rioneterraPOZZUOLI- Non basta al Rione Terra un’ottima prima frazione di gioco, il Nola è più concreto e al “Conte” si impone con un secco e perentorio 2-0. Per gli azzurri una sconfitta che ci può stare, in virtù del valore dell’avversario, arrivata forse anche con un pizzico di sfortuna, ma che al tempo stesso deve far riflettere. Nulla è compromesso, tuttavia, occorre ora essere fiduciosi per superare il momento non facile dal punto di vista realizzativo e dei risultati.

BUON PRIMO TEMPO- Il Rione Terra, seppur con gli uomini contati in attacco, scende in campo con il piglio giusto: il pallonetto di Di Roberto, con l’estremo difensore ospite fuori dai pali, non centra lo specchio. Poco dopo è De Luca a mandare a lato da buona posizione, ben servito da un Di Roberto molto attivo nei primi minuti. Corre il 30’ e ancora padroni di casa pericolosi:  prima Riccio poi  Volpe dalla distanza sfiorano i montanti della porta di Balbi. Il Nola, sulla carta superiore è sorpreso dalla verve degli avversari e sul finire del recupero rischia ancora:  il tiro a giro di Nasti su punizione va vicino all’incrocio.

K.O. NELLA RIPRESA- Passano pochi secondi dal rientro dagli spogliatoi e c’è la doccia gelata per capitan Stellato e compagni: cross dalla destra e Di Biase di testa spedisce in rete mandando in visibilio i tifosi ospiti, accorsi in massa al “Conte”. I puteolani, incassato il gol, si demoralizzano e gli ospiti al 13’ fanno la prova generale del gol: Compagnone dice di no ancora su conclusione di Di Biase. Al 18’ il raddoppio ospite che chiude di fatto la gara: punizione dal limite e Della Marca beffa Compagnone sul suo palo, portiere puteolano un po’ disattento nella circostanza. Nel finale da segnalare una traversa colpita dai bianconeri con Sasso e un fallo da rigore, trattenuta su Nasti piuttosto solare ma non rilevata dall’arbitro, che avrebbe potuto dare qualche chance al Rione Terra per riaprire la gara.

Fonte: www.rioneterra.it