jutimcupdefinitivaNapoli – Nel pomeriggio, esattamente alle ore 17,00, presso l’Istituto Antoniano Padri Rogazionisti sito ai Colli Aminei, ha avuto luogo la presentazione della Junior Tim Cup, un’iniziativa nata con la collaborazione della Lega di serie A Tim, di Telecom Italia e del CSI. A presiedere l’evento il direttore marketing della Lega Serie A Tim Fabio Santoro, il responsabile sponsorizzazioni Telecom Italia Cristiano Habetswallner e il presidente del CSI Napoli Antonio Papa. Il tutto è avvenuto con la presentazione del collega Gianluca Giffuni e con un ospite d’onore ovvero Lorenzo Insigne accompagnato dal dirigente del Calcio Napoli Giuseppe Santoro. Parteciperanno a questo torneo amatoriale di calcio a 7 i ragazzi degli oratori di tutta Italia,  le vicende di questa manifestazione saranno raccontati sul sito della Lega Calcio e probabilmente sarà creato anche un altro portale chiamato “Ilcalcioèdichiloama”. Dopo aver presentato il tutto è stata sorteggiata la prima partita che si disputerà il 7 Aprile allo stadio San Paolo prima del match di Serie A tra Napoli e Genoa. Ad eseguire il sorteggio Lorenzo Insigne che ha anche risposto alle domande di qualche giovanissimo tifoso. Gli oratori estratti dal gioiellino del Napoli sono stati l’Oratorio Sacro Cuore di Castellammare di Stabia (Na) e l’Oratorio Divin Maestro A di Quarto (Na). Ilcalciocheconta presente alla cerimonia ha raccolto le parole dei principali protagonisti. Ecco cos’ hanno detto:
Cristiano Habetswallner – “E’ un momento difficile per il calcio per cui è nata l’idea di creare un progetto per far venir fuori i veri valori del calcio. Le società di serie A hanno aderito con grande entusiasmo a questo progetto.”
Fabio Santoro – “Ringrazio le società che hanno aderito a questo progetto. La Lega di serie A ha deciso di valorizzare il calcio degli oratori. Questo progetto è finanziato da un fondo alimentato dalle ammende combinate ai calciatori.”
Giuseppe Santoro – “Iniziativa giusta che premia e aumenta i veri valori del calcio. Complimenti alla Lega per quest’iniziativa.”
Lorenzo Insigne – “Ho iniziato a giocare a calcio a 7 anni. Mio padre aveva un amico che gestiva una scuola calcio. Sono entrato in campo e da allora non mi hanno fatto più uscire.”