puteolanatifosifesteggianoLa Puteolana pareggia in casa con il Brindisi e riesce a centrare l’obiettivo che si era prefissata nelle ultime giornate:
giocarsi la permanenza in serie D nei play-out con il vantaggio del fattore campo e con due risultati su tre a disposizione.
L’avversario dei flegrei sarà il Real Metapontino; ma ora andiamo ad analizzare il match di ieri:
contro i Brindisini, coach Potenza è alle prese con la solita emergenza, e stavolta deve fare a meno di ben cinque giocatori.
Sono i padroni di casa a rendersi pericolosi per primi, grazie ad una bella azione di Manco, che all’8 minuto non trova di poco
la porta; gli ospiti rispondono due minuti dopo co Akuku, la cui conclusione dalla destra vine eneutralizzata da Despucches.
Il prosieguo del match è molto equilibrato, le due compagini giocano a viso aperto e le occasioni non mancano da ambo i lati;
al minuto 20 è Salvati a rendersi pericoloso con un colpo di testa da corner che esce a lato di poco. Il finale della prima
frazione è tutto del Brindisi, che per due volte va vicino al vantaggio con Troiano, prima su punizione e poi con un tiro insidioso
respinto in qualche modo dall’estremo difensore granata. La ripresa vede subito il vantaggio della Puteolana: la punizione calciata da
Nando Salvati viene deviata dalla barriera, il primo ad arrivare sulla sfera è Pastore, che con una zampata vincente regala il vantaggio ai suoi. Gli ospiti rispondono con un colpo di testa di Vetrugno su cross dalla sinistra, ma la sfera va alta. Al minuto 67 i padroni di casa hanno l’occasione di chiudere l’incontro, Manco, lanciato da D’Auria si presenta a tu per tu con Tufano, ma l’estremo difensore lo ipnotizza e l’attaccante flegreo non riesce a segnare. al 78′ arriva il pareggio del Brindisi con Ancora, che con una bella azione personale si libera in area e trafigge Despucches con un bolide di sinistro. Il finale di match vede il Brindisi più pericoloso, ma la difesa granata fa buona guardia e la squadra riesce a strappare un preziosissimo pareggio.
Ai micfrofoni mister Potenza è moderatamente soddisfatto: “Non posso fare altro che ringraziare ancora una volta i miei calciatori
quantomeno per quanto hanno fatto nella mia gestione. Ho preso per due volte questa squadra all´ultimo posto e abbiamo concluso il campionato in quintultima posizione. Fare il play-out in casa potendo contare su due risultati su tre dà qualche vantaggio, ma non abbiamo fatto ancora nulla.  Ci giocheremo la vita fra due settimane e quella col R. Metapontino sarà un partita difficile perché solo dopo 120´ potremo far valere in caso di parità il nostro miglior piazzamento. Ci sarà ancora da soffrire e da lottare,
ma è giusto che il mio gruppo di giocatori abbia capitalizzato quanto fatto da quando sono tornato sulla panchina della Puteolana.
Il Brindisi non ci ha regalato nulla ed ha fatto la sua partita. Ha in organico dei giocatori importanti e ha creduto fino
alla fine nei play-off. Mi è dispiaciuto non aver chiuso la gara nella parte centrale della ripresa. Potevamo tranquillamente
segnare il secondo e il terzo gol, ma siamo stati imprecisi. Bisogna stare con i piedi per terra e col R. Metapontino dobbiamo scendere in campo pensando soltanto a vincere. Ora abbiamo due settimane per poter preparare questa partita, dobbiamo prima rilassarci per qualche giorno e poi
ricaricare le batterie”.