nuovaquartocalcioTermina 2-2 la gara tra Quarto e Fidelis Andria, match valido per la semifinale dei play off nazionali di Eccellenza. Grazie a questo risultato ed al 4-0 dell’andata gli azzurri pugliesi approdano in finale.
I flegrei sono scesi in campo con il 4-3-3 e mister Amorosetti anche per il ritorno opta per il tridente formato da Tucci, D’Auria e Pirone. Assente il difensore centrale Pirozzi, espulso per fallo da ultimo uomo all’andata e di conseguenza squlificato. Dall’altro lato, gli ospiti, orfani di Strambelli, Di Rito e Di Santo a causa delle due giornate di squalifica comminategli per fatti risalenti a novembre scorso quando indossavano la maglia del Monopoli, si presentano con il 4-4-2 con Albrizio e Moscelli in attacco. Il match inizia in salita per gli ospiti che probabilmente, a causa del netto risultato dell’andata, entrano in campo poco determinati e molto tranquilli. Al 1° minuto di gioco, D’Auria mette subito paura a Sansonna con un tiro che però termina fuori. Poco dopo il Quarto passa in vantaggio: D’Auria controlla la sfera e lascia partire un bolide che entra in rete dopo aver colpito il palo. Al 16° minuto arriva la risposta della Fidelis con un colpo di testa di Albrizio che esalta Navarra, il quale devia la palla in angolo. Al 24° minuto sono nuovamente gli ospiti a farsi pericolosi con un altro colpo di testa, questa volta di Campanella ma l’estremo difensore di casa para. Dopo due minuti l’arbitro decreta un calcio di rigore per la squadra “anti racket” a causa di un presunto fallo di mano. Dal dischetto parte D’Auria che non sbaglia, l’attaccante sigla così una personale doppietta, illudendo i tifosi giunti al “Giarrusso” alla rimonta. Al 40° minuto di gioco i pugliesi dimezzano lo svantaggio con Moscelli che direttamente da calcio piazzato batte Navarra e dopo due minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo.
La ripresa inizia con i padroni di casa che subito provano a riaprire il match con il solito D’Auria, il quale parte dalla sinistra, si accentra e tira ma Sansonna devia in angolo. Al 6° minuto Pirone, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, a porta vuota, manca clamorosamente l’appuntamento con il goal sparando la palla fuori e mancando il goal del 3 a 1. Al 16° minuto ci prova Albrizio per l’Andria dal limite dell’area, con un tiro che però non inquadra la porta. Al 25° minuto i padroni di casa rimangono in dieci per l’espulsione, per doppia ammonizione, di De Gennaro. Dopo poco i flegrei tornano avanti con Aprile che prova senza successo a superare Sansonna con un pallonetto che termina fuori. Al 30° minuto arriva il goal del pareggio con Loseto che servito da Logrieco, a due passi dalla porta non sbaglia. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la fine del match.
Ora la Fidelis Andria dovrà concentrarsi sull’andata della finale play off da disputare a Palermo contro il Parmonval, che ha vinto 2-1 l’altra semifinale contro il Castrovillari (all’andata il match terminò 0-0 in Calabria, ndr). Le partite di andata e ritorno verranno disputate l’8 e il 15 Giugno prossimi. Per il Quarto la stagione può dirsi conclusa ma la società è soddisfatta del lavoro fatto fin qui in questi due anni e cercherà l’anno prossimo di approdare in serie D senza passare per i play-off.

TABELLINO
QUARTO (4-3-3): Navarra; Santangelo, P. De Gennaro, Zinno, S. Esposito; Aprile, Gaveglia, Fusco; Pirone, Tucci, D’Auria. A DISPOSIZIONE: Iengo, A. Esposito, Palma, Ucciero, Passaro, Orlando, D. De Gennaro. ALLENATORE: Amorosetti.
FIDELIS ANDRIA (4-3-3): Sansonna; Lavopa, Anglani, Campanella, Colucci; Logrieco, La Fortezza, Loseto; Trotta, Albrizio, Moscelli. A DISPOSIZIONE: Leo, Abruzzese, Colangione, De Paulis, Riontino, Quercia, Cannone. ALLENATORE: Ragno.
ARBITRO E ASSISTENTI: Scaramuzzino di Locri, D’Agostino e Miccoli.