calaio'Napoli – Il calcio è strano, ed ecco che in una serata in cui tutto sembra andare per il meglio accade ciò che non ti aspetti. Calaiò, l’arciere che ha regalato tante gioie ai tifosi del Napoli, da poco subentrato sul terreno di gioco calcia una punizione magistrale dai 30 metri che si va ad insaccare alle spalle di Reina. Il goal pareggia il vantaggio iniziale siglato da Higuain. Confermate dunque le difficoltà degli azzurri in maglia gialla nelle gare giocate in casa al San Paolo contro squadre di medio-bassa classifica. Un passo indietro rispetto alle ultime apparizioni. La squadra di Benitez, seppur rischiando molto, ha giocato un buon primo tempo mentre nella ripresa è calata notevolmente. La palla non ha girato come doveva e i padroni di casa non sono riusciti ad essere incisivi come in altre occasioni. Ne ha approfittato il Genoa che ha portato a casa un meritato pareggio per quanto ha messo in campo in questa partita. Tornando al Napoli, non bisogna far drammi, non si può essere sempre brillati come lo si è stati con il Milan, con la Roma e contro il Sassuolo. Forse si poteva provare a fare qualcosa in più per cercare di segnare il 2-0 e chiudere il match ma così non è stato. C’è poco tempo per i rimpianti, tra tre giorni al San Paolo arriva lo Swansea, in palio ci sono gli ottavi di finale di Europa League e una cosa è certa, per centrarli si dovrà vedere un altro Napoli rispetto a quello visto stasera.