L’attaccante brasiliano migliore in campo

gabionettaPer la prima giornata di serie B, le 2 squadre campane si affrontano in un derby che sin dall’inizio della partita si preannuncia bello e ricco di emozioni. All’Arechi al 3’ di gioco i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio con Sciaudone che colpisce il palo. Al 7’ gli ospiti sulla ripartenza di un calcio d’angolo per i granata arrivano al tiro con Trotta che manda la sfera al lato. All’11’ arriva il goal che sblocca la partita con Gabionetta che con un colpo da biliardo batte Frattali. Il vantaggio dei cavallucci dura solo 3’ perché Trotta pareggia i conti battendo l’estremo difensore di casa non esente da colpe. Prima del fischio finale dei primi 45’ vi sono due occasioni per entrambe le squadre: al 33’ Lanzaro di testa si fa parare da Frattali, al 41’ arriva il primo guizzo di Tavano (opaca prestazione nel primo tempo e sostituito nella ripresa) ma Strakosha para. Dopo 2’ di recupero si pone fine alla prima frazione di gioco con le due squadre fin qui che hanno giocato a viso aperto. Ad inizio secondo tempo dopo appena 30 secondi, Gavazzi sfiora il goal con il portiere granata che devia in angolo. Nei primi 10’ è l’Avellino a fare la partita ma inaspettatamente la Salernitana trova il vantaggio con il migliore in campo Gabionetta. Per il brasiliano una doppietta personale di pregevole fattura grazie al suo mancino che a giro batte l’incolpevole Frattali. Gli irpini provano a pareggiare e l’uomo pericoloso è Trotta che al 15’ prima e al 27’ poi prova ad impegnare il portiere albanese ma l’Under 21 manda la sfera in entrambe le occasioni a lato. Al 40’ gavazzi fa tremare i padroni di casa ma il suo tiro scialbo arriva tra le mani di Strakosha. Nei 4’ di recupero e precisamente al 48’ Troianiello, entrato nella ripresa, cala il sipario sulla stracittadina trovando il 3 a 1 su assist di Donnarumma. Dopo il triplice fischio dell’arbitro parte la gioia dei tifosi granata accorsi numerosi all’Arechi. È stato un bellissimo derby e nonostante il risultato bisogna fare i complimenti ai tecnici Torrente e Tesser e ad entrambe le squadre che hanno dimostrato di essere forti e possono dire la loro in un campionato lungo 42 giornate.

TABELLINO

Salernitana (4-3-3): Strakosha; Colombo, Lanzaro, Schiavi, Franco; Bovo, Pestrin, Sciaudone (dall’8′ st Moro); Donnarumma, Eusepi (dal 1′ st Coda), Gabionetta (dal 22′ st Troianiello). A disp.: Ronchi, Empereur, Pollace, Rossi, Trevisan, Perrulli, Milinkovic. Allenatore: Torrente.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Nitriansky (dal 23′ st Giron), Biraschi (dal 34′ st Nica), Rea, Visconti; Gavazzi, Arini, Zito; Insigne; Trotta, Tavano (dal 14′ st Mokulu). A disp.: Offredi, Chiosa, D’Angelo, Bastien, Jidayi, Soumarè, Mokulu. Allenatore: Tesser.

Arbitro: Chiffi di Padova.