Ecco Sarri: "Non bisogna illudere i tifosi"

Il tecnico toscano, quando era alla guida dell’Empoli

E’ il giorno della prima amichevole internazionale per gli azzurri, Nizza-Napoli che si giocherà all’Allianz Riviera alle ore 21. Intanto dopo circa un mese di Maurizio Sarri alla guida dei partenopei già si può esprimere un giudizio positivo sul lavoro svolto dal nuovo tecnico. Dal punto di vista tecnico ha impostato dal primo giorno di ritiro a Dimaro un centrocampo a tre che protegge maggiormente la difesa, un pacchetto arretrato che sta dottrinando al meglio con una serie di movimenti sincronizzati ben definiti. In attacco ha avvicinato Mertens ed Insigne alla porta schierando il primo da seconda punta e il secondo da trequartista, due calciatori che hanno un ottimo tiro e che da questa stagione non dovranno saltare prima 5 o 6 avversari percorrendo dai 30 metri a salire per poter calciare in porta ma avranno la possibilità di arrivarci molto più facilmente e con maggiore lucidità. Per quanto concerne l’aspetto caratteriale ha subito centrato il problema che la squadra ha avuto nella scorsa stagione ovvero il sottovalutare i match contro le cosiddette “piccole” magari con un pizzico di presunzione che veniva trasmessa da mister Benitez. La Juventus che si caricava prima di affrontare l’Empoli come se dovesse giocare contro il Bayern Monaco, esempio migliore non poteva presentare ai suoi ragazzi il tecnico toscano, originario di Bagnoli, per far capire che ogni partita va affrontata al massimo delle proprie possibilità. Ed infine dei concetti fondamentali nel calcio, ovvero il lavoro, il sacrificio, tanto lavoro atletico per mettere benzina nella gambe per arrivare fino in fondo al top della condizione fisica, un altro aspetto che chi lo aveva preceduto aveva trattato con superficialità facendo lavorare si dal primo giorno i calciatori con la palla e andandosene in Inghilterra dalla sua famiglia nei giorni in cui vi era la sosta di campionato, 0ccasione da sfruttare al meglio per apportare miglioramenti tecnico-tattici e effettuare lavori di richiamo atletico qualora vi fosse necessità.