Higuain si inventa il goal vittoria

napfioIl Napoli supera la Fiorentina al termine di una gara molto combattuta da due squadre che si sono mostrate tra le migliori del campionato di serie A. Primo tempo di marca viola; la squadra di Sousa comanda il gioco e mette in seria difficoltà gli azzurri che vengono fuori solo sul finire della prima frazione. Buona la partenza dei partenopei nel secondo tempo premiata dal goal del vantaggio di Insigne bravissimo a chiudere con un tiro a giro sul secondo palo l’ottimo assist servitogli da Hamsik. La squadra di Sarri potrebbe chiuderla almeno in due occasioni ed invece subisce la rete del pareggio con Ilicic che serve una gran palla a Kalinic superbo nel chiudere con precisione chirurgica l’azione. Ma il carattere e la voglia di vincerla dei padroni di casa non si ferma davanti a nulla e Gonzalo Higuain con una giocata delle sue, uno di quei goal che realizzerebbero solo altri due o tre attaccanti in tutto il mondo segna la rete che regala i tre punti al Napoli. Battute in ordine Lazio, Juventus, Milan e Fiorentina e la caratteristica principale mostrata dagli azzurri, oltre all’ottima organizzazione tattica, è sicuramente l’umiltà, una qualità trasmessa dal tecnico di provincia giunto in una delle big della serie A tra i mugugni di gran parte della tifoseria partenopea. Un’umiltà che mancava lo scorso anno quando alla guida del Napoli vi era Benitez, con calciatori che si allenavano poco e alla quale era stata trasmessa una presunzione figlia del tecnico spagnolo. Un mister a cui però va dato il merito di aver portato a Napoli calciatori come Higuain, Callejon, Albiol e Koulibaly. Decisivi anche gli acquisti dell’ultima sessione di mercato in particolare gli inserimenti in questa squadra di gente come Allan e Hysaj hanno alzato notevolmente la quantità e leggermente la qualità di questo team. A questo punto l’errore più grande che si potrebbe commettere è pensare che i partenopei siano candidati allo scudetto, un errore assolutamente da non commettere almeno fin quando non si cominceranno a portare a casa i tre punti contro le cosiddette “piccole” della nostra serie A.

Tabellino e voti

NAPOLI (4-3-3) Reina 7; Hysaj 7, Albiol 6, Koulibaly 7,5, Ghoulam 7; Allan 8 (dal 46′ s.t. David Lopez s.v.), Jorginho 6, Hamsik 7,5; Callejon 6, Higuain 8, Insigne 7 (dal 16′ s.t. Mertens s.v.; dal 34′ s.t. El Kaddouri s.v.) ( Gabriel, Rafael, Chiriches, Chalobah, Henrique, Maggio, Strinic, Valdifiori, Gabbiadini). All.: Sarri 8.

FIORENTINA (3-4-2-1) Tatarusanu 6; Tomovic 5 (dal 34′ s.t. Babacar s.v.), Rodriguez 5,5, Astori 5,5; Blaszczykowski 5, Badelj 5, Vecino 6,5, Alonso 6 (dal 10′ s.t. Roncaglia 6); Bernardeschi 5 (dal 7′ s.t. Ilicic 7), Borja Valero 7; Kalinic 7. (Sepe, Lezzerini, Pasqual, Suarez, Fernandez, Rebic, Rossi, Verdu). All.: Paulo Sousa 6.
ARBITRO Banti di Livorno.
MARCATORI 1′ Insigne (N), 28′ Kalinic (F), 30′ s.t. Higuain (N)
NOTE: Ammoniti Badelj, Jorginho, Astori, Koulibaly, Roncaglia. Angoli: 5-4 per la Fiorentina. Recupero: 2′; 5′.