striscionebolognaNapoli – Un Rolando Bianchi rigenerato dalla cura Ballardini beffa il Napoli allo scadere dei minuti regolamentari, dopo che gli azzurri erano riusciti a ribaltare il vantaggio iniziale siglato sempre dalla punta del Bologna. Il rigore trasformato da Higuain e l’ennesimo goal di Callejon non bastano alla squadra di Benitez per tornare dall’Emilia Romagna con i tre punti in tasca. Della prestazione del Napoli ciò che resta di positivo è sicuramente la reazione degli azzurri nel secondo tempo, quando si era sotto di un goal; quando questa squadra alza i ritmi ed  inizia a giocare a calcio è formidabile. Di negativo va invece evidenziato il tiki taka messo in pratica dai calciatori partenopei quando si era con un uomo in più in virtù dell’espulsione di Kone e in vantaggio per 1-2 a cinque minuti dal triplice fischio. Un atteggiamento del genere può essere produttivo quando si hanno almeno due goal di vantaggio e non quando il risultato è ancora in bilico. Con questo pareggio che sa di mezza sconfitta per come è arrivato si fa nuovamente sotto la Fiorentina, vittoriosa a Catania per 0-3. Ma i veri sconfitti della giornata sono i tifosi del Bologna, autori di uno striscione vergognoso (come si può osservare dalla foto) che recitava così: ” Sarà un piacere quando il Vesuvio farà il suo dovere”, segno che questo Paese deve ancora crescere tanto a livello culturale.