napolitanoNapoli – Per la prima volta nella storia dell’Italia, un Presidente della Repubblica a fine mandato, ovvero dopo essere stato in carica sette anni, è stato rieletto. Da ammirare il coraggio di un uomo ottantottenne, che non aveva nessuna intenzione di proseguire nella sua carica istituzionale, ma sollecitato dai maggiori partiti politici, ha accettato di ricoprire nuovamente il ruolo, per senso di responsabilità verso un Paese allo sbando che ha bisogno assolutamente di un Governo. Sarà il primo obiettivo per cui si metterà a lavoro a partire da Lunedì. L’auspicio è che le principali forze politiche, consapevoli dello sforzo fatto da Napolitano, convergano in un’unità di intenti che porti ad effettuare quelle riforme di cui l’Italia ha bisogno.