nuovaquartocalcioA meno di due settimane dalla finale play-off casalinga dell’11 Maggio, il Quarto continua la preparazione in vista del finale di stagione che si prospetta molto impegnativo. Mister Amorosetti lavora sia sul piano fisico che psicologico, mantenendo alto il morale del gruppo. Secondo l’allenatore ora inizia un altro campionato dove i ragazzi devono avere la bravura e l’intelligenza di pensare che tutto ciò che è stato fatto di buono fin qui, dovrà fare da stimolo per andare avanti. Il coach flegreo ho avuto la fortuna di vincere un campionato di Eccellenza tramite i play-off, in cui non è  bastata solo la bravura tecnica per portare a casa i risultati ma è stato necessario tanto entusiasmo, molta fortuna ed una buona dose di cervello. Bisogna fare molta attenzione in queste partite che chiudono la stagione agonistica perchè se verrà commesso un errore, questo verrà subito messo in evidenza. Il tecnico dei bianco azzurri sicuramente andrà a visionare la semifinale play-off tra Stasia e Volla il 4 maggio ma a questo punto un avversario vale l’altro in quanto entrambe sono due squadre molto forti. Si vuole continuare il progetto di ringiovanire la rosa e di valorizzare il vivaio, facendo integrare ragazzi del ’97 e del ’98 con i più esperti. Cosa che in questi due anni, tra Promozione ed Eccellenza è andata molto bene, visto che la squadra è rimasta sempre la stessa. Senza dubbio l’artefice di questo successo è stato il Direttore Sportivo Agostino Orlano che afferma:<< Abbiamo disputato un ottimo campionato tenendolo vivo ed interessante fino all’ultima giornata, ma un pò per colpa nostra causa qualche sconfitta casalinga, un pò per la sfortuna, alla fine ha vinto la Frattese. E’ stata una stagione importante anche perché abbiamo lanciato il terzino sinistro Esposito Salvatore nella Nazionale Under 17 dove ha disputato la finale, venendo poi richiamato a Coverciano. Esposito insieme al terzino destro Santangelo hanno avuto la convocazione nella Rappresentativa Regionale. Un altro progetto importante partito in questa stagione è stato quelli di valorizzare la nostra  scuola calcio, nata quando si puntava a  raggiungere quota 100 iscrizioni. Oggi  invece abbiamo ricevuto altre richieste arrivando a 130 iscrizioni. L’anno prossimo l’obiettivo è quello di migliorarci sempre di più aumentando le iscrizioni fino a dismisura.  A Quarto, la serie D manca da un bel pò e  precisamente dalla stagione 2006/07 ma una volta giunti in D, l’importante è restarci.  Se le premesse dovessero essere queste, attraverso una riunione tenutasi nei giorni precedenti si sta progettando il futuro e sono convinto che ci potremmo divertire per molti anni. Sarebbe una serie D di altissimo livello, una sorta di seconda serie C con squadre come Turris, Brindisi, Monopoli, Francavilla, Marcianise, Taranto.  Se dovessimo essere inseriti in un girone di questo livello bisognerà attrezzarsi sia per salvarsi e sia per le trasferte dove i costi saranno cospicui.  Bisognerà valutare come si andranno a comporre i vari gironi con questa riforma dei campionati e con l’attuale crisi che non permetterà l’iscrizione a qualche società. L’11 maggio in occasione della finale Regionale mi auguro che vi sia una tribuna gremita con un pubblico coinvolgente che possa supportare i ragazzi in campo e qualora dovessimo vincere, ci sfideremo con il girone pugliese con una tra Fidelis Andria e Casarano.”