presmagliaProsegue il ritiro del Napoli a Dimaro; nella serata di ieri è stata presentata la squadra e  ha fatto molto discutere l’episodio che ha visto Lorenzo Insigne protagonista, quando invitato a rilasciare una dichiarazione dal capo della comunicazione del club partenopeo Nicola Lombardo, si è rifiutato di parlare. Subito diversi media avevano parlato di un “caso Insigne”; il tutto è rientrato oggi quando in occasione della presentazione della nuova maglia, il gioiello di Frattamaggiore ha chiarito la sua posizione sostenendo di non aver voluto parlare per rispetto e nel ricordo di Ciro Esposito, il tifoso ucciso a Roma nel prepartita della finale di Coppa Italia. Intanto, sempre nella serata di ieri il presidente Aurelio De Laurentis ha ribadito di voler lottare per lo scudetto; ha tenuto anche a precisare che il Napoli ha un parco attaccanti che vale 250 milioni di euro dunque difficilmente migliorabile. Ha parlato anche Rafa Benitez che ha sostenuto di voler provare a vincere tutte le partite. In definitiva, da presidente ad allenatore, da mister a calciatori, sono tutti sulla stessa linea d”onda; si punta allo scudetto. E’ chiaro che in questo periodo della stagione, quando si è rilassati  e non c’è la pressione del risultato è facile rilasciare queste dichiarazioni, per avere però un quadro più chiaro di quella che sarà la stagione del Napoli bisognerà attendere le partite che contano.