pinillaSiamo arrivati a metà della prima settimana di Agosto e i dirigenti delle varie squadre continuano a lavorare sul mercato. Il Genoa dopo l’acquisto di Matri cerca un’altra punta capace di far coppia o di alternarsi con l’ex Milan. Pinilla vestirà ancora la maglia rossoblu, ma non quella del Cagliari. Dopo un blitz di mercato il cileno è ormai vicinissimo al “Grifone”. Ora si attende l’ufficialità ma sembra che la trattativa con il club di Preziosi sia ormai andata in porto. Nuova avventura, club diversi, stessi colori. Per l’attaccante sarà anche una nuova sfida, dopo un Mondiale in cui è andato vicinissimo a portare il Cile ai quarti (cosa che non accade dal 1962), se non fosse per quella traversa colpita allo scadere dei supplementari dell’ottavo contro il Brasile. Ma ormai quella traversa è solo un brutto ricordo. Ora nella testa di Mauricio c’è solo il rossoblu, quello del Genoa si intende. Per quanto riguarda la Juventus, a Massimiliano Allegri mancano ancora un difensore e un attaccante per completare una rosa di altissimo livello. Per questo i dirigenti stanno lavorando ad alcune possibili soluzioni. Per il reparto difensivo piace l’ex viola Matija Nastasic, che il Manchester City potrebbe liberare nei prossimi giorni. Davanti, invece, l’obiettivo è una seconda punta e in attesa di capire i movimenti di Hernandez del Manchester United, Marotta torna su Lavezzi, che nel Paris Saint Germain rischia di non trovare spazio. L’addio del “Pocho” al club transalpino potrebbe essere agevolato dall’acquisto di Di Maria, che il Psg ufficializzerà nei prossimi giorni. Fin qui la sua valutazione si aggira sui 20 milioni di euro ma potrebbe scendere anche a 15 se la volontà del giocatore è quella di lasciare Parigi a tutti i costi. Anche con il Manchester United i canali sono aperti, ma Van Gaal prima di privarsi del messicano vuole capire se la Juve ha intenzione o meno di inserire nell’affare il solito Vidal. Per il difensore invece il cammino è più in discesa. In queste ore, un emissario juventino si trova a Manchester per parlare con la dirigenza dei “Citizens”. L’offerta per Nastasic è un prestito con diritto di riscatto che potrebbe diventare obbligo. Il City sta chiudendo per Mangala dal Porto il cui costo del cartellino si aggira sui 40 milioni di euro e potrebbe allentare un po’ la presa sul serbo. La Juventus ha già un accordo di massima con l’entourage del giocatore e aspetta di poter fare passi decisi anche con la società e i presupposti per chiudere l’affare ci sono tutti. Il Milan mette a segno due colpi di mercato. In uscita il club rossonero saluta Constant. Il terzino si è accasato con i turchi del Trabzonspor. In entrata, per sostituire l’ex Genoa, Galliani è pronto a chiudere la trattativa per Armero. Il colombiano è ritornato all’Udinese dopo le esperienza con il Napoli e il West Ham. Già lo scorso Gennaio i rossoneri e i partenopei avevano trattato lo scambio Costant-Armero, ma l’affare non si chiuse per il rifiuto del guineano di trasferirsi in Campania. L’affare con l’Udinese, proprietaria del cartellino dell’esterno colombiano si farà con un prestito con diritto di riscatto. Dopo Alex e Menez, il mercato milanista si infiamma con la “Freccia Nera”, da oggi rossonera. Armero è reduce da un ottimo Mondiale con la sua Colombia, in cui è anche andato a segno nella prima partita contro la Grecia. Il suo ottimo torneo gli ha permesso di riscattare le ultime stagioni non eccezionali. Nell’ultima, in particolare, ha fallito a Napoli e a gennaio è stato ceduto in prestito al West Ham, dove però non ha ben figurato. Oltre che ad essere una valida pedina sulla fascia sinistra in difesa, l’ex Udinese può tornare utile anche come esterno di centrocampo. Dopo le lacune mostrate nella “Guinness Cup”, il Milan sta iniziando a lavorare per rimediare prima che sia troppo tardi. Armero è la prima freccia dell’arco di “Super Pippo” .