fotooriginaleilcalciochecontaLa SSC Napoli è già proiettata alla prossima stagione, a dimostrarlo le visite mediche di ieri di Kalidou Koulibaly alle quali seguirà l’annuncio ufficiale del club partenopeo all’apertura ufficiale della sessione estiva di calciomercato. Dunque, mentre lo staff azzurro ha già messo a segno il primo acquisto, facciamo un passo indietro tirando le somme della stagione 2013/2014. Il bilancio è sicuramente positivo considerato che si è conquistata una Coppa Italia, si è arrivati terzi in campionato centrando diversi record tipo le dieci vittorie in trasferta o i 104 goal segnati e che in Europa si è usciti a testa altissima dalla Champions mentre in Europa League si poteva fare meglio ma comunque la squadra si è giocata le proprie carte ed è mancato anche un pizzico di fortuna. Tutto ciò con un allenatore nuovo al timone, un nuovo modulo e modo di giocare, tanti calciatori nuovi. Gli aspetti positivi da evidenziare sono soprattutto legati alla qualità, l’imprevedibilità e l’ intensità del gioco d’attacco oltre ad una mentalità nuova che vede il pareggio equivalente ad una sconfitta pertanto conta solo vincere. C’è sicuramente da migliorare qualcosa soprattutto in futuro bisognerà evitare cali di tensione in particolare contro le squadre piccole, basti pensare che il Napoli ha perso punti contro due delle tre squadre retrocesse in serie B e questo non dovrà assolutamente più accadere. Ci sarà bisogno almeno di un altro paio di giocatori di un certo spessore dotati di carisma, personalità, abituati a cavalcare i grandi palcoscenici e vincere sempre.