A Doha conoscono molto bene il Napoli, per aver vinto contro la Juventus l'ultima Supercoppa Italiana

A Doha conoscono molto bene il Napoli, per aver vinto contro la Juventus l’ultima Supercoppa Italiana

Dopo l’accordo tra il Napoli ed il Comune per i lavori allo stadio San Paolo, che inizieranno il prossimo marzo, nel 2016, la società di De Laurentis sta valutando seriamente di fare amichevoli pre-campionato all’estero. Questo sia per “ripicca” contro la lentezza burocratica delle istituzioni e la scelta di far esibire gli artisti al San Paolo per i loro concerti, sia per aumentare il fascino internazionale del club. Di queste amichevoli, infatti, molte si dovrebbero giocare in Medio Oriente, Dubai, dove il Napoli conquistò con la Juve la seconda Supercoppa Italiana della storia e dove, si sa, il calcio italiano tira molto, permettendo così anche un buon guadagno, oltre che un certo numero di spettatori.

Il ritiro di Dimaro è ormai alle porte e se da una parte la questione stadio è ancora un dilemma, dall’altro il lato tecnico del Napoli è anch’esso in alto mare. Dopo le comproprietà e l’arrivo di Valdifiori e Reina, infatti, ADL e Giuntoli hanno un po’ rallentato sul mercato, sia per conoscere il futuro di Higuain, che deciderà dopo la Coppa America con la sua Argentina, sia per capire se Torino, Udinese e Empoli abbasseranno le loro pretese per i vari Darmian, Allan e Saponara.