Il patron azzurro sulla vicenda: “Sono super tranquillo”

 

Il presidente atteso a Dimaro con due nuovi rinforzi del mercato azzurro

Mentre il Napoli è tornato al lavoro per preparare al meglio la sfida che lo vedrà opposto all’ Empoli domenica,sotto gli ordini di mister Sarri dopo la convincente prova del Marassi, un nuovo terremoto è pronto a scuotere nuovamente il calcio italiano: l’Operazione Fuorigioco. La Procura di Napoli ha aperto un nuovo fascicolo riguardante illeciti per evasione fiscale che coinvolgono ben 64 indagati, trai i quali massimi dirigenti, calciatori e procuratori di A e B. La Guardia di Finanza sta eseguendo un decreto di perquisizione e sequestro nei confronti di queste 64 persone, l’inchiesta è condotta dai pm della procura di Napoli Danilo De Simone, Stefano Capuano e Vincenzo Ranieri, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli. Intervistato alla presentazione del suo ultimo film, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis si è comunque detto tranquillo: “Sono super tranquillo, è tutta fuffa”, spiega il numero uno azzurro, “È una notizia non commentabile, è una storia vecchia. Comunque sono anche cose che inventate voi giornalisti”. Oltre a ciò, la società sportiva Napoli non ha rilasciato altre dichiarazioni in merito; secondo l’ipotesi di reato, i procuratori dei calciatori provvedevano a fatturare in maniera fittizia alle sole società calcistiche le loro prestazioni, simulando che l’opera di intermediazione fosse resa nell’interesse esclusivo dei club, mentre di fatto venivano tutelati gli interessi degli atleti assistiti dagli agenti medesimi. Essendo agli albori dell’inchiesta non è ancora possibile tracciare dei giudizi sulla vicenda, ciò che è asseribile però, è che questo non è altro che un nuovo, brutto fascicolo della storia recente del calcio italiano che non fa altro che diminuire ancora di èiù la poca credibilità di cui il bel paese gode in questo momento.