Napoli ancora nel segno del pipita Higuain

Napoli ancora nel segno del pipita Higuain

Il Napoli di Coppa Italia vince 1-0 con l’Inter ma non convince ancora del tutto. Alla fine lo zampino, però, è sempre quello del campione: Gonzalo Higuain. D’altronde, lo sappiamo, in Italia sono sempre meno i top player e quei pochi che ci sono fanno la differenza. Errore di Ranocchia sulla rimessa laterale del rientrante Ghoulam, Higuain scatta a tu per tu con Carrizo e al 93′ (a un minuto dai tempi supplementari), da posizione angolata, batte Carrizo piazzando sul secondo palo. Boato al San Paolo e Napoli in semifinale, dove ad attenderlo ci sarà la Lazio (doppia sfida, con andata a Roma il 4 marzo e ritorno sotto le pendici del Vesuvio l’8 aprile).

Ma la partita per gli azzurri è stata ostica. Mancini lo aveva detto alla vigilia che nella partita secca poteva succedere di tutto e la sua Inter ha provato a vincere. Palo di Icardi nel primo tempo, conclusione di poco alta di Puscas (schierato a sorpresa titolare dal tecnico di Jesi) nella ripresa. In mezzo tanto Napoli, con possesso palla, dominio a centrocampo e verticalizzazioni improvvise, a cui però è sempre mancato il guizzo. Così l’occasione più importante era capitata prima ad Higuain su una ribattuta incerta di Carrizo, poi ad Hamsik su azione da calcio piazzato, ma il suo tiro, deviato da Ranocchia (deviazione non vista dalla terna arbitrale), si spegneva alto sul fondo e, sul finire del primo tempo, a Koulibaly (schierato terzino destro per l’assenza all’ultimo minuto di Maggio) su sponda aerea di Britos. Nella ripresa ritmi meno veementi e più controllo della partita da entrambe le parti. Ma, alla fine, il “pipita” fa valere la sua maggior classe e manda i partenopei in semifinale.

L'Inter di Mancini nond emerita al San Paolo

L’Inter di Mancini nond emerita al San Paolo

Nel post gara, un deluso Mancini, che stava conservando ancora l’ultimo cambio ormai convinto di arrivare almeno ai supllementari, commenta così la partita: “Siamo stati dei polli. Non si può prendere un gol così, è assurdo perdere una partita regalando un gol del genere. A volte siamo troppo molli. La squadra c’è, però commettiamo errori, come contro il Sassuolo. Quello che è successo è allucinante. La squadra gioca, ma uscire così è dura“.

C’è gioia ovviamente, invece, in casa Napoli. “Vittoria meritata ed importante contro una squadra molto forte, in uno stadio con grandi tifosi” le parole di Rafa Benitez, ad elogiare anche gli oltre 50mila tifosi accorsi a Fuorigrotta grazie alla politica dei prezzi molto bassa decisa per l’occasione da De Laurentis “La Supercoppa conquistata sulla Juve ci ha dato fiducia, ma stiamo giocando come sempre…“.

Contento anche Gonzalo Higuain, che però ha già la testa alla prossima sfida del Napoli “Siamo in un grande momento di forma e lo dobbiamo sfruttare al massimo. Ora pensiamo all’Udinese“.