Al San Paolo, ore 20.45, va di scena Napoli Atalanta. Non un match qualunque per i tanti ex, soprattutto sponda bergamasca. Edy Reja, l’attuale tecnico dei lombardi, il dg Pierpaolo Marino, German Denis e Luca Cigarini guideranno infatti i neroazzurri alla ricerca di punti importanti per la salvezza. L’Atalanta infatti è solo a +4 rispetto a Cagliari e Cesena, che rappresentano il baratro verso la Serie B. Urge dunque distanziare la concorrenza, ma riuscire a farlo a Fuorigrotta, nel fortino del Napoli, non sarà impresa facile.

Reja sa che servirà una prestazione accorta in difesa con ripartenze ficcanti e veloci in contropiede, arma di solito letale per la formazione di Benitez, che però non può permettersi di fare un ulteriore passo falso in campionato, dove nelle ultime tre partite è arrivato un solo punto. Urge invertire immediatamente il trand se non si vuol perdere di vista Roma e Lazio, sempre tenendo in considerazione anche la rimonta di Fiorentina e Sampdoria, che preoccupa e rovina, non di poco, i piani della società di De Laurentis. In campo dunque due squadre bisognose di punti, ma con gli orobici che potrebbero anche accontentarsi del pari. Spetterà perciò a Higuain e compagni forzare il fortino.

Higuain ancora in campo, per ridare la vittoria al Napoli contro l'Atalanta

Higuain ancora in campo, per ridare la vittoria al Napoli contro l’Atalanta

Benitez punta proprio sul pipita per battere la resistenza dell’Atalanta. Per il bomber partenopeo continua dunque il tour de force, prima della pausa di settimana prossima per le gare delle nazionali. Ancora panchina quindi per Zapata. Alle spalle dell’argentino si rivede titolare Hamsik, con lui Gabbiadini e uno tra Mertens e Callejon, con il belga favorito. In mediana ritorna titolare Inler, insieme a David Lopez. In difesa, squalificati Ghoulam e Albiol, ci saranno Henrique e Britos (Strinic, non in perfette condizioni, non convocato) a fare compagnia a Koulibaly e Maggio.

Reja deve rinunciare a Carmona squalificato e a Estigarribia, Raimondi e Benalouane, alle prese con i loro rispettivi infortuni. Il ct friulano dovrebbe puntare sul 4-2-3-1 a specchio con quello del collega spagnolo, con linea difensiva composta dai centrali Biava e Stendardo e con Zappacosta avanzato nei tre trequartisti, insieme ai due piccoletti Moralez e Gomez. Davanti spazio e fiducia a Denis, che ritorna nello stadio che lo ha consacrato nella Serie A.

Le probabili formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Anduja; Britos, Koulibaly, Henrique, Maggio; Inler, David Lopez; Mertens, Hamsik, Gabbiadini; Higuain. All. Benitez

Atalanta (4-2-3-1): Sportiello; Dramè, Biava, Stendardo, Masiello; Migliaccio, Cigarini; Gomez, Moralez, Zappacosta; Denis. All. Reja