Nonostante si è in pieno Agosto l’impianto di Fuorigrotta sfiorerà il tutto esaurito

 

Layout 1NAPOLI – L’accesso  alla prossima Champions League è lì alle porte, manca l’ultimo step, 180 minuti in cui gli azzurri dovranno dare tutto. Si parte dalla gara casalinga in programma stasera alle ore 20,45, un match  molto sentito dal popolo partenopeo che non farà mancare la sua spinta seppur si è a cavallo del Ferragosto. Una partita in cui il Napoli dovrà vincere cercando di accumulare un buon margine di goal di vantaggio in vista del ritorno del 22 agosto all’ Allianz Riviera.  A parer di mister Sarri, intervenuto ieri in conferenza stampa a Castel Volturno, le maggiori insidie risiedono nei primi minuti e dopo il sessantesimo per effetto di una condizione atletica non ancora ottimale in questo periodo della stagione che ha visto più volte le squadre italiane andar fuori dalla più prestigiosa competizione europea proprio per questo aspetto. Dunque nella seconda metà del primo tempo e ad inizio ripresa bisognerà segnare quanto più possibile e sarà fondamentale non prendere goal in questi primi 90 minuti. La vera difficoltà degli azzurri sta proprio nel mantenere l’impermeabilità difensiva, lo sa bene il mister che più volte ha evidenziato il problema dei cali di concentrazione dei singoli che in alcune circostanze hanno reso vana l’ottima prestazione del collettivo. In particolare bisognerà fare molta attenzione alle palle inattive, situazione di gioco che il Napoli soffre da diverse stagioni, problematica  conosciuta dagli avversari a cui non si riesce a porre rimedio e che diventa spesso occasione ghiotta per le squadre che affrontano gli azzurri. Sarà fondamentale per i partenopei affrontare il match con la giusta intensità ed effettuando le giocate con la velocità che impone Sarri, velocità che non si è vista fin qui nelle amichevoli estive se non per un paio di minuti contro l’Espanyol, a causa dei carichi di lavoro e del gran caldo. Salvo imprevisti dell’ultimo minuto il Napoli dovrebbe scendere in campo con Reina tra i pali; Hysaj, Albiol,  Koulibaly e Ghoulam in difesa, Allan, Jorginho e Hamsik a centrocampo;  Callejon, Mertens e Insigne in attacco. Nel Nizza da tener d’occhio particolarmente Saint-Maximin, giocatore molto veloce e che salta l’uomo con facilità e Plea, attaccante che per caratteristiche assomiglia molto a Defrel come ha sottolineato lo stesso Sarri.

 

PROBABILI FORMAZIONI:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri

NIZZA (4-2-3-1): Cardinale; Souquet, Dante, Le Marchand, Sarr; Koziello, Seri; Lees-Melou, Mahou, Saint-Maximin; Plea. Allenatore: Favre