Layout 1Napoli – Il 2013 è stato un anno sicuramente positivo per il Napoli. Lo scorso campionato si è concluso con un ottimo secondo posto conquistato dalla truppa guidata da Mazzarri ed anche l’inizio dell’era Benitez è stata incoraggiante visto l’attuale terzo posto in serie A ed un gran girone di Champions giocato ad altissimi livelli, conclusasi con l’uscita dalla massima competizione europea per club nonostante i ben 12 punti conquistati. Oltre al passaggio di consegne tra allenatori, c’è stato anche un’avvicendamento importante di bomber infatti dopo la tanto discussa cessione e conseguente partenza di Cavani è arrivato Gonzalo Higuain che con la collaborazione dei vari Callejon e Mertens non sta facendo rimpiangere il Matador. Particolare invece l’anno di Paolo Cannavaro, da capitano e ad altissimi livelli sotto la gestione Mazzarri, in secondo piano a scaldare spesso la panchina  con Benitez. Il tecnico spagnolo, nonostante stimi tantissimo il difensore napoletano come persona e per la sua professionalità, per un preciso motivo esclusivamente tecnico, non utilizza il capitano e gli preferisce quasi sempre Fernandez o Britos. L’auspicio per il 2014 è che si continui a viaggiare ad alti livelli sia in Italia che in Europa, con una Champions da riconquistare per rigiocarla il prossimo anno ed un Europa League da provare a vincere.