due sconfitte, ma analizziamo nel detteglio le partite giocate.
Martina Franca – Salernitana 1-2:

Prova d’orgoglio della Salernitana che coglie il primo successo stagionale imponendosi in extremis sul Martina Franca. Dopo un primo tempo senza sussultila partita si accende al 68′ della ripresa con il gol di Pellecchia che porta in vantaggio i pugliesi, per la Salernitana sembra calare il buio fino all’espulsione di De Giorgi che al 78′ lascia i padroni di casa in inferiorità numerica e sblocca la squadra di Menichini che trova subito l pareggio grazie al rigore trasformato da Calil all’82, e scatenando così un assaltofinale che si concretizza con il 2-1 di Mendicino ul finale di partita.
Paganese – Reggina 1-2:

Giornata non per la Paganese costretta ad arrendersi alla Reggina sul pòroprio campo. Leemozioni tutte nella ripresa, con lo spettacolare gol di Dall’Oglio che porta i calabresi in vantaggio al 52′ con un gran tiro direttamente da calcio d’angolo, gli amaranto raddoppiano al 66′ con il terzo glo in due gare firmato da Roberto Insigne. La reazione della Paganese arriva troppo tardi con il gol del subentrato Deli, maormaila Reggina ha la partita in pugno e il risultato non cambia.
Casertana – Aversa Normanna 2-2:

Derby ricco di emozioni quello disputato tra Casertana e Aversa Normanna. Il match si accende dopo un’quarto d’ora con la rete di Murolo che porta in vantaggio i padroni di casa, che al 37′ hanno la possibilità di chiudere la partita ma Mancino fallisce dagli 11 metri la palla del 2-0. L’episodio produce una scossa negli ospiti che pareggiano50′ della ripresa con De Vena che sempre su penalty non ricabia il favore e insacca per 1-1, appena tre minuti dopo Diakité riporta in vantaggio i rossoblu; sembra finita ma a fine recupero, precisamente al 95′, arriva il gol in mischia di Carbonaro che gela il pubblico presente all’Alberto Pinto.
Vigor Lamezia – Savoia 3-1:

Netta sconfitta per il Savioa sul campo del Vigor Lamezia. I padroni di casa si portanno avanti dopo 6 minuti con la rete di Montella, ma i biancoscudati non vogliono arrendersi e al 15′ trovano il pareggio con Di Piazza. Rete illusoria dal momento che al 37′ il Vigor è di nuovo avanti con Scarsella. Nella ripresa il Savioa non riesce più a rigguantare la partita che anzi viene messa in cassaforte dai padroni di casa al 56′ con il 3-1 a firma De Sante.
Melfi – Ischia 1-1:

Grazie ad un pareggio privo di grosse emozioni l’Ischia strappa il suo primo punto in campionato sul terreno del Melfi. Nel primo tempo gli isolani sfiorano due volte il vantaggio con le occasioni sprecate da Bacio Terracciano e De Agostini; nella ripresa i padrono di casa sfiorano il colpo da k.o. con Caturano che vede respingersi dal palo la sua conclusione. Nel finale c’è anche da segnalare l’espulsione di Tundo per doppia ammonizione.
Juve Stabia – Matera 1-1:

Partita gradevole al Menti di Castellamare, con le formzioni che si dividono la posta in palio. Al 26′ del primo tempo i gialloblu passano in vantaggio grazie alla rete di Ripa ben imbeccato da Bombagi, ma il Matera non demorde e trova il pari con Letizia che al 56′ infila il portiere con un morbido pallonetto dopo aver sfruttato un clamoroso errore di Cancellotti. Nel finale di gara la Juve Stabia prova in tutti i modi a riportarsi in vantaggio ma il risultato non si smuove.
Benevento – Catanzaro 1-1:

Entrambe vincenti al primo turno, Benevento e Catanzaro tornano a casa con un punto a testa al termine della sfida del Vigorito. Sono i sanniti a passare in vantaggio al 37′ grazie ad un colpo di testa di Scogniamiglio. Il pareggio per le aquile di Moriero arriva nel secondo tempo grazie ad una conclusione da distanza ravvicinata di Pagano