Sembra il segreto di Pulcinella, ormai, la nomina ufficiale di Maurizio Sarri a nuovo allenatore del Napoli per la prossima stagione. Sono noti anche i dettagli del contratto: 1.3 mln di euro a stagione, più possibilità di rinnovo per un anno, ma su decisione della società. L’ex tecnico dell’Empoli ha anche già accettato tutte le clausole imposte dal presidente dei partenopei. Ma allora perché non arriva ancora l’annuncio ufficiale? Dopo gli incontri alla sede romana della Filmauro di lunedì e martedì si pensava di avere già l’annuncio del club campano, invece i tifosi restano col fiato sospeso sull’esito positivo della trattativa. Per ora De Laurentis e Sarri hanno in programma un nuovo incontro per venerdì 12 giugno, che potrebbe essere quello della fumata bianca, ma è chiaro che c’è qualche problema che impedisce la definizione totale dell’accordo. Già, ma quale?

Dietro il ritardo dell'annuncio di Sarri potrebbe esserci Vincenzo Montella?

Dietro il ritardo dell’annuncio di Sarri potrebbe esserci Vincenzo Montella?

Da una parte si pensa che il motivo delle lungaggini sia esclusivamente di natura burocratica e legata alla complessa forma contrattuale che il Napoli propone ai suoi tesserati. Dettagli, clausole, testi lunghi e specifici che necessitano di attenta lettura da parte di Sarri e dei suoi rappresentanti legali. Ma c’è anche chi, dietro il ritardo dell’annuncio ufficiale, intravede un possibile, clamoroso, retroscena: la volontà di De Laurentis di avere Vincenzo Montella sulla panchina del Napoli. Il tecnico di Pomigliano d’Arco, dopo la separazione (con litigio) dai Della Valle e dalla Fiorentina, è sul mercato e la sua esperienza e le sue qualità, da tempo, si sa, fanno gola al numero uno dei partenopei, che però, se vuole ingaggiare Montella, deve sborsare alla Viola 5 mln di penale per interrompere il contratto dell’allenatore e soddisfare la clausola di rescissione.

Misteri da risolvere, dunque, in casa Napoli…