img20210403145907Il Napoli porta a casa la quarta vittoria consecutiva e prosegue il filotto di risultati utili ininterrotti; il 4-3 finale è frutto di alcuni errori individuali che hanno tenuto il Crotone in gioco più del previsto in considerazione del fatto che gli azzurri erano andati a riposo sul punteggio di 3-1 e avrebbero potuto giocare un secondo tempo con meno patemi d’animo.

Poco prima del fischio d’inizio Lorenzo Insigne viene premiato dalla Lega Serie A miglior calciatore del mese di Marzo, dopodichè  si comincia a fare sul serio con l’arbitro Di Martino che da il via alla gara. Nei primi 15 minuti il Napoli fa la partita, il Crotone si affida a rapide ripartenze. Al 18′ Di Lorenzo mette in mezzo un ottimo pallone che Insigne insacca nella porta avversaria; tre minuti dopo Osimhen firma il raddoppio grazie ad uno splendido assist di Insigne bravo a metterla a volo in mezzo dopo uno scambio veloce in area di rigore. Al 24′ Bakayoko perde palla, gli ospiti approfittando di uno svarione di Manolas accorciano le distanze con Simy; al 26′ Mertens scalda il piede ma la sua conclusione finisce a lato di poco. E’ caldo il piede del belga al 33′, bravo a trasformare in goal il calcio di punizione dal limite guadagnato da Fabian Ruiz. Al 40′ Osimhen calcia a pochi metri dalla porta, sulla respinta del portiere si avventa Mertens che centra in pieno la traversa. Cinque minuti dopo, senza alcun recupero, termina il primo tempo.

L’avvio di ripresa degli azzurri è da incubo, dopo 2 minuti Simy sovrasta Manolas e accorcia nuovamente le distanze per gli ospiti. All’ undicesimo Insigne vede Cordaz fuori dai pali e prova a sorprenderlo dalla trequarti, il pallone finisce alto di poco; due minuti e si passa dal tentativo di una gran giocata, a una giocata assurda di Maksimovic che si fa rubar palla da Messias che non deve fare altro che realizzare la rete del 3-3. Il Napoli accusa il colpo, Gattuso capisce che è il momento di cambiare e mettere forze fresche in campo; Elmas e Lozano subentrano a Politano e Bakayoko, i padroni di casa ricominciano a macinare gioco e proprio con Lozano che colpisce di testa su cross di Insigne impensieriscono il Crotone ma para Cordaz. Due minuti dopo Di Lorenzo da destra si porta palla sul sinistro e lascia partire un diagonale che si insacca nella porta avversaria. Ritrovato il vantaggio gli azzurri danno vita ad un finale di partita in cui potrebbero realizzare almeno altri  tre goal; il subentrato Zielinski e due volte Insigne sprecano a pochi metri dalla porta.

Con questo successo la squadra di Gattuso agguanta il quarto posto a pari punti con la Juventus con una gara in meno da recuperare proprio contro i bianconeri Mercoledì prossimo; fanno ben sperare gli ulteriori due punti risucchiati al Milan secondo in classifica, adesso i rossoneri distano solo 4 lunghezze.  La corsa alla massima competizione europea entra nel vivo, il Napoli con gli Insigne, Mertens, Di Lorenzo, Fabian Ruiz e Osimhen apparsi in buona forma e con i prossimi rientri di Koulibaly e Demme, altri due elementi in ottima condizione, ha tutte le carte in regola per qualificarsi alla prossima Champions League.

 

 

Il tabellino

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Rui; Fabian, Bakayoko (17′ st Elmas); Politano (17′ st Lozano), Mertens (28′ st Zielinski), Insigne; Osimhen (45′ st Petagna). A disposizione: Contini, Ospina, Zedadka, Hysaj, Rrahmani, Petagna, Costanzo, Cioffi, Lobotka. Allenatore: Gattuso.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto (45′ Marrone); Rispoli (2′ st Pedro Pereira), Messias, Benali, Zanellato (36′ Rojas), Molina (45′ st Di Carmine); Ounas (2′ st Vulic), Simy. A disposizione: Festa, Crespi, Cuomo, Magallan, Cigarini, Rojas, Riviere. Allenatore: Cosmi.

ARBITRO: Di Martino di Teramo.

MARCATORI: 19′ pt Insigne (N), 22′ pt Osimhen (N), 25′ pt Simy (C), 34′ pt Politano (N), 3′ st Simy (C), 14′ st Messias (C), 27′ st Di Lorenzo (N).

NOTE: Ammoniti (N); Rispoli (C), Benali (C), Pedro Pereira (C), Rojas (C). Recupero: 0′ pt, 4′ st .