delaurentis2Ieri la SSC Napoli ha chiarito con un comunicato ufficiale che i rapporti tra Aurelio De Laurentis e Rafa Benitez sono ottimi, al contrario di quanto sostenevano alcune testate giornalistiche nei giorni scorsi; questa notizia fa sicuramente piacere perche quando un presidente ed un allenatore vanno di comune accordo ne risentono anche le prestazioni della squadra in maniera positiva. Se il rapporto umano è buono, quello contrattuale invece lascia meno certezze visto che il tecnico spagnolo, per il momento, non ha voluto firmare il rinnovo per la prossima stagione. Un po una maledizione quella del patron azzurro che ha vissuto una situazione del genere con Mazzarri che prima non volle firmare il rinnovo e alla fine, dopo un finale di campionato giocato nell’incertezza totale per quanto concerne il futuro, salutò per approdare all’Inter. Sono tante le ipotesi che si formulano in merito alle motivazioni del mancato rinnovo, c’è chi ipotizza che sia dovuto ad un calciomercato che non lo ha entusiasmato rispetto alle richieste fatte alla società oppure chi attribuisce la mancata firma alle strutture fatiscenti che abbiamo nella nostra città e che avrebbero bisogno di un ammodernamento, in primis lo stadio San Paolo. In realtà le motivazioni dell’ex allenatore del Liverpool non sono state rese note e potrebbero essere anche legate a motivi familiari o personali di cui non si conoscono i particolari. In merito a questo argomento non bisogna dimenticare che in Spagna si parla molto di Benitez come prossimo CT degli iberici pertanto anche questa situazione potrebbe influire sulle scelte del mister. L’augurio è che Rafa resti quanto più a lungo è possibile a Napoli ma se proprio a fine stagione dovesse andar via, “il calcio che conta” vedrebbe molto bene Vincenzo Montella come suo successore sulla panchina azzurra.