img-20200531-wa0012Salutiamo il mese di maggio con un numero che può apparire casuale: 28. Tante sono state le ragazze che dopo il test match con il Venezuela di venerdì 6 marzo hanno fatto ritorno a casa per quella che doveva essere solo la sosta per gli impegni delle nazionali.
La pandemia ha impedito a chi ha lasciato Napoli di tornarci, ma adesso molte delle nostre ragazze stanno per rientrare a “casa” perché tale è diventata Napoli per loro. Ed allora, in attesa che il Consiglio Federale si pronunci sull’esito del campionato di B, noi del Napoli Femminile salutiamo tutte le 28 protagoniste di questa splendida stagione. C’è chi è venuta da lontano, da lontanissimo, come Pato o come Selma, chi come Azzurra, Benedetta o Emanuela – solo per citare alcune delle nostre “scugnizzo” – ha difeso invece la maglia con i colori della propria città, c’è chi ha giocato sempre e chi ha giocato poco o niente ma tutte si sono sempre allenate come se la domenica toccasse a loro – e questo ha fatto tutta la differenza del mondo. Dietro le ragazze uno staff variegato, tra campo e scrivanie, magazzino ed uffici, infermeria e segreteria. Non abbiamo potuto salutarci – magari lo faremo presto – e questo ci dispiace perché avremmo voluto farlo solo compiuta l’opera e come si conviene ad una vera famiglia. Mettiamola così, come ha detto di recente una nostra calciatrice: “Non è finita come speravamo, o almeno non ancora”…

Nella foto, l’undici che è sceso in campo in casa della Lazio: quel giorno abbiamo capito per davvero dove saremmo potute arrivare.