I sogni iripini, dopo la doppietta di Trotta, si infrangono sulla traversa di Castaldo al 93′. La finale sarà Bologna-Pescara

Ieri si sono disputate le semifinali play-off di ritorno di Serie B. L’Avellino di mister Rastelli va vicinissimo all’impresa, ma la vittoria per 3 a 2 sul campo del Bologna non basta ai campani per l’approdo in finale e possono recriminare sulla traversa colpita da Castaldo al 93’. Vanno avanti i felsinei grazie al goal di Sansone dell’andata e al miglior piazzamento in campionato. È stata una partita spettacolare con le due squadre che non hanno per niente accusato il gran caldo. Non basta agli irpini un grande Trotta, autore di una doppietta, e l’eurogoal di Kone nel finale, perché nel mezzo c’è il risveglio dei bomber rosso-blu Acquafresca e Cacia, che hanno tenuto a galla i padroni di casa siglando un goal a testa.

Trotta fa doppietta al Dall'Ara e porta l'Avellino vicino all'impresa contro il Bologna

Trotta fa doppietta al Dall’Ara e porta l’Avellino vicino all’impresa contro il Bologna

IL MATCH- Il primo affondo è di marca bianco-verde con Zito che da sinistra mette in mezzo e Trotta al 7’ porta in vantaggio i suoi infilando Da Costa. Per una dozzina di minuti il Bologna accusa il colpo, ma al 19’ trova i pari con Acquafresca, che con un diagonale supera Frattali su assist di Krsticic. Dal 20’ in poi sono i padroni di casa a fare la partita, ma il portiere ospite è bravissimo ad opporsi a Sansone, Laribi e soprattutto ad un colpo di testa dell’ex Cagliari. Sul finire del primo tempo, quando la partita sembra sotto il controllo della squadra di Rossi, è ancora una volta Trotta a trovare il raddoppio e la sua personale doppietta con un sinistro sul primo palo per la gioia dei duemila avellinesi giunti al “Dall’Ara”. La ripresa inizia con la sostituzione di Acquafresca causa infortunio, al suo posto entra Cacia ed in 6 minuti dall’entrata in campo trova il goal del pareggio con un pallonetto da 30 metri, complice un errore di Frattali. L’Avellino prova il tutto per tutto con Comi prima e Castaldo poi, ma le emozioni scarseggiano fino al 40’ quando Kone pesca il jolly dal limite dell’aria infilando all’incrocio dei pali un bolide al volo. Scende la paura sul Dall’Ara, che raggela quando Castaldo colpisce la traversa al 48’ mandando l’Avellino a un passo dalla clamorosa impresa.

Nell’altra semifinale continua il sogno promozione del Pescara di Massimo Oddo, che in virtù dell’1 a 0 dell’andata pareggia 2 a 2 sul campo del Vicenza e stacca il biglietto per la finale contro il Bologna, partita che si giocherà venerdì 5 Giugno alle 20,30.