puteolanatifosifesteggianoA poco più di 24 ore dal fischio d’inizio andiamo ad analizzare come la formazione granata sta preparando il delicato incontrò casalingo contro i pugliesi del Taranto. Mister Potenza è alle prese con una vera e propria emergenza, dopo l’allenamento al campo “Simpatia” di Pianura, Guidelli e Signore svolgono ancora lavoro differenziato per recuperare dai rispettivi infortuni, a loro si aggiunge il portiere Alcolino che in settimana ha accusato un infortunio alla cavliglia che lo costringerà a fermarsi per 20-30 giorni. Assenti certi del match di domani saranno gli squalificati, ben 3, questo può essere definitivo come il vero tallone d’Achille dei flegrei, che come ben sappiamo hanno concluso le ultime 3 gare di campionato in 10 uomini. Gaetano Manco deve scontare l’ultimo turno di squalifica, Loiacono ha avuto la stangata dal giudice sportivo dopo la manata rifilata ad un avversario in quel di Monopoli e dovrà rimanere ai box per 3 giornate, infine fermato per un turno, per somma di ammonizioni, uno dei migliori di questa prima parte di stagione, Ferdinando Salvati; rientra invece dopo lo stop Antonio Napolitano. Nella consueta rifinitura che alle 14:30 vedrà scendere in campo i diavoli sul terreno del “Conte”, il coach scioglierà gli ultimi dubbi e diramerà la lista dei convocati. Subito dopo, verso le 17:00 sarà il momento della presentazione di Vincenzo Potenza e dei nuovi tre acquisti: Russo, Manco e Pastore, con la presenza di tutta la dirigenza della società. Potenza è sicuramente protagonista della rinascita della squadra e dopo la bella vittoria casalinga contro il Matera vorrà sicuramente mantenere il trend positivo tra le mura amiche, una vittoria significherebbe portarsi ad un solo punto di distanza proprio dal Taranto nella graduatoria del girone H. Altro protagonista indiscusso dell’ottimo momento granata è l’estremo difensore Pasquale Despucches che martedì ha rilasciato queste dichiarazioni: “Il pareggio ottenuto a Monopoli non è solo merito mio, ma di tutta la squadra. Ci siamo conquistati il punto grazie a una bella prestazione. Non abbiamo iniziato molto bene la stagione, ma adesso con i tre risultati utili consecutivi ci siamo ripresi. Non ero titolare nelle prime partite, ma quando sono sceso in campo ho dimostrato di meritarmi il posto. C´è da dire che la maglia da titolare non è scontata, bisogna guadagnarsela giorno per giorno. Abbiamo concluso le ultime tre partite in inferiorità numerica e giocare in dieci uomini non è facile. Vincendo con il Matera abbiamo fatto un miracolo e sul campo dei pugliesi ci siamo ripetuti. Tutto il reparto difensivo si sta esprimendo ad ottimi livelli. Io ho sposato il progetto Puteolana non avendo la certezza di giocare titolare. Ho accettato questa sfida con grande voglia di far bene, desideroso di togliermi qualche sassolino dalle scarpe. Sono convinto che possiamo centrare la salvezza perché c´è una squadra importante. Stiamo attraversando un buon momento e bisogna cavalcare l´onda. La mia parata più difficile a Monopoli? Quella di piede su tiro da distanza ravvicinata di Corvino”.

QUI TARANTO
Fresca del cambio di allenatore (ritorna Papagni dopo l’esonero di Maiuri) la squadra tarantina è conscia dell’elevato grado di difficoltà della trasferta a Pozzuoli, in casa di una Puteolana che sta attraversando un momento d’oro, ma vuole recuperare dopo il non certo entusiasmante pareggio di domenica scorsa contro il San Severo. I pugliesi vogliono sfatare il tabù del “Conte” che non li ha mai visti vittoriosi in terra flegrea. La società ha comunicato inoltre di aver ingaggiato il giovane difensore Procolo Caiazzo, nato e cresciuto proprio a Pozzuoli, che sarà già a disposizione del mister per l’impegno di domani.
A dirigere l’incontro sarà il signor Daniele Paterna di Teramo coadiuvato sulle fasce da Gianluca Farina di Campobasso e Giovanni Mascilongo di Termoli.