puteolanatifosifesteggianoCon il pareggio per 1-1 ottenuto ieri nel match casalingo giocato a porte chiuse, contro la Mariano Keller, la Puteolana targata Potenza non ha ancora conosciuto la parola sconfitta. Complici anche i risultati maturati sugli altri campi del girone H, i flegrei riescono a rimanere a metà classifica, ma con appena un punto in più delle squadre in zona play-out. Andiamo ora ad analizzare il match: alla fine il pareggio sembra il risultato più giusto per quello che si è visto in campo; assenze pesanti da entrambe le parti e match che si svolge sul filo di un sostanziale equilibrio fino all’11’ minuto, quando il direttore di gara assegna un penalty agli ospiti per un dubbio fallo di mano dell’esterno Carezza sul tiro di Santaniello; a presentarsi sul dischetto è il grande ex di turno, Mazzeo, che sigla il vantaggio per il suo team. Pronta la reazione dei diavoli che schiacciano gli avversari nella propria metà campo senza però riuscire ad impensierire la retroguardia azzurra. Nella ripresa al 49´ la Keller sciupa un´ottima occasione per raddoppiare: Amico, imbeccato da Visone, spara alle stelle a tu per tu con Alcolino. Al 51´ minuto Potenza prova a dare la scossa sostituendo Loiacono con Imbriaco e spostando Salvati in mezzo al campo. Questa si rivela subito una scelta azzeccata che vale il pareggio dei granata con Foggia al minuto 55, che è bravo a sfruttare al meglio un bel cross di Carezza, girando la sfera in rete. I granata ora spingono e si rendono pericolosi 5 minuti dopo con Napolitano, il cui tiro dal limite viene però fermato dall’estremo difensore. Pronta risposta degli ospiti ancora con Mazzeo che però stavolta non trova la via della rete. Il finale di partita è tutto della Keller che prima chiama ad un super intervento Alcolino, e poi sfiora la reta con un tiro di poco alto sulla traversa. Prima del fischio finale mister Potenza viene espulso per proteste dal direttore di gara e si presenta con la solita grinta ai microfoni: “Nel primo tempo non abbiamo giocato come al solito, fornendo una prestazione al di sotto dei nostri standard, mentre nel secondo tempo ci siamo comportati molto meglio, facendo la partita. Potevamo vincerla, ma si poteva pure perdere. Questo ci può stare visto che siamo sotto pressione e veniamo da una serie infinita di risultati utili. Può capitare di affrontare alcune situazioni con eccessiva precipitazione. E´ meglio che commentino altri alcune decisioni arbitrali di questa gara. La mia espulsione? Ho solo fatto notare all´arbitro che non aveva utilizzato lo stesso metro di giudizio: se Carezza viene ammonito in occasione del rigore, credo ci stia il cartellino giallo anche quando un avversario interrompe nello stesso modo una nostra azione a centrocampo. L´arbitro è stato di diverso avviso e mi ha espulso.
I miei ragazzi stanno facendo delle cose importanti. Faccio i complimenti ai miei calciatori, perché ancora una volta hanno dimostrato di stare sul pezzo. Voglio lanciare un monito ad alcuni dirigenti che sembra non siano contenti del pareggio con la Keller: dobbiamo stare tranquilli perché questo è un campionato davvero difficile. Accettiamo di buon grado questo pareggio”.