Il Rione Terra era in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Di Roberto

rioneterraSarebbe dovuta essere la partita più importante della stagione, quella che avrebbe consentito agli azzurri, in caso di successo, di mettere in cassaforte la salvezza e festeggiare. L’uso del condizionale è d’obbligo alla luce di quanto successo al Comunale di Cellole proprio negli istanti immediatamente successivi al fischio di chiusura del primo tempo, con il Rione Terra padrone del campo e in vantaggio 1-0 per effetto della rete di Di Roberto al 41′. Di cronaca sportiva c’è solo questo, oltre alla traversa colpita da Nasti proprio sul finire che avrebbe potuto mettere una seria ipoteca sul match.

Continuiamo con il condizionale. Si sarebbe dovuto rientrare negli spogliatoi e dopo circa 15 minuti tornare in campo, come da prassi, invece oggi non è stato così. L’arbitro, il signor Balbi di Caserta, aggredito verbalmente e fisicamente, non se l’è sentita di continuare e, legittimamente, ha decretato la sospensione della gara. A nulla è servito l’intervento conciliatorio dei tesserati del Rione Terra e soprattutto del magazziniere dei puteolani, Massimo Trincone, che senza indugio ha cercato di proteggere il direttore di gara nei concitati istanti. Calmate le acque, all’ arrivo delle forze dell’ordine, tutti a casa.

A questo punto si attende il verdetto del Giudice Sportivo.

Infine, l’ASD Rione Terra calcio, oltre a prendere le distanze da episodi e comportamenti lontani dai sani principi dello sport, nelle persone del presidente dott. Sergio Di Bonito, i dirigenti, lo staff tecnico e la squadra, esprime solidarietà al sig. Balbi e all’intera terna arbitrale.

Questo il tabellino inerente al primo tempo:

Cellole: La Racca, D’Onofrio, Caterino, De Pasquale, Lisenni, Brancaccio, Masucci, Ferraro, Improta, Varone, Marigliano. All. Freda

Rione Terra: Compagnone, De Felice, De Luca, Stasino, Stellato, Esposito, Arborino, Cangiano, Nasti, Di Roberto, Pastore. All. Sicuranza

Arbitro: Balbi di Caserta

Reti: 41’pt Di Roberto

Note: Ammoniti: La Racca, D’Onofrio, Ferraro, Marigliano (C), Arborino, Cangiano (RT)