Vittoria all’ultimo respiro dei partenopei

Il Napoli espugna il Mapei Stadium con un goal arrivato all’ultimo minuto di recupero del secondo tempo. Prima frazione inguardabile degli azzurri, una sola squadra in campo, il Sassuolo, che chiude meritatamente in vantaggio grazie al goal di Traore su assist di Locatelli. Durante l’intervallo Gattuso striglia i suoi giocatori che scendono in campo nella ripresa con un altro piglio. Allan realizza il goal del pareggio, da quel momento inizia un vero e proprio assalto degli ospiti che si concretizza all’ultimo respiro della partita sugli sviluppi di un calcio d’angolo. C’è tanto merito di Gennaro Gattuso in questo successo arrivato dopo due mesi di calvario; il mister ha ridato un’organizzazione basata sul 4-3-3 che si sviluppa tenendo la squadra corta, giocando con ritmi alti e soprattutto facendo attenzione alle marcature preventive quando si attacca senza dimenticare il fatto di aver restituito un’anima a questa squadra. La sensazione è che tra il primo e il secondo tempo di questa partita il Napoli sia passato dalla crisi alla rinascita. Dopo la sosta natalizia gli azzurri dovranno dimostrare di essere “guariti”. Un supporto importante lo dovrà fornire anche il mercato con l’acquisto di almeno un centrocampista centrale capace di dettare i ritmi e far girare la squadra.