In merito alla notizia riportata dalla testata giornalistica “Il Dispari” riguardante i fatti accaduti sul finire di Real Forio-Rione Terra, match valido per l’11° turno del girone F del campionato Juniores regionale terminato con il punteggio di 4-3 per la formazione isolana, l’ASD Rione Terra calcio ritiene opportuno fare chiarezza e precisare quanto segue a tutela e rispetto della verità, oltre che dell’immagine della società stessa e dei propri tesserati.

E proprio il mister Michele Di Paolo, tecnico della Juniores e presente in panchina, a chiarire la dinamica dei fatti: “A pochi secondi dalla fine di una partita fino a quel momento combattuta ma tranquilla, sul 3-3, c’è stata una piccola zuffa tra i calciatori, tuttavia, prontamente sedata dai dirigenti. Alla ripresa del gioco abbiamo poi subìto il gol del definitivo 4-3. Contrariamente a quanto scritto nell’articolo, devo sottolineare che non c’è stato alcun pugno o gesto simile tra dirigenti, inoltre, non si è verificato alcun episodio di violenza o altro nell’ immediato e successivo post partita. Le forze dell’ordine, giunte al campo sportivo di Lacco Ameno, non hanno fatto altro che constatare un clima di assoluta serenità”.

Infine, a dimostrazione che rientra tra gli obiettivi della società, in particolare della Juniores, far crescere i propri atleti dentro e fuori il rettangolo di gioco senza che ciò si traduca nell’esclusiva ed affannosa ricerca del risultato, si precisa, che, nonostante il Real Forio abbia schierato in campo un’atleta inizialmente indicato come assistente dell’arbitro (come risulta dai documenti della gara e cosa vietata dal regolamento), il Rione Terra ha deciso di accettare con sportività il verdetto del campo anziché presentare ricorso agli organi competenti.